Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Salute mentale nelle impostazioni umanitarie

Le malattie di salute mentale stanno diventando sempre più prevalenti, con alcuni esperti che reputano che siamo in un'epidemia di salute mentale. La buona salute mentale è associata con altre pietre angolari di vita quale buona salubrità fisica, che inserisce nei risultati sociali ed economici per le persone. In paesi ricchi, i disordini di salute mentale sono attribuiti ad una parte significativa del carico totale di affezione (25% nel Regno Unito).

Concetto di salute mentale

Credito di immagine: Chanintorn.v/Shutterstock.com

Le crisi umanitarie possono esacerbare i problemi sanitari di salute mentale dallo sforzo supplementare e spesso a lungo termine mettere sulla gente e sulle comunità. Di conseguenza, c'è un bisogno urgente di fornire ai servizi di sostegno di salute mentale nelle aree che avvertono le emergenze umanitarie. Tuttavia, nel minimo ai paesi con reddito medio, in cui le emergenze umanitarie sono più comuni, le risorse necessarie a sormontare le emissioni di salute mentale quali la sanità appropriata ed il supporto sociale sono più limitate e spesso insufficienti e difficili per accedere a.

La salute mentale ed il supporto psicosociale deve essere una priorità nelle emergenze umanitarie e devono essere considerati come vitale di trattare ed emissioni di salubrità fisica. L'omissione di affrontare le emissioni psicologiche nelle emergenze umanitarie è probabile provocare le emissioni di salute mentale durature, durature alla malattia fisica, ai livelli di disoccupazione, a di qualità inferiore elevati di vita e di stabilità economica diminuita. La salute mentale è una pietra angolare a molti fattori della società, senza, questi fattori vitali è indebolita.

Il tributo aumentante dei problemi sanitari di salute mentale

La prevalenza delle emissioni di salute mentale sta aumentando universalmente. Fra 2007 e 2017, la prevalenza degli stati di salute mentale e la sostanza usano i disordini attraverso il globo sollevato di 13%. Uno durante ogni cinque anni ha vissuto con un'inabilità ora è attribuito ad uno stato di salute mentale.

Mentre i gruppi di dati globali completi hanno ancora essere stabiliti per quanto riguarda le tariffe degli stati di salute mentale differenti, i dati recenti stimano che quello intorno 300 milione persone in tutto il mondo corrente stiano soffrendo dall'ansia, intorno 160 milioni stanno soffrendo dal disordine depressivo principale ed approssimativamente 100 milioni sono diagnosticati con il dysthymia.

Probabilmente vederemo queste figure aumentare nei prossimi anni dovuto l'impatto della pandemia sulla salute mentale. I dati raccolti dall'ufficio di censimento statunitense Indicano che quasi la metà (42%) degli Americani ha riferito i sintomi di ansia o della depressione alla fine del 2020, dimostranti un aumento di 11% a partire dall'anno prima.

La gente che vive nelle aree che subiscono il conflitto è tre volte più probabile da soffrire dagli stati di salute mentale che il grande pubblico. Tariffe di ansia, della depressione e del disordine post - traumatico di sforzo. La croce rossa spiega che questa è egualmente vera per quelle che vivono nelle aree che subiscono altri tipi di crisi umanitarie, quali le emergenze di salubrità ed i disastri.

Di conseguenza, con lo sforzo aggiunto di COVID-19, ora è più importante che mai fare la salute mentale ed il supporto psicosociale una priorità nelle impostazioni umanitarie. Coloro che è già ad un rischio aumentato di disordini di salute mentale vivendo con una crisi umanitaria ora stanno affrontando la pressione aggiunta che COVID-19 sta esercitando sulle comunità. Ulteriormente, dato che l'impatto di COVID-19 è disuguale e pregiudicante i paesi bassi e con reddito medio sproporzionatamente, dove le emergenze umanitarie sono più prevalenti, è ancor più vitale che la salute mentale è resa ad un fuoco chiave nelle emergenze umanitarie.

Rendendo a salute mentale una priorità

Il costo potenziale di lasciare le emissioni di salute mentale non trattate, specialmente nelle aree che subiscono le crisi umanitarie, è grande. Resistere alle emissioni di salute mentale può creare un impatto negativo duraturo su molti fattori della società. Senza accesso ad assistenza medica appropriata ed all'aiuto sociale, la gente con gli stati di salute mentale è lasciata per soffrire gli impatti negativi a lungo termine della loro malattia che è spesso completamente trattabile. Ciò non solo fa diminuire la qualità di vita della persona che soffre dalla malattia, ma egualmente le mette ad un maggior rischio di malattia fisica, di disoccupazione e di povertà.

Più ulteriormente a questa, le alte incidenze delle emissioni di salute mentale non trattate possono anche urtare negativamente le comunità che stanno provando a occuparsi delle emergenze umanitarie. Può diminuire indirettamente la capacità della comunità di rispondere efficacemente per sormontare la situazione. Ciò può piombo ad una spirale discendente che è dura da rompersi.

In tempo delle crisi umanitarie, quale la guerra, i disastri naturali ed il malcontento sociale, fornente la cura per la salute mentale della popolazione possono essere salvataggio. La salute mentale è appena come importante a salubrità fisica in termini di impatto che ha sul benessere e sulla capacità di una persona sopravvivere ad una crisi umanitaria.

In paesi bassi e con reddito medio, i servizi medico-sanitari di salute mentale sono spesso non alla portata e sotto-prioritari a indipendentemente da se un'emergenza umanitaria sta accadendo. Nei periodi quando è, questi servizi sono ulteriore basso spinto la lista delle priorità ed in alcuni casi, può essere inesistente. Ci sono generalmente appena 2 lavoratori di salute mentale per ogni 100,000 persone.

Dato la prevalenza degli stati di salute mentale, questa nessuna parte vicino risponde alle esigenze di supporto. La maggior parte della gente in paesi bassi e con reddito medio con gli stati di salute mentale va senza trattamento. Le pianificazioni e le priorità di finanziamento di governo devono essere cambiate in questi paesi in modo che la salute mentale sia più di un fuoco che si muove in avanti.

Riferimenti:

Further Reading

Last Updated: Sep 20, 2021

Sarah Moore

Written by

Sarah Moore

After studying Psychology and then Neuroscience, Sarah quickly found her enjoyment for researching and writing research papers; turning to a passion to connect ideas with people through writing.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Moore, Sarah. (2021, September 20). Salute mentale nelle impostazioni umanitarie. News-Medical. Retrieved on December 03, 2021 from https://www.news-medical.net/health/Mental-Health-in-Humanitarian-Settings.aspx.

  • MLA

    Moore, Sarah. "Salute mentale nelle impostazioni umanitarie". News-Medical. 03 December 2021. <https://www.news-medical.net/health/Mental-Health-in-Humanitarian-Settings.aspx>.

  • Chicago

    Moore, Sarah. "Salute mentale nelle impostazioni umanitarie". News-Medical. https://www.news-medical.net/health/Mental-Health-in-Humanitarian-Settings.aspx. (accessed December 03, 2021).

  • Harvard

    Moore, Sarah. 2021. Salute mentale nelle impostazioni umanitarie. News-Medical, viewed 03 December 2021, https://www.news-medical.net/health/Mental-Health-in-Humanitarian-Settings.aspx.

Comments

The opinions expressed here are the views of the writer and do not necessarily reflect the views and opinions of News Medical.