Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

È il morbo di Alzheimer ereditario?

Il morbo di Alzheimer è uno stato progressivo che causa il neurodegeneration che provoca la perdita di memoria, la confusione ed il deterioramento globale di funzione mentale.

Generalità di Alzheimer

La causa esatta del disordine ancora non è stabilita. Tuttavia, parecchie prove mostrano la partecipazione dei fattori genetici, collegati allo stile di vita ed ambientali. Il fuoco in parecchi studi in corso comprende come questi fattori interagiscono e contribuiscono alla patologia di Alzheimer.

I tessuti cerebrali dei pazienti di Alzheimer sono restretti tipicamente. Ciò accade a causa della torsione anormale dei fili proteina di tau del `' che causa la formazione di grovigli. Inoltre, i amiloide-beta peptidi profilatura in un modo irregolare e creano le placche.

Entrambi cessano nella perdita sinaptica e finalmente provocano la morte delle cellule cerebrali. Questi cambiamenti al livello cellulare riflettono i sintomi di Alzheimer. Questi comprendono il danno conoscitivo, la difficoltà nel prendere le decisioni o nel ricordo dei punti della routine quotidiana, il comportamento irrazionale e parecchi altri cambiamenti psicologici.

Cervello umano, a metà due: sano e morbo di Alzheimer. Neurone sano e neurone con le placche dell
Cervello umano, a metà due: sano e morbo di Alzheimer. Neurone sano e neurone con le placche dell'amiloide. Credito di immagine: Designua/Shutterstock

Proteina ereditaria

Le mutazioni genetiche, l'età, genere, inquinamento e determinati alimenti, tra l'altro, sono ampiamente fattori di rischio accettati per Alzheimer. Nessuno di cui indichi una possibilità diretta della trasmissione di Alzheimer da una persona commovente.

Tuttavia, un gruppo degli scienziati ha sfidato questo ANNUNCIO di credenza nel 2015. Hanno realizzato un'autopsia dei cervelli di otto persone che avevano ricevuto le iniezioni di un'ormone della crescita elaborata dai cadaveri umani.

Alcuni di questi prodotti sono stati infettati casualmente dalle proteine misfolded definite come prioni del `, che hanno provocato il morbo di Creutzfeldt-Jakob, uno stato neurologico interno. Oltre ai prioni, gli scienziati hanno osservato le placche biancastre nei cervelli di queste persone. Questa osservazione ha provocato la speculazione che la amiloide-beta proteina potrebbe anche trasmettere attraverso le iniezioni dell'ormone della crescita.

Inoltre, la scoperta significa che la amiloide-beta proteina potrebbe essere ereditaria involontariamente durante le procedure chirurgiche del cervello. Tuttavia, un'altra caratteristica tipica di Alzheimer - i grovigli della proteina di tau del `' erano assenti nei cervelli di queste persone.

C'era una simile prova fra ANNUNCIO 1958 l'ANNUNCIO e 1985 quando circa 30.000 persone globalmente hanno ricevuto le iniezioni dell'ormone della crescita per trattare la breve altezza. Questi prodotti egualmente sono stati derivati dai cadaveri umani, che sono stati infettati dai prioni.

Gli scienziati hanno fermato l'amministrazione non appena il rischio di morbo di Creutzfeldt-Jakob è diventato evidente in un piccolo numero di persone. Le teorie sono emerso che la amiloide-beta proteina potrebbe avere un meccanismo di trasmissione del tipo di virus (simile ai prioni).

Studi preclinici e clinici

In uno studio preclinico, i ricercatori hanno sviluppato artificialmente il morbo di Alzheimer in un insieme dei mouse. Hanno derivato la amiloide-beta proteina dai mouse. La hanno iniettata nei cervelli dei mouse sani. le Amiloide-beta placche più successivamente sono state osservate nei cervelli dei mouse sani e finalmente, egualmente hanno sofferto da perdita di memoria simile ai mouse con il morbo di Alzheimer.

I ricercatori avanzano provato per amministrare le amiloide-beta proteine infettate tramite vie orali, intranasali, endovenose ed intraoculari. Nessuno di cui mostri lo sviluppo dei sintomi di Alzheimer in mouse sani.

In un altro studio, i mouse sani hanno sviluppato i sintomi di Alzheimer dopo la ricezione dei trapianti del tessuto cerebrale dai mouse infettati.

Gli scienziati egualmente hanno effettuato un altro grande studio clinico retrospettivo che fa partecipare le persone che hanno ricevuto le iniezioni dell'ormone umano della crescita che hanno contenuto involontariamente le piccole quantità proteine del ` e di amiloide-beta di tau'.

Tuttavia, nessuno di queste persone sono state trovate per avere sintomi di Alzheimer. Ciò ha potuto anche essere dovuto il maggiore età relativamente giovane di queste persone ai tempi dello studio. Ulteriore video è richiesto.

Alzheimer si sparge tramite il contatto?

Tenendo conto della prova preclinica e clinica, la possibilità della trasmissione di Alzheimer durante le neurochirurgie o le iniezioni nel cervello non può completamente essere eliminata. Tuttavia, l'omissione di eliminare una possibilità non implica automaticamente la sua validità.

Simile ad altri fattori di rischio quali l'età, il genere, la cronologia familiare ed i grilletti genetici, i beni ereditari di Alzheimer hanno potuto essere una possibilità basata sui dati preclinici attualmente disponibili. Tuttavia, questo deve essere provato clinicamente.

Comunque, è molto chiaro che anche se la patofisiologia precisa di Alzheimer non è conosciuta, la malattia non è contagiosa. Non si sparge attraverso il contatto fisico generale o intimo.

Sorgenti

Further Reading

Last Updated: Jun 28, 2019

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Patel, HH. (2019, June 28). È il morbo di Alzheimer ereditario?. News-Medical. Retrieved on February 25, 2021 from https://www.news-medical.net/health/Is-Alzheimers-Disease-Transmissible.aspx.

  • MLA

    Patel, HH. "È il morbo di Alzheimer ereditario?". News-Medical. 25 February 2021. <https://www.news-medical.net/health/Is-Alzheimers-Disease-Transmissible.aspx>.

  • Chicago

    Patel, HH. "È il morbo di Alzheimer ereditario?". News-Medical. https://www.news-medical.net/health/Is-Alzheimers-Disease-Transmissible.aspx. (accessed February 25, 2021).

  • Harvard

    Patel, HH. 2019. È il morbo di Alzheimer ereditario?. News-Medical, viewed 25 February 2021, https://www.news-medical.net/health/Is-Alzheimers-Disease-Transmissible.aspx.

Comments

The opinions expressed here are the views of the writer and do not necessarily reflect the views and opinions of News Medical.