Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Consenso informato e anestesiologia pazienti

Il consenso informato può essere definito come il trattamento con cui un paziente è provveduto di sufficiente e di informazione esatta circa i vantaggi ed i rischi di corso proposto della terapia o della procedura, per fornire tali persone della conoscenza come base su cui hanno una destra rifiutare o accettare la terapia. Nei termini più diretti, il consenso informato è formulato per il legale e le basi morali di autonomia del paziente.

Medico che prepara anestesia per la chirurgia. Credito di immagine: Ciliege/Shutterstock
Medico che prepara anestesia per la chirurgia. Credito di immagine: Ciliege/Shutterstock

La maggior parte, se non tutti, in paesi, tutto l'adulto e mentalmente - i pazienti competenti hanno il diritto prendere le decisioni autonome riguardo al loro medico e stati di salute. Questa destra è riservata a condizione che il paziente abbia la capacità o la capacità di prendere e comprendere volontariamente la decisione in presenza della comunicazione completa riguardo alla terapia in questione.

L'omissione di un fornitore di cure mediche di aderire ai principi di consenso informato può provocare la controversia, perché è punibile da legge in molte giurisdizioni.

Tuttavia, ci sono eccezioni nei casi quali le situazioni di emergenza, dove l'aiuto medico deve essere fornito per evitare la morbosità o la mortalità irreversibile. Un altro esempio di un'eccezione sarebbe un adulto che è mentale-incompetente e non capace di comprensione della situazione.

Contrariamente a consenso informato, c'è consenso implicito, che è applicabile per le interazioni semplici, quali ispezione o l'auscultazione durante l'esame fisico. Le interazioni più dilaganti, come amministrazione dell'anestesia, che è associata con gli effetti contrari in alcuni pazienti, richiedono esplicitamente il consenso informato.   

Documentazione ed uso nell'anestesia

È di importanza fondamentale che i particolari degli agenti anestetici che saranno usati ed i rischi unici al paziente come pure quelli che sono comuni a tutti i pazienti che subiscono il trattamento o la procedura in questione, siano discussi dettagliatamente e documentati.

Il paziente come pure la storia della famiglia, con le morbosità di coesistenza e/o le reazioni allergiche di esperienza, sono elementi critici che dovrebbero essere documentati come prova che la discussione ha avuto luogo.

Se le parti importanti di discussione non sono annotate, quindi che la discussione è legalmente inesistente (anche se è accaduto) e questa apre la porta alla responsabilità.

Alcuni fautori notano che una lista o un'istruzione che comprende i fattori di rischio comuni può essere rilasciata genericamente, mentre i rischi unici al paziente possono essere scritti dentro come appendice. Questo suggerimento può essere abbastanza utile in cliniche occupate.

Tuttavia, gli oppositori a questo suggerimento sostengono che i pazienti richiedono raramente tempo leggere il testo prestampato.

Inoltre, è cruciale che il consenso informato per l'anestesia è catturato dall'anestesista e non dal chirurgo, perché l'anestesia non è nell'ambito del dominio medico e legale del chirurgo.

Alcune associazioni dell'anestesia raccomandano i moduli separati di consenso informato per l'anestesia e la procedura chirurgica reale.

Questa raccomandazione è fatta sull'osservazione che combinando questi due rami distinti delle procedure mediche (cioè anestesia e chirurgia) su un modulo di consenso, significativamente riduce l'enfasi il ruolo dell'anestesia. Questo abbassamento di importanza dell'anestesia in una regolazione chirurgica aumenta il potenziale per le cause.

Mentre un paziente può avere la capacità di dare il consenso informato per l'ambulatorio, gli stessi non possono essere applicabili all'anestesia, particolarmente se un anestesista non fosse assente.

Riferimenti

Further Reading

Last Updated: Feb 26, 2019

Dr. Damien Jonas Wilson

Written by

Dr. Damien Jonas Wilson

Dr. Damien Jonas Wilson is a medical doctor from St. Martin in the Carribean. He was awarded his Medical Degree (MD) from the University of Zagreb Teaching Hospital. His training in general medicine and surgery compliments his degree in biomolecular engineering (BASc.Eng.) from Utrecht, the Netherlands. During this degree, he completed a dissertation in the field of oncology at the Harvard Medical School/ Massachusetts General Hospital. Dr. Wilson currently works in the UK as a medical practitioner.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Wilson, Damien Jonas. (2019, February 26). Consenso informato e anestesiologia pazienti. News-Medical. Retrieved on August 15, 2020 from https://www.news-medical.net/health/Patient-Informed-Consent-and-Anesthesiology.aspx.

  • MLA

    Wilson, Damien Jonas. "Consenso informato e anestesiologia pazienti". News-Medical. 15 August 2020. <https://www.news-medical.net/health/Patient-Informed-Consent-and-Anesthesiology.aspx>.

  • Chicago

    Wilson, Damien Jonas. "Consenso informato e anestesiologia pazienti". News-Medical. https://www.news-medical.net/health/Patient-Informed-Consent-and-Anesthesiology.aspx. (accessed August 15, 2020).

  • Harvard

    Wilson, Damien Jonas. 2019. Consenso informato e anestesiologia pazienti. News-Medical, viewed 15 August 2020, https://www.news-medical.net/health/Patient-Informed-Consent-and-Anesthesiology.aspx.

Comments

The opinions expressed here are the views of the writer and do not necessarily reflect the views and opinions of News Medical.