Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Malattia di viscere infiammatoria (IBD) nella gravidanza

Da un quarto alla metà dei pazienti con la malattia di viscere infiammatoria (IBD) sia inferiore a 35 anni una volta diagnosticato, o diventerà incinto dopo che ricevono questa diagnosi. Il singolo principio più importante di gestione dell'IBD durante la gravidanza è la necessità preminente di gestire la malattia durante il periodo della concezione ed in tutto la gravidanza.

Un regime ottimale deve essere risolto per raggiungere il migliore risultato per sia la madre che il feto. Così la prima circostanza è che una donna conosciuta per avere IBD dovrebbe provare a concepire quando è in un periodo di malattia tranquilla. Questa situazione è collegata ad un più a basso rischio di aborto spontaneo, delle complicazioni relative alla gravidanza e dei risultati neonatali difficili, comparabili a quello della popolazione in genere.

Pregnancy and Inflammatory Bowel Disease: What You Need to Know | Q&A

Effetto di IBD sulla gravidanza

Quando IBD è attivo prima e durante la gravidanza, parecchie complicazioni sono più probabili accadere, come:

  • Tariffe di aborto di fino a 35%
  • Lavoro prematuro e nascita prematura (comunque solitamente dopo 35 settimane)
  • Basso peso alla nascita
  • Infanti che sono piccoli per l'età gestazionale
  • Elevato rischio della consegna di taglio cesareo, forse dovuto la possibilità della malattia perianale, delle fistole, o dei enterostomies
  • Rischio di malattia thromboembolic venosa
  • Rischio di malnutrizione di proteina-caloria
  • Esigenza di trasfusione di sangue durante la consegna

Il rischio di malformazioni fetali non è stato associato con IBD di per sé. Il fumo aumenta il rischio per lavoro prematuro in donne che hanno morbo di Crohn, ma non in quelli con colite ulcerosa.

Effetto della gravidanza su IBD

Quando la gravidanza comincia con la malattia in una fase attiva, un terzo delle donne migliorerà, un terzo rimarrà lo stesso, mentre un altro terzo sperimenterà peggiorare i sintomi. Alcuni lavoratori suppongono che la presenza del sistema immunitario fetale, che è differente dalla madre, abbia un effetto benefico sull'attività immune dell'ultimo.

I chiarori di IBD non sono più comuni nella gravidanza, in modo dall'ultimo non ha ovviamente alcun effetto a lungo termine su IBD. Le donne con colite ulcerosa (UC) tendono a rimanere tranquille (70-80%) se la concezione si presentasse in una tal fase. Ciò può essere collegata con cessazione dei farmaci o se fumando è effettuato durante la gravidanza. Tuttavia, se una donna con attivo UC concepisce, la circostanza è più difficile da trattare.

Le donne con il morbo di Crohn reagiscono alla gravidanza quasi nello stesso modo di quelle con il UC.

La chiusura elettiva sul terreno di avere IBD non è semplicemente solamente accettabile a causa del rischio globale basso di alcune complicazioni dovute alla malattia.

IBD ed il periodo successivo al parto

La malattia di viscere infiammatoria da sè non è una controindicazione all'allattamento al seno, ma la presenza di antimetaboliti o di anticorpi nel sangue della madre può richiedere la cessazione di professione d'infermiera.

Droghe durante la gravidanza con IBD

È acconsentito universalmente che è molto più pericoloso avere malattia attiva durante la gravidanza che avere trattamento attivo con gli agenti terapeutici. Le droghe che possono essere continuate durante la gravidanza comprendono i aminosalicylates, gli antibiotici quale ampicillina, l'eritromicina, la ciprofloxacina e il metronidazole, biologics quali immunomodulatori anti--TNF-α e e determinati.

Aminosalicylates

Queste droghe sono considerate sicure nella gravidanza. Le donne sul sulfasalazine dovrebbero ricevere il completamento dell'acido folico per minimizzare i difetti di tubo neurale.

Immunomodulatori

Questi includono l'azatioprina ed il methotrexate. Il Methotrexate è un teratogeno conosciuto e dovrebbe essere evitato durante la gravidanza, ma l'azatioprina ed il mercaptopurine 6 possono essere continuati come nessuna differenza in donne sopra e non su questi farmaci è stato documentato.

Biologics

Questi agenti sono usati per IBD molto attivo, sebbene a volte siano usati come prima opzione. Le droghe Anti--TNF-α comprendono il infliximab, il adalimumab, natalizumab, mentre altre droghe usate includono le molecole anti--integrin. Le raccomandazioni correnti sono di continuare l'uso del biologics almeno fino a 30 settimane della gestazione. Non sono state indicate per causare alcuni risultati negativi a breve termine, malgrado l'avvenimento del trasferimento placentare, poiché questa accade solo dopo che la ventesima settimana e non pregiudica l'organogenesi. Tuttavia, i risultati a lungo termine devono ancora essere determinati per questa relativamente nuova modalità.

Inoltre, l'uso del biologics non produce le complicazioni di gravidanza superiori ma invece fa diminuire le complicazioni neonatali a causa di induzione più efficiente della remissione della malattia.

Tuttavia, è importante assicurarsi che i neonati non ricevano l'immunizzazione finché l'età almeno di 12 mesi da evitare non abbia diffuso l'infezione dovuto il loro stato immunosuppressed. Allo stesso tempo, è essenziale per essere attento alla possibilità delle infezioni nell'infante senza c'è ne dei segni clinici preveduti solitamente presto ed alle indagini o al trattamento iniziate in tali casi.

Corticosteroidi

Queste droghe antinfiammatorie potenti sono usate per gestire l'attività di malattia una volta richieste persino durante la gravidanza, senza un rischio significativo di anomalie fetali.

Procedure per IBD nella gravidanza

Alcune indicazioni per l'endoscopia possono accadere durante la gravidanza, come spurgo, disfagia, la nausea o vomito gastrointestinale che non reagisce al trattamento, o se la massa colica è sospettata. Poiché l'endoscopia non è conosciuta per rappresentare una minaccia alla gravidanza, dovrebbe essere effettuata come indicato, con supporto ostetrico adeguato.

Riferimenti

Further Reading

Last Updated: Feb 26, 2019

Dr. Liji Thomas

Written by

Dr. Liji Thomas

Dr. Liji Thomas is an OB-GYN, who graduated from the Government Medical College, University of Calicut, Kerala, in 2001. Liji practiced as a full-time consultant in obstetrics/gynecology in a private hospital for a few years following her graduation. She has counseled hundreds of patients facing issues from pregnancy-related problems and infertility, and has been in charge of over 2,000 deliveries, striving always to achieve a normal delivery rather than operative.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Thomas, Liji. (2019, February 26). Malattia di viscere infiammatoria (IBD) nella gravidanza. News-Medical. Retrieved on June 20, 2021 from https://www.news-medical.net/health/Inflammatory-Bowel-Disease-(IBD)-in-Pregnancy.aspx.

  • MLA

    Thomas, Liji. "Malattia di viscere infiammatoria (IBD) nella gravidanza". News-Medical. 20 June 2021. <https://www.news-medical.net/health/Inflammatory-Bowel-Disease-(IBD)-in-Pregnancy.aspx>.

  • Chicago

    Thomas, Liji. "Malattia di viscere infiammatoria (IBD) nella gravidanza". News-Medical. https://www.news-medical.net/health/Inflammatory-Bowel-Disease-(IBD)-in-Pregnancy.aspx. (accessed June 20, 2021).

  • Harvard

    Thomas, Liji. 2019. Malattia di viscere infiammatoria (IBD) nella gravidanza. News-Medical, viewed 20 June 2021, https://www.news-medical.net/health/Inflammatory-Bowel-Disease-(IBD)-in-Pregnancy.aspx.

Comments

The opinions expressed here are the views of the writer and do not necessarily reflect the views and opinions of News Medical.