Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Livelli di idratazione e di funzione conoscitiva

L'acqua compensa intorno 50-70% del peso del corpo umano ed è necessaria per il funzionamento quotidiano dell'organismo, compreso svolgere i ruoli chiave nel metabolismo, mantenimento del bilanciamento di elettrolito, trasportatore nutriente, fornisce la lubrificazione per le giunzioni e gli organi come pure fornisce la struttura alle vari celle e tessuti.

Acqua

Credito di immagine: Singkham/Shutterstock.com

I deficit in acqua dell'organismo (disidratazione) possono piombo ai problemi gravi all'interno dell'organismo come pure pregiudicare negativamente il cervello e la funzione conoscitiva.

Parecchi studi hanno indicato la funzione conoscitiva diminuita nella disidratazione e l'importanza di restare idratata per conservare (o persino migliorare) la funzione conoscitiva. Tuttavia, non tutti gli studi hanno raggiunto le stesse conclusioni.

Effetti di disidratazione sulla funzione del cervello e dell'organismo

Tipicamente, l'organismo produce approssimativamente 2550ml dell'acqua al giorno. Ciò include intorno a 300ml con perdita di acqua respiratoria (in adulti sedentari), perdita di acqua insensibile attraverso per esempio sudore intorno a 450ml/day, minzione verso il 1600 di ml/day e perdita di acqua attraverso le feci intorno a 200ml/day.

L'esercizio, l'umidità, il calore, l'esposizione del sole e gli stati di salute possono notevolmente aumentare l'output totale dell'acqua (intorno a 3100ml+/day). Di conseguenza, la perdita di acqua deve essere compensata da presa di acqua sotto forma di acqua (intorno a 2L o a 8 tazze al giorno), di altre bevande e di alimento.

Quando la perdita di acqua sostituisce l'assunzione, le diminuzioni di volume di sangue e gli aumenti di osmolarità del plasma (maggiori del 280-290mOsm/kg strettamente mantenuto). Quando le diminuzioni di volume di sangue, questa causa l'ipotensione (pressione sanguigna diminuita) ed attraverso il sistema dell'renina-angiotensina-Ii, piombo all'output in diminuzione dell'urina per conservare l'acqua ed anche per stimolare la sete dai baroreceptors che rilasciano AVP. Quando il liquido è consumato, la secrezione di AVP è diminuita, diminuente la sete.

Il cervello, confrontato al resto dell'organismo contiene la più massa dell'acqua, circa 75% di tutta la massa del cervello è l'acqua. Come citato, l'acqua è richiesta per fornire il supporto metabolico e strutturale per le celle ed i tessuti come pure è compresa nel trasporto delle sostanze nutrienti e dei composti essenziali, che sono essenziali per la funzione di un neurone adeguata.

Gli studi hanno indicato che la funzione conoscitiva diminuisce a perdita di acqua delicata di perdita di acqua dell'organismo di intorno 2%, sebbene questa potesse essere influenzata tramite le diverse differenze per quanto riguarda i livelli di forma fisica e la tolleranza di disidratazione.

Questi comprendono la concentrazione più difficile, aumentati tempi di reazione, emissioni di memoria a breve termine e cambiamenti negativi dell'umore. Così perdita delicata di acqua dall'organismo può accadere semplicemente come conseguenza delle attività quotidiane di routine particolarmente in adulti che consumano soltanto intorno a 1L dell'acqua (o di 4 tazze degno) un giorno.

Altri sintomi fisiologici di disidratazione delicata che pregiudicano il cervello possono comprendere la sventatezza, le vertigini, l'emicrania, la nausea e la fatica. Molte emicranie quotidiane possono essere attribuite a disidratazione delicata. Quindi, questi fattori possono svolgere un ruolo nella funzione conoscitiva diminuita una volta disidratati.

In uno studio, 26 uomini e 25 donne (intorno 20-23 anni) sono stati iscritti ad uno ad uno studio controllato a placebo ripartito con scelta casuale che esamina gli effetti di disidratazione delicata su cognizione.  Una pillola diuretica, o il placebo, è stato amministrato si è combinato con l'esercizio.

Le prove conoscitive sono state eseguite 20 minuti dopo le sessioni di esercizio 3x e prova inclusa per la memoria, la vigilanza, la velocità di trattamento come pure una valutazione dell'umore.

I risultati indicano che le donne notevolmente sono state influenzate in termini di fatica, più emicranie come pure difficoltà di concentrazione mentre gli uomini non sono sembrato soffrire da tali effetti contrari. Quindi, le donne sono più sensibili ai cambiamenti dehydration=induced delicati dell'umore e conoscitivi confrontati agli uomini.

Ciò più ulteriormente è stata supportata da un altro studio (che comprende un veloce fluido di 24 ore) che ha trovato i simili effetti ma egualmente ha aumentato la sonnolenza e la fatica, combinato con gli atteggiamenti peggiorati, durante i periodi di digiuno dell'acqua.

D'importanza, la reidratazione (dopo 24 ore) mentre migliorando l'umore, non non piombo ai miglioramenti per affaticare ed al vigore che suggerisce i periodi più lunghi di privazione fluida può esibire gli effetti più duraturi sul cervello malgrado la reidratazione.

È importante notare che questi effetti erano risoluti da un gruppo di olds di early-20-year e non possono riflettere la situazione in persone più anziane o più giovani come pure quelle con gli stati di salute cronici.

Disidratazione

Credito di immagine: Maridav/Shutterstock.com

Effetti di idratazione sulla funzione del cervello

Lo studio di cui sopra, mentre fornendo le comprensioni importanti negli effetti di disidratazione moderata, non è in genere riflettente degli scenari di ogni giorno. In un altro studio, i bevitori in grande quantità abituali (>2L/day) sono stati chiesti di abbassare la loro presa di acqua a 1L/day ed i bevitori del volume basso (<1.2L/day) sono stati chiesti di aumentare loro bere a 2.5L/day i 3 giorni.

I risultati da questo studio hanno indicato che quelli che hanno aumentato la loro presa di acqua quotidiana segnata meglio sui disgaggi dell'umore e disgaggi fisiologici (sonnolenza abbassata compresa), meno sete e confusione. Quelli che hanno fatto diminuire la loro presa di acqua quotidiana hanno segnato peggio sulle classificazioni dell'umore come pure erano più assetati e meno calmi.

Quindi, la presa di acqua quotidiana aumentante, sia alcuni più vetri al giorno che il normale può piombo ad emozionale più duraturo, al risveglio ed ai cambiamenti di energia connessi con un effetto positivo di cognizione. D'altra parte, regolarmente consumando di meno che 1.2L/day e che è disidratato è associato con gli effetti conoscitivi peggiori ed il funzionamento di ogni giorno.

Questi effetti sono particolarmente importanti per le persone anziane che sono più a rischio della funzione conoscitiva alterata accoppiata con disidratazione moderata. Migliore idratazione, come nel caso con i più giovani adulti più sani, è associato con gli effetti positivi su cognizione.

Ciò è egualmente il caso con i bambini più in giovane età che eseguono meglio una volta idratati ed eseguono peggio una volta disidratati. Ciò ha implicazioni enormi per l'apprendimento ed il comportamento in banchi e suggerisce che tenere idratato sia chiave assicurare l'apprendimento e l'attenzione ottimali - oltre all'umore ed al comportamento.

Si speculerebbe che quelli che rivedono o catturano gli esami una volta completamente idratati avrebbero eseguito meglio di quelli che sono stati disidratati (entrambi durante l'apprendimento e le fasi di prova). Effettivamente, uno studio ha trovato che consumo di acqua prima che le prove fossero associate con la prestazione migliore sulle mansioni di memoria e sull'attenzione visiva che coloro che non ha consumato l'acqua.

Riassumendo, essendo e restando idratato è critico al funzionamento normale e perfetto dell'organismo e del cervello, d'importanza nel mantenimento della funzione conoscitiva. Anche la disidratazione delicata (intorno 4 tazze o di meno al giorno) è associata con la funzione conoscitiva diminuita caratterizzata da fatica aumentata, dalla sonnolenza, dall'umore peggiore e dall'attenzione.

Gli studi hanno indicato che i livelli aumentanti di idratazione hanno effetti benefici sulla funzione conoscitiva migliorando l'umore, l'energia e l'attenzione - particolarmente negli scolari e negli anziani. Assicurandoci restiamo idratati regolarmente (intorno a 2L/day) in adulti assicuriamo il perfetto funzionamento conoscitivo e perfino un periodo di disidratazione delicata può pregiudicare avversamente l'umore e la memoria.

Sorgenti:

Last Updated: Sep 16, 2020

Dr. Osman Shabir

Written by

Dr. Osman Shabir

Osman is a Postdoctoral Research Associate at the University of Sheffield studying the impact of cardiovascular disease (atherosclerosis) on neurovascular function in vascular dementia and Alzheimer's disease using pre-clinical models and neuroimaging techniques. He is based in the Department of Infection, Immunity & Cardiovascular Disease in the Faculty of Medicine at Sheffield.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Shabir, Osman. (2020, September 16). Livelli di idratazione e di funzione conoscitiva. News-Medical. Retrieved on January 27, 2022 from https://www.news-medical.net/health/Levels-of-Hydration-and-Cognitive-Function.aspx.

  • MLA

    Shabir, Osman. "Livelli di idratazione e di funzione conoscitiva". News-Medical. 27 January 2022. <https://www.news-medical.net/health/Levels-of-Hydration-and-Cognitive-Function.aspx>.

  • Chicago

    Shabir, Osman. "Livelli di idratazione e di funzione conoscitiva". News-Medical. https://www.news-medical.net/health/Levels-of-Hydration-and-Cognitive-Function.aspx. (accessed January 27, 2022).

  • Harvard

    Shabir, Osman. 2020. Livelli di idratazione e di funzione conoscitiva. News-Medical, viewed 27 January 2022, https://www.news-medical.net/health/Levels-of-Hydration-and-Cognitive-Function.aspx.

Comments

The opinions expressed here are the views of the writer and do not necessarily reflect the views and opinions of News Medical.