Epidemiologia di listeriosi

La listeriosi rappresenta una malattia dilagante seria che pregiudica principalmente le donne incinte, i neonati e le persone immunocompromised. Gli alimenti contaminati sono veicolo usato dall'organismo causativo, monocytogenes di listeria, per la sua trasmissione agli esseri umani. I più grandi e più piccoli scoppi di listeriosi sono stati riferiti in tutto il globo.

Il significato di salute pubblica di listeriosi non è riconosciuto adeguatamente, particolarmente poiché è considerato raro rispetto ad altre malattie portate dagli alimenti. Ciò nonostante, dovuto la sue severità ed alta mortalità, listeriosi è considerato come una di cause della morte più frequenti quando le malattie portate dagli alimenti sono interessate.

Prevalenza ed incidenza della malattia

La listeriosi ha una tariffa di incidenza bassa ed è riferita quasi esclusivamente in paesi industrializzati (dati dall'Asia, dall'Africa e dal Sudamerica sono insufficienti). in Europa, l'incidenza di questa malattia è circa tre casi per milione abitanti, ma le tariffe aumentate sono state riferite in paesi quali la Germania, l'Estonia, la Lettonia, la Lituania, l'Italia, i Paesi Bassi ed il Regno Unito. Ancora, in Austria l'incidenza di listeriosi si è raddoppiata fra 1997 e 2007.

Nel Canada e U.S.A., l'incidenza riferita è circa quattro e tre casi per milione abitanti, rispettivamente. Lo scoppio straordinario di listeriosi negli Stati Uniti ha accaduto nel 2011, che sono stati rintracciati di nuovo ai cantalupi contaminati che hanno provocato le 142 ospedalizzazioni e 33 morti. Dall'agosto 2008 al dicembre 2008, 22 persone sono morto nello scoppio di listeriosi di 2008 canadesi.

Una vasta gamma di prodotti alimentari sono stati associati con la trasmissione di listeriosi, soprattutto latte e prodotti lattier-caseario, i prodotti a base di carne (pollo cucinato, pâté, ruscelletti, salsiccie, salame), verdure (insalate del riso e dell'insalata di cavoli, sedano, alfalfa) e, in un poco grado, i prodotti a base di pesce (pesce, crostacei, gamberetto affumicati). Generalmente, questi alimenti hanno prolungato la durata di prodotto in magazzino, non richiedono più ulteriormente la cottura e non sostengono la crescita del batterio.

I monocytogenes di listeria il più delle volte connessi con i casi di listeriosi appartengono ai sierotipi 1/2a, 1/2b e 4b. Gli studi epidemiologici di video impiegano le tecniche genotyping differenti, con l'elettroforesi del gel del campo di impulso (PFGE) come lo standard dorato dovuto la sue distinzione e riproducibilità per sotto-digitare molecolare di questo agente patogeno.

Gruppi di rischio

Gli avanzamenti medici ed i cambiamenti demografici hanno provocato un aumento nella dimensione dei gruppi a rischio sicuri per listeriosi, vale a dire gli anziani ed i pazienti immunocompromised. Deve essere notato che, anche se la listeriosi può causare la malattia in tutte le popolazioni, più di 50% di tutti i casi si presentano in quelli più vecchio di 65 anni.

Inoltre, i gruppi sicuri all'interno della popolazione in genere che hanno uno stato di fondo che può piombo al danno di immunità T-cella-mediata sono particolarmente suscettibili di questa infezione - vale a dire persone immunocompromised su determinati farmaci (quali i pazienti di trapianto di organi) e persone affette da HIV.

La listeriosi è circa 18 volte più comune in donne incinte che nella popolazione in genere. Ancora, le donne incinte rappresentano 16-27% di tutte le infezioni listerial, che possono causare la malattia delicata in madri, ma possono essere devastanti al feto, in alcuni casi piombo alla malattia severa o alla morte del feto. L'incidenza di listeriosi nel neonato è stimata ad un tasso di 8,6 per 100.000 nati vivi.

Sorgenti

  1. http://www.cdc.gov/listeria/outbreaks/index.html
  2. http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3593057/
  3. http://www.ejmii.com/article_pdf.php?code=PDT4b0e6a012bcd4
  4. http://journal.frontiersin.org/article/10.3389/fmicb.2015.00384/full
  5. http://europepmc.org/backend/ptpmcrender.fcgi?accid=PMC358189&blobtype=pdf
  6. Kerr chilogrammo. Speci di Erysipelothrix e di listeria. In: Gillespie S, Hawkey PM, editori. Principi e pratica di batteriologia clinica. John Wiley & figli, 2006; pp. 139-158.

Further Reading

Last Updated: Aug 23, 2018

Dr. Tomislav Meštrović

Written by

Dr. Tomislav Meštrović

Dr. Tomislav Meštrović is a medical doctor (MD) with a Ph.D. in biomedical and health sciences, specialist in the field of clinical microbiology, and an Assistant Professor at Croatia's youngest university - University North. In addition to his interest in clinical, research and lecturing activities, his immense passion for medical writing and scientific communication goes back to his student days. He enjoys contributing back to the community. In his spare time, Tomislav is a movie buff and an avid traveler.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Meštrović, Tomislav. (2018, August 23). Epidemiologia di listeriosi. News-Medical. Retrieved on May 27, 2020 from https://www.news-medical.net/health/Listeriosis-Epidemiology.aspx.

  • MLA

    Meštrović, Tomislav. "Epidemiologia di listeriosi". News-Medical. 27 May 2020. <https://www.news-medical.net/health/Listeriosis-Epidemiology.aspx>.

  • Chicago

    Meštrović, Tomislav. "Epidemiologia di listeriosi". News-Medical. https://www.news-medical.net/health/Listeriosis-Epidemiology.aspx. (accessed May 27, 2020).

  • Harvard

    Meštrović, Tomislav. 2018. Epidemiologia di listeriosi. News-Medical, viewed 27 May 2020, https://www.news-medical.net/health/Listeriosis-Epidemiology.aspx.

Comments

The opinions expressed here are the views of the writer and do not necessarily reflect the views and opinions of News Medical.