Parotite epidemica nella gravidanza

Veduto principalmente come indisposizione dell'infanzia, parotite epidemica è causato da un paramixovirus ed è altamente contagioso. Si sparge relativamente rapidamente tramite itinerario respiratorio (per esempio starnutire e tossire) ed attraverso il contatto interfaccia--mucoso con materiale contaminato.

La parotite epidemica ha un periodo di incubazione che varia a partire dai 12 - 25 giorni.  Mentre la parte precedente di questo periodo non è contagiosa, la gente parotite epidemica-commovente diventa contagiosa alcuni giorni prima dell'inizio dei segni e dei sintomi. Ancora, rimane in modo da per alcuni giorni dopo che la malattia diventa evidente.

Classicamente, la parotite epidemica si manifesta con il gonfiamento doloroso delle ghiandole salivare parotidee, che si riferisce a medicamente come parotite. Fino all'altrettanto come 30% dei pazienti unvaccinated, più comunemente gli adulti, non possono avvertire alcuni sintomi.

Tuttavia, le complicazioni di parotite epidemica comprendono l'infiammazione dei testicoli e le ovaie come pure il tessuto del petto ed il pancreas.

Gli effetti contrari seri quali perdita dell'udito, la meningite asettica e l'encefalite possono inoltre essere veduti, sebbene l'ultimo sia raro.

Le emicranie, il malessere, la mialgia, l'alta febbre e l'anoressia sono sintomi non specifici che possono accadere.

Conseguenze fetali

La parotite epidemica durante la gravidanza può essere naturalmente preoccupantesi di quando si presenta nella popolazione in genere. Questa istruzione è particolarmente vera considerando i risultati da uno studio fatto verso la fine degli anni 60, prima che il vaccino di MMR sia stato presentato.

Lo studio ha riferito un rischio aumentato di morte all'embrione ed al feto di sviluppo oltre ad aborto spontaneo durante il primo acetonide della gestazione.

In un altro studio, le malformazioni congenite sono state collegate all'infezione di parotite epidemica durante la gravidanza. Tuttavia, il CDC nota che questo studio ha avuto difetti metodologici, perché il ricercatore non è riuscito a raffrontare le tariffe degli infanti che nascevano alle madri commoventi ed inalterate.

Ulteriormente, altri studi non sono riuscito a trovare alcuna correlazione fra parotite epidemica e malformazioni congenite. Quindi, globale la prova di perdita fetale aumentata a parotite epidemica durante la gravidanza è debole e non ci ne sono realmente supportare le anomalie congenite severe.

Uno studio è stato fatto su 5 donne nel loro secondo acetonide che sono state immunizzate con uno sforzo attenuato dei virus di parotite epidemica i 7 - 10 giorni prima dei loro aborti terapeutici preveduti.

In 2 di queste donne, la parotite epidemica è stata individuata nella placenta, ma non è stato trovato in c'è ne dei feti. Si è riconosciuto che è possibile che la replicazione virale negli organi del feto non si presentasse a causa di breve intervallo fra aborto ed immunizzazione.

Le indagini perinatali sono state fatte su 3 donne che hanno avute parotite epidemica sintomatica durante la nascita dei loro bambini. Un bambino ha avuto più successivamente la parotite e una prova positiva di parotite epidemica i 42 giorni.

Il secondo bambino ha sviluppato la polmonite un la settimana dopo la nascita ed ha avuto complicazioni respiratorie durante i suoi primi 12 mesi di vita. Tuttavia, entrambi hanno acceso avere crescita e sviluppo normale.

Il terzo bambino era in buona salute e mai non ha sviluppato alcuni segni, sintomi o complicazioni connessi con parotite epidemica.

Conseguenze e trattamento materni

Oltre alla presentazione classica della malattia e degli effetti associati, non c'è prova che le donne incinte sono ad un rischio aumentato di sviluppare le complicazioni più severe confrontate alla popolazione in genere.

In base a questa conoscenza, non c'è il trattamento specifico offerto alle donne incinte che contrattano la malattia all'infuori della terapia complementare usuale. Ciò include l'assunzione fluida aumentante ed il farmaco per diminuire il dolore e la febbre.

Non c'è egualmente terapia attualmente disponibile per ridurre i rischi al feto in madri infettate con parotite epidemica.

Tale terapia non ha potuto essere necessaria considerando la prova debole per gli effetti seri al feto, o la perdita fetale.  

Sorgenti

Further Reading

Last Updated: Feb 27, 2019

Dr. Damien Jonas Wilson

Written by

Dr. Damien Jonas Wilson

Dr. Damien Jonas Wilson is a medical doctor from St. Martin in the Carribean. He was awarded his Medical Degree (MD) from the University of Zagreb Teaching Hospital. His training in general medicine and surgery compliments his degree in biomolecular engineering (BASc.Eng.) from Utrecht, the Netherlands. During this degree, he completed a dissertation in the field of oncology at the Harvard Medical School/ Massachusetts General Hospital. Dr. Wilson currently works in the UK as a medical practitioner.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Wilson, Damien Jonas. (2019, February 27). Parotite epidemica nella gravidanza. News-Medical. Retrieved on January 26, 2020 from https://www.news-medical.net/health/Mumps-in-Pregnancy.aspx.

  • MLA

    Wilson, Damien Jonas. "Parotite epidemica nella gravidanza". News-Medical. 26 January 2020. <https://www.news-medical.net/health/Mumps-in-Pregnancy.aspx>.

  • Chicago

    Wilson, Damien Jonas. "Parotite epidemica nella gravidanza". News-Medical. https://www.news-medical.net/health/Mumps-in-Pregnancy.aspx. (accessed January 26, 2020).

  • Harvard

    Wilson, Damien Jonas. 2019. Parotite epidemica nella gravidanza. News-Medical, viewed 26 January 2020, https://www.news-medical.net/health/Mumps-in-Pregnancy.aspx.

Comments

The opinions expressed here are the views of the writer and do not necessarily reflect the views and opinions of News-Medical.Net.
Post a new comment
Post