Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Diagnosi intestinale di Cryptosporidiosis

Il cryptosporidiosis intestinale è considerato un'emissione di salute pubblica importante. Il parassita responsabile di questa circostanza è trasmesso attraverso alimento o l'acqua contaminata dai oocysts sporulati dei parassiti dal genere Cryptosporidium. Questo organismo apicomplexan enterico di protozoo infetta le celle epiteliali intestinali e causa la diarrea transitoria in persone in buona salute. Tuttavia, può essere responsabile di diarrea cronica e seria in pazienti con disordine acquistato di immunodeficienza (AIDS) o altre immunodeficienze.

Una miriade delle tecniche è stata impiegata per individuare l'infezione con i parassiti di Cryptosporidium in esseri umani ed in animali. Questi includono:

  • esame delle feci per la presenza di oocysts
  • istologia ed esame ultrastrutturale dettagliato del materiale di biopsia per l'identificazione delle fasi di ciclo di vita
  • la rilevazione degli antigeni di Cryptosporidium
  • la rilevazione del suo materiale genetico mediante tecniche molecolari

Metodi tradizionali

Classicamente, la diagnosi del laboratorio del cryptosporidiosis intestinale è raggiunta da uno o più di seguenti tecniche:

  • la dimostrazione dei oocysts di Cryptosporidium negli esemplari delle feci
  • la dimostrazione dei parassiti di Cryptosporidium negli esemplari di biopsia di piccole viscere o nel liquido intestinale
  • trovando l'antigene di Cryptosporidium negli esemplari delle feci

I oocysts maturi di Cryptosporidium sono rotondi, µm 4-6 nella dimensione e facilmente identificabile con il metodo di macchiatura resistente all'acido di Kinyoun modificato; tuttavia, alcuni oocysts di Cryptosporidium non possono essere macchiati giustamente usando questo metodo e conseguentemente il presente come “organismi del tipo di Ghost„ che possono essere valutati soltanto dal personale con esperienza del laboratorio.

Per massimizzare il ripristino dei oocysts, è raccomandato che i campioni di feci siano concentrati prima della valutazione microscopica. Almeno tre esemplari delle feci dovrebbero essere interrogati prima che un risultato negativo sia riferito, anche se gli studi hanno indicato che il primo campione è abbastanza per la diagnosi accurata nella maggior parte dei casi.

La piccola biopsia delle viscere ed il liquido intestinale sono usati raramente per la diagnosi del cryptosporidiosis intestinale, ma l'analisi enzima-collegata dell'immunosorbente (ELISA) e l'analisi dell'immunofluorescenza sono impiegate ordinariamente. Le due tecniche posteriori sono metodi altamente sensibili e specifici e sono quindi convenienti per la schermatura del grande numero dei campioni materiali durante un corto periodo di tempo.

Metodi molecolari

I metodi di diagnosi dell'infestazione parassitaria che sono basati sulla macchiatura e sull'esame al microscopio ampiamente stanno sostituendi con le tecniche molecolari che sono specifiche per un agente patogeno di interesse. Uno di questi è la reazione a catena della polimerasi (PCR) che ha il vantaggio della sensibilità e della specificità migliorate nella diagnosi del cryptosporidiosis intestinale. Ciò ha limitato attualmente l'applicabilità nelle impostazioni di punto-de-cura o della basso risorsa dovuto il suo costo, i requisiti dell'infrastruttura come pure l'esigenza di alta capacità tecnica.

Quando la PCR è stata impiegata per individuare le specie di Cryptosporidium in campioni clinici, la prevalenza nei campioni di feci dei bambini sudafricani con diarrea è stata trovata per essere 20%. L'organismo è stato trovato in tre quarti dei malati di AIDS con diarrea dall'Uganda. La diagnosi di Cryptosporidium usando la PCR ha generalmente una sensibilità che ha luogo fra 97% e 100% e una specificità di 100%.

Combinazione di tecniche come approccio ottimale

ELISA e le analisi dell'immunofluorescenza sono altamente sensibili e specifici e la PCR è ancora migliore in questi rispetti. Tuttavia, il metodo di macchiatura presenta il vantaggio di rilevazione dell'infezione attiva, a differenza di questi metodi che non possono discriminare fra le infezioni attive e non attive. Inoltre, i metodi di macchiatura sono meno complicati e meno costosi, sebbene il loro uso significhi che alcuni casi del cryptosporidiosis intestinale andranno undiagnosed dovuto la loro sensibilità inerentemente più bassa.

Di conseguenza una combinazione di macchiatura dei metodi con le tecniche di PCR o di ELISA sarebbe “il sistema monetario aureo„ ed assicurerebbe che le infezioni con i parassiti di Cryptosporidium non andassero undiagnosed. Per concludere, poichè l'incidenza del cryptosporidiosis intestinale è evidentemente più alta in pazienti HIV positivi, riflettere i oocysts di Cryptosporidium in quelle persone aiuta nella fornitura del trattamento più efficace.

Sorgenti

Last Updated: Feb 26, 2019

Dr. Tomislav Meštrović

Written by

Dr. Tomislav Meštrović

Dr. Tomislav Meštrović is a medical doctor (MD) with a Ph.D. in biomedical and health sciences, specialist in the field of clinical microbiology, and an Assistant Professor at Croatia's youngest university - University North. In addition to his interest in clinical, research and lecturing activities, his immense passion for medical writing and scientific communication goes back to his student days. He enjoys contributing back to the community. In his spare time, Tomislav is a movie buff and an avid traveler.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Meštrović, Tomislav. (2019, February 26). Diagnosi intestinale di Cryptosporidiosis. News-Medical. Retrieved on May 15, 2021 from https://www.news-medical.net/health/Intestinal-Cryptosporidiosis-Diagnosis.aspx.

  • MLA

    Meštrović, Tomislav. "Diagnosi intestinale di Cryptosporidiosis". News-Medical. 15 May 2021. <https://www.news-medical.net/health/Intestinal-Cryptosporidiosis-Diagnosis.aspx>.

  • Chicago

    Meštrović, Tomislav. "Diagnosi intestinale di Cryptosporidiosis". News-Medical. https://www.news-medical.net/health/Intestinal-Cryptosporidiosis-Diagnosis.aspx. (accessed May 15, 2021).

  • Harvard

    Meštrović, Tomislav. 2019. Diagnosi intestinale di Cryptosporidiosis. News-Medical, viewed 15 May 2021, https://www.news-medical.net/health/Intestinal-Cryptosporidiosis-Diagnosis.aspx.

Comments

The opinions expressed here are the views of the writer and do not necessarily reflect the views and opinions of News Medical.