Cronologia di malaria

La malaria è stata conosciuta all'umanità per le migliaia di anni. Intorno 7,000-12,000 anni fa con aumento nelle temperature in Africa, nell'aumento nell'umidità che crea le nuove fonti d'acqua e nell'inizio dell'agricoltura Medio Oriente ed in Africa orientale del nord là erano parecchi organismi dell'acqua e raggruppamenti dell'acqua. Ciò piombo ad un clima e ad un'area favorevoli per crescere e la trasmissione dei parassiti di malaria e dei sui portafili, la zanzara.

Resistenza umana a malaria

La diffusione e la vulnerabilità a malaria possono essere rintracciate dall'evoluzione delle mutazioni di G6PD, della talassemia e della cellula falciforme. Questi nel loro stato dei portafili, resistenza degli esseri umani di elasticità a malaria.

Anemia faciforme

L'influenza più-studiata del parassita di malaria sopra il genoma umano è una malattia del sangue ereditaria chiamata l'anemia faciforme. Quei commoventi anche parzialmente hanno protezione sostanziale contro malaria.

Nell'anemia faciforme, c'è una mutazione nel gene “di HBB„, che codifica l'sottounità della beta-globina di emoglobina. Ciò piombo ad un cambiamento da idrofilo ad un amminoacido idrofobo in RBC che piombo alla deformità di RBCs in una forma “della falce„. Tali celle deformi sono rimosse rapido dal sangue, pricipalmente nella milza, per la distruzione e riciclare.

Nella fase del merozoite del suo ciclo di vita, il parassita di malaria vive dentro i globuli rossi. Se c'è sia falce che emoglobina normale nel sangue i merozoites sono più probabili essere probabili essere deformi e distruggersi prima che i parassiti della figlia emergano.

Thalassemias

Thalassaemias è un altro modulo delle mutazioni dell'emoglobina trovate nel genoma umano connesso con malaria. Gli studi in Sardegna ed in Papuasia Nuova Guinea hanno trovato che la frequenza genica dei β-thalassaemias è collegata con il livello di episodi di malaria in una popolazione. Quelli con malaria hanno una probabilità in diminuzione 50% di ottenere la malaria clinica.

Gli antigeni di Duffy sono antigeni espressi sui globuli rossi e su altre celle nell'organismo che funge da ricevitori di un chemokine. Questi sono codificati dai geni di Fy (Fya, Fyb, Fyc ecc.). La malaria del vivax del plasmodio usa l'antigene di Duffy per entrare nei globuli. Il genotipo è molto raro in popolazioni europee, asiatiche ed americane, ma è trovato in quasi tutta popolazione autoctona dell'ovest e dell'Africa centrale. Questo modulo del gene offre una protezione contro l'infezione del vivax del P.

Carenza di G6PD

Altri genotipi che sono associati con il rischio di malaria comprendono la carenza della deidrogenasi (G6PD) di Glucose-6-phosphate. Una carenza genetica in questo enzima provoca la protezione aumentata contro malaria severa. L'antigene HLA-B53 egualmente è associato con a basso rischio di malaria severa.

2700 BC

La malaria è pensata per spargersi con l'esercito di Alessandro Magno. È stata descritta BC in primo luogo dal cinese nei NEI Ching (Canon di medicina) in 2700 e poi egualmente hanno descritto, l'uso dell'impianto qing di hoa (assenzio romano annuale o dolce) per febbre in ANNUNCIO 340.

Da dove la malaria di termine viene?

La malaria di termine è derivata dal termine italiano “mal„ o Male e “aria„ o aria. Ha significato l'aria ripugnante o cattiva mentre la gente inizialmente ha notato che shuttering sulle case e non uscendo nella sera ha diminuito il rischio dai gas della palude ed il rischio di malaria.

“La corteccia della gesuita„

Era nel Sudamerica, in cui gli effetti della corteccia dell'albero di cincona (che contiene chinina) sono risultati efficaci nel trattamento di malaria. Una legenda descrive la cincona che cattura il suo nome dalla contessa di Chinchon, moglie di un viceré peruviano che era essiccato di febbre nel 1658.

La cincona è stata inclusa nella farmacopea britannica nel 1677 e più successivamente è stato conosciuta come “la polvere della gesuita„ o “la corteccia della gesuita„ da coloro che in primo luogo la ha usata. I viaggiatori olandesi hanno portato i semi dell'albero dalla Bolivia e con successo hanno coltivato questo nelle loro colonie indonesiane. Hanno avuti un monopolio sull'offerta.

Scoperta del parassita di protozoo

Alphonse Laveran, un medico militare francese, ha scoperto il parassita di protozoo nel 1880, mentre lavorando in Algeria. È stato lodato nel 1907 con il premio Nobel per questo. Grassi e Filetti, ricercatori italiani hanno nominato il vivax di Plasmodium e malariae del plasmodio nel 1890 e un americano, gallese, nominato falciparum di Plasmodium nel 1897. Stephens ha nominato l'ultimo dei quattro, ovale del P., nel 1922. Era sir Ronald Ross, un ufficiale nel servizio medico indiano che ha scoperto la trasmissione di malaria dalla zanzara dall'uccello all'uccello nel 1897 a Calcutta, India, utile il premio Nobel nel 1902.

Scoperta di clorochina

La clorochina è stata scoperta nel 1934 da Hans tedesco Andersag. La clorochina non è stata riconosciuta come efficace ed antimalarico sicuro fino al 1946. Era nel 1944 che la chinina è stata sintetizzata chimicamente per la prima volta.

Vaccini antimalarici

Attualmente gli studi sono sopra di sviluppare gli efficaci vaccini antimalarici, lo sviluppo di nuove droghe antimalariche per la prevenzione ed il trattamento di malaria. Il progetto del genoma di malaria è sperato per fornire i nuovi obiettivi per sia le droghe che i vaccini.

Sorgenti

  1. http://www.nhs.uk/Conditions/Malaria/Pages/Introduction.aspx
  2. http://www.bbc.co.uk/health/physical_health/conditions/malaria1.shtml
  3. http://www.cdc.gov/malaria/malaria_worldwide/index.html
  4. http://www.niaid.nih.gov/topics/malaria/documents/malaria.pdf

Further Reading

Last Updated: Feb 27, 2019

Dr. Ananya Mandal

Written by

Dr. Ananya Mandal

Dr. Ananya Mandal is a doctor by profession, lecturer by vocation and a medical writer by passion. She specialized in Clinical Pharmacology after her bachelor's (MBBS). For her, health communication is not just writing complicated reviews for professionals but making medical knowledge understandable and available to the general public as well.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Mandal, Ananya. (2019, February 27). Cronologia di malaria. News-Medical. Retrieved on April 08, 2020 from https://www.news-medical.net/health/Malaria-History.aspx.

  • MLA

    Mandal, Ananya. "Cronologia di malaria". News-Medical. 08 April 2020. <https://www.news-medical.net/health/Malaria-History.aspx>.

  • Chicago

    Mandal, Ananya. "Cronologia di malaria". News-Medical. https://www.news-medical.net/health/Malaria-History.aspx. (accessed April 08, 2020).

  • Harvard

    Mandal, Ananya. 2019. Cronologia di malaria. News-Medical, viewed 08 April 2020, https://www.news-medical.net/health/Malaria-History.aspx.

Comments

The opinions expressed here are the views of the writer and do not necessarily reflect the views and opinions of News-Medical.Net.