Struttura di linfonodo

I linfonodi sono strutture molli e grumose, generalmente abbronzatura a colori. Contengono i linfociti, i macrofagi ed il DCS. Gli esseri umani hanno circa 450 linfonodi.

Credito: Katryna Kon/Shutterstock.com

I linfonodi sono situati alla giunzione dei vasi linfatici nell'organismo. I vasi linfatici trasportano il liquido che contiene il materiale antigenico, le celle dentritiche (DCs) ed i prodotti biochimici infiammatori dai siti dell'infezione. La struttura globale del linfonodo è dei lobuli multipli circondati dai seni riempiti di linfa. Tutto il questo è qui accluso all'interno di una capsula.

All'interno dei linfonodi, in una struttura specializzata dello stroma ha chiamato gli antigeni reticolari della visualizzazione del DCS, del reticolo ai linfociti, che poi subiscono l'espansione clonale per produrre i nuovi linfociti come pure le celle di plasma che secernono gli anticorpi. Il reticolo reticolare organizza queste interazioni e gli antigeni polverizzati dei filtrante dalla linfa in modo da possono distruggersi dai macrofagi.

Il lobulo linfoide

Il lobulo è l'unità di base del linfonodo, anatomicamente e dal punto di vista funzionale. Un piccolo linfonodo ha potuto contenere soltanto un singolo lobulo. I più grandi vertici possono avere lobuli molti. I lobuli linfoidi si irradiano da una depressione centrale. Ogni lobulo è bulboso al tob con una base dei cavi sottili.

I lobuli hanno root vascolari, ma sono separati dalla capsula da un seno. Ci sono compartimenti separati all'interno del lobulo in cui le celle ed i linfociti B di T interagiscono con l'antigene che presenta le celle (APCs) e subiscono l'espansione clonale. Ci sono follicoli primari all'interno del lobulo in cui i linfociti B esaminano le celle dentritiche follicolari. I linfociti B stimolati proliferano dentro i follicoli e quei follicoli successivamente sono conosciuti come follicoli secondari.

Esclusivamente, all'interno del paracortex e della corteccia interfollicular, le celle di T esaminano il DCS. I linfociti T proliferano nel paracortex, che ingrandice, ma non produce una struttura analoga al follicolo secondario.

Ogni lobulo è circondato dai seni linfatici divisi nei seni subcapsular, trasversali e midollari. Un vaso linfatico afferente fornisce la linfa al seno subcapsular sopra ogni lobulo. La linfa si sparge dal seno sopra la punta del lobulo e scorre giù i sui lati e nei seni midollari.

La linfa poi vuota in un'imbarcazione efferente che esce il vertice. Ogni vaso linfatico afferente raccoglie la linfa da un campo differente di grenaggio. Quindi, ogni lobulo può essere esposto agli insiemi degli antigeni molto differenti, APC e mediatori infiammatori. Quello significa che i lobuli differenti possono avere livelli differenti di attività e non può essere costante nell'aspetto.

Reticolo reticolare

La rete reticolare del tipo di spugna contiene le celle reticolari fibroblastiche prolungate (FRCs) e le fibre reticolari. Il reticolo reticolare riempie l'intero linfonodo e forma la struttura dei lobuli, attraversando il lumen ed i seni. FRCs suddivide il lobulo nei canali stretti occupati dai linfociti, dai macrofagi e dagli APC. I linfociti aderiscono all'area del FRCs e strisciano lungo loro. Il reticolo reticolare crea uno spazio del labirinto all'interno del lobulo.

Misurando i seni sia rami più sottili e più delicati del reticolo reticolare. Un tipo di macrofago chiamato un histiocyte del seno aderisce, ai batteri snaring, ai detriti cellulari, ai globuli rossi e ad altre particelle sospese nella linfa mentre attraversa.

Un livello di FRCs appiattito allinea i seni. Impedisce la linfa, le celle e le particelle passivamente entrare nei lobuli. FRCs secerne i fili della matrice extracellulare che sono chiamati fibre reticolari. I trattamenti di FRC avvolgono le fibre reticolari e le uniscono in tubi che coprono la maggior parte dell'area delle fibre. I trattamenti citoplasmici tubolari e le fibre reticolari formano una rete di tubazioni che trasporta i mediatori e gli antigeni infiammatori dai seni nel lobulo.

Sorgenti:

Further Reading

Last Updated: Feb 26, 2019

Dr. Catherine Shaffer

Written by

Dr. Catherine Shaffer

Catherine Shaffer is a freelance science and health writer from Michigan. She has written for a wide variety of trade and consumer publications on life sciences topics, particularly in the area of drug discovery and development. She holds a Ph.D. in Biological Chemistry and began her career as a laboratory researcher before transitioning to science writing. She also writes and publishes fiction, and in her free time enjoys yoga, biking, and taking care of her pets.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Shaffer, Catherine. (2019, February 26). Struttura di linfonodo. News-Medical. Retrieved on November 14, 2019 from https://www.news-medical.net/health/Lymph-Node-Structure.aspx.

  • MLA

    Shaffer, Catherine. "Struttura di linfonodo". News-Medical. 14 November 2019. <https://www.news-medical.net/health/Lymph-Node-Structure.aspx>.

  • Chicago

    Shaffer, Catherine. "Struttura di linfonodo". News-Medical. https://www.news-medical.net/health/Lymph-Node-Structure.aspx. (accessed November 14, 2019).

  • Harvard

    Shaffer, Catherine. 2019. Struttura di linfonodo. News-Medical, viewed 14 November 2019, https://www.news-medical.net/health/Lymph-Node-Structure.aspx.

Comments

The opinions expressed here are the views of the writer and do not necessarily reflect the views and opinions of News-Medical.Net.
Post a new comment
Post