Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Lesioni Maxillofacial

Le lesioni alla regione maxillofacial sono equo comuni nella medicina di emergenza. Questa area è di importanza particolare, perché è pericolosamente vicino all'organo più importante nell'organismo - il cervello. Inoltre, l'estensione maxillofacial, o messo semplicemente, la nostra fronte di taglio, è uno degli elementi più imperativi nel nostro benessere psicosociale di ogni giorno.

Tomografia computerizzata (scansione 3DCT) dell
Tomografia computerizzata (scansione 3DCT) dell'osso facciale, mostrante le fratture maxillofacial multiple. Credito di immagine: Suttha Burawonk /Shutterstock

Tutto il danno in questa regione ha potuto avere impatti psicologici di devastazione. Può colloquialmente riferirsi a come l'organo del ` di emozione' e cattura la nostra capacità di fornire le indicazioni sociali che sono essenziali per la nostra sopravvivenza in una società che è fortemente dipendente sulle nostre capacità di comunicare tra loro.

La regione maxillofacial può essere divisa in tre parti delle proporzioni equo uguali - la fronte di taglio superiore, metà di e più bassa. È domestica ad una schiera dei sistemi motore-sensitivi che sono di importanza fondamentale per le funzioni, quali la visione, l'olfatto e l'audizione come pure degli scopi vestibolari, somatosensory e gustativi. Non solo alloggia queste funzioni critiche, ma egualmente è associata intimamente con alcune strutture molto vitali che sono presenti nella testa e nel collo. Questi comprendono le parti superiori di nostri respiratorio e apparati digerente come pure una pletora di gruppi neurovascular.

Etiopathogenesis

Secondo l'impostazione locale, l'eziologia di questi tipi di lesioni può variare. La maggior parte della causa comune delle lesioni maxillofacial in paesi categorizzati come ` che si sviluppa' è incidente automobilistico (MVA). Al contrario, il ` ha sviluppato' l'assalto violento di rapporto dei paesi come la maggior parte della causa comune, che poi è seguita da MVA. Le cadute e gli incidenti durante le altre attività, quale corsa con gli sci, ciclante e pattinante, fanno parte egualmente dell'eziologia. Queste lesioni possono essere classificate come tessuto molle se, per esempio, solo l'interfaccia è implicata. D'altra parte, sono considerate mentre ossuto se le fratture sono implicate, o speciale se le strutture quali gli occhi ed i nervi facciali sono implicate.

In modo che una lesione maxillofacial da accadere, la forza sotto forma di energia cinetica è richiesta. La severità della lesione è direttamente proporzionale alla forza applicata. Tuttavia, le parti differenti dell'estensione maxillofacial possono richiedere gli importi differenti di forza in modo che un impatto di provocare ferite risultanti. Le aree quali la mandibola, la mascella superiore ed il cerchio supraorbital sono più resistenti alle forze e come tali richiedono gli impatti di più alta energia prima che il danno possa accadere. Contrariwise, l'energia più bassa forza facilmente il danno le ossa del ponte nasale o di Arch. zygomatic.

Presentazione clinica

La presentazione clinica dipende in gran parte da esattamente dove nella regione maxillofacial la lesione si è presentata. La fronte di taglio superiore comprende l'area fra la linea sottile e la glabella (cioè la protuberanza situata fra le sopracciglia). Le strutture che possono essere nociute a in questa zona della fronte di taglio sono l'osso frontale ed il seno.  Oltre alle lacerazioni o contusioni e reclami ovvi di dolore facciale, i pazienti con l'osso frontale e/o le fratture del seno frontale possono presentare con l'ematoma, l'enfisema sottocutaneo e la parestesia dei nervi supratrochlear e supraorbital.  Inoltre, questi pazienti possono avere un'area visibilmente depressa sulla fronte.

La mezzo fronte di taglio si estende dalla glabella fino il fondo del columella (cioè la chiusura esterna del setto nasale). Le strutture in questa regione che può essere nociuta a includono le ossa dell'orbita, radiatore anteriore e mascella superiore come pure i complessi zygomaticomaxillary (ZMC) e nasoethmoidal (NEC). Il danneggiamento della regione orbitale può causare i movimenti come pure ecchimosi di occhio disfunzionale, edema e crepitus. La lesione nasale può presentare con deviazione e spurgo ovvi. Le lesioni del NEC tipicamente possono dimostrare una distanza mediale aumentata di canthi fra le palpebre, mentre il danno di ZMC può rivelare come depressione malar dell'eminenza.

I pazienti con le fratture mascellari possono presentare con mobilità aumentata fra il palato duro ed il trattamento alveolare della mascella superiore se hanno una frattura di Le Fort I. Quelli con una frattura di Le Fort II possono sanguinare dal radiatore anteriore ed avere emorragia subconjunctival, mentre quelli con Le Fort III avranno l'edema facciale più severo e risultati.  La fronte di taglio più bassa si estende dal fondo del columella fino la base del mento e le strutture di interesse in questa area sono la mandibola e le divisioni dentoalveolar. Questi pazienti possono presentare con dolore nella mascella e nel malocclusion.

Gestione

Il protocollo avanzato del sostegno vitale (ATLS) di trauma è seguito in questi pazienti. Le gallerie di ventilazione, respirare e la circolazione sono valutate e le misure sono approntate per assicurarsi che siano mantenute. Lo stato mentale del paziente poi è valutato con l'aiuto del disgaggio del coma di Glasgow e un esame neurologico egualmente è condotto. Tutte le aree d'interesse sono esposte per prospezione fisica. La modalità standard dorata della rappresentazione per le lesioni maxillofacial è la scansione di CT; tuttavia, i pazienti con le fratture mandibolari di energia bassa possono inizialmente essere schermati con i raggi x panoramici.

Generalmente i liquidi e l'ossigeno come pure tutte le trasfusioni del prodotto di sangue sono dati su una base di necessità. Il dolore è gestito di conseguenza con gli analgesici e le fratture aperte della ferita richiedono il trattamento con un corso degli antibiotici e dove applicabili, uno scatto del tetano è amministrata. Una volta che il paziente è stabilizzato e ci sono preoccupazioni mediche non urgenti, l'ambulatorio maxillofacial può essere fatto ed è richiesto nella maggior parte delle istanze. Secondo la severità delle fratture, la riduzione chiusa o aperta e la fissazione con le viti e/o le lastre grosse saranno necessaria.

Riferimenti

Further Reading

Last Updated: Feb 27, 2019

Dr. Damien Jonas Wilson

Written by

Dr. Damien Jonas Wilson

Dr. Damien Jonas Wilson is a medical doctor from St. Martin in the Carribean. He was awarded his Medical Degree (MD) from the University of Zagreb Teaching Hospital. His training in general medicine and surgery compliments his degree in biomolecular engineering (BASc.Eng.) from Utrecht, the Netherlands. During this degree, he completed a dissertation in the field of oncology at the Harvard Medical School/ Massachusetts General Hospital. Dr. Wilson currently works in the UK as a medical practitioner.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Wilson, Damien Jonas. (2019, February 27). Lesioni Maxillofacial. News-Medical. Retrieved on September 23, 2020 from https://www.news-medical.net/health/Maxillofacial-Injuries.aspx.

  • MLA

    Wilson, Damien Jonas. "Lesioni Maxillofacial". News-Medical. 23 September 2020. <https://www.news-medical.net/health/Maxillofacial-Injuries.aspx>.

  • Chicago

    Wilson, Damien Jonas. "Lesioni Maxillofacial". News-Medical. https://www.news-medical.net/health/Maxillofacial-Injuries.aspx. (accessed September 23, 2020).

  • Harvard

    Wilson, Damien Jonas. 2019. Lesioni Maxillofacial. News-Medical, viewed 23 September 2020, https://www.news-medical.net/health/Maxillofacial-Injuries.aspx.

Comments

The opinions expressed here are the views of the writer and do not necessarily reflect the views and opinions of News Medical.