Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Proteina programmata 1 (PD1) di morte delle cellule

La proteina programmata 1 (PD-1) di morte delle cellule è una proteina che è espressa preferenziale in B immune dell'organismo, T e celle di uccisore (NK) naturali. PD-1 è una proteina del transmembrane che lega ad altre proteine conosciute come morte-legante programmato 1 (PD-L1) e morte-legante programmato 2 (PD-L2), che sono membri di una famiglia delle molecole di co-inhibitory/co-stimulatory, conosciuto come B7.

Catturati insieme, PD-L1 e PD-L2 partecipano alla presentazione di antigene e sono espressi da vari tipi delle cellule. Sebbene i meccanismi molecolari di atto siano capiti male, PD-1, una volta impegnato con il suo ricevitore PD-L1/2, interferisce forte con la trasduzione del segnale del recettore delle cellule t (TCR). Di conseguenza, queste proteine funzionano come “sistema di frenatura„ all'interno del sistema immunitario.

Credito di immagine: Juan Gaertner/Shutterstock

PD-1 consiste di parecchie parti che comprendono un dominio obbligatorio extracellulare che è del tipo di immunoglobulina, una sezione del transmembrane e un dominio citoplasmico che consiste di due motivi, vale a dire ad un motivo basato a tirosina dell'opzione di immunoreceptor (ITSM) e ad un motivo basato a tirosina di immunoreceptor (ITIM).

Sia ITSM che ITIM sono implicati negli effetti immunosopressivi di PD-1. Le funzioni a cellula T possono essere migliorate interferendo con la trasduzione del segnale di PD-1. Questa interferenza può essere fatta da vari meccanismi, quale l'uso del blocco dell'anticorpo, che causa il potenziamento di trasduzione signalosome del segnale di TCR.

PD-1 e tolleranza periferica a cellula T e di attivazione

Il sistema immunitario ha una progettazione intelligente per quanto riguarda la sua capacità di tenere la auto-tolleranza nell'assegno attraverso varie reti immunoregulatory complesse. Quando le celle di T sono chiamate ad atto, il loro destino è determinato dai fattori co-stimolatori e co-inibitori che regolamentano la loro attivazione e tolleranza.

Nel mezzo di questo regolamento, PD-1 interagisce con i sui leganti PD-L1/2 per inviare direttamente i segnali o invertito alla cella che esprime PD-1 o ad una cella che esprime i sui leganti, rispettivamente.

In circostanze normali, l'induzione PD-1 accade dopo che c'è un'attivazione delle celle di T. Ciò poi inizia un meccanismo di feedback inibitorio ed è necessaria per la diminuzione della cascata di segnalazione del TCR, quindi impedente tutta l'eccessiva attivazione del TCR.

L'arresto inibitorio risultante di cause di risposta del ciclo cellulare, della produzione attenuata di citochina e di un calo nel metabolismo di glucosio. Oltre alle conseguenze progettate suddette, PD-1 è vitale nella promozione dello sviluppo a cellula T regolatore e dell'inibizione di celle di T auto-reattive, che hanno potenziale significativo di essere patogene. Questi sono entrambi i ruoli cruciali svolti da PD-1 nel regolamento di tolleranza periferica.

Provi che il ruolo di sostegni PD-1 nel regolamento immune è illustrato nei modelli sperimentali del mouse che erano malattie autoimmuni sviluppate carenti PD-1. Questa prova è importante da considerare per quanto riguarda gli effetti non sollecitati che possono sorgere quando utilizza il blocco PD-1 nel trattamento della malattia umana. Ciò nonostante, una volta confrontato ad altri membri della famiglia relativi B7, come CTLA4, PD-1 sembra svolgere un maggior ruolo nella lotta contro le eziologie contagiose rispetto a tolleranza immunologica.  

Riferimenti

Further Reading

Last Updated: May 12, 2021

Dr. Damien Jonas Wilson

Written by

Dr. Damien Jonas Wilson

Dr. Damien Jonas Wilson is a medical doctor from St. Martin in the Carribean. He was awarded his Medical Degree (MD) from the University of Zagreb Teaching Hospital. His training in general medicine and surgery compliments his degree in biomolecular engineering (BASc.Eng.) from Utrecht, the Netherlands. During this degree, he completed a dissertation in the field of oncology at the Harvard Medical School/ Massachusetts General Hospital. Dr. Wilson currently works in the UK as a medical practitioner.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Wilson, Damien Jonas. (2021, May 12). Proteina programmata 1 (PD1) di morte delle cellule. News-Medical. Retrieved on July 29, 2021 from https://www.news-medical.net/health/Programmed-Cell-Death-Protein-1-(PD1).aspx.

  • MLA

    Wilson, Damien Jonas. "Proteina programmata 1 (PD1) di morte delle cellule". News-Medical. 29 July 2021. <https://www.news-medical.net/health/Programmed-Cell-Death-Protein-1-(PD1).aspx>.

  • Chicago

    Wilson, Damien Jonas. "Proteina programmata 1 (PD1) di morte delle cellule". News-Medical. https://www.news-medical.net/health/Programmed-Cell-Death-Protein-1-(PD1).aspx. (accessed July 29, 2021).

  • Harvard

    Wilson, Damien Jonas. 2021. Proteina programmata 1 (PD1) di morte delle cellule. News-Medical, viewed 29 July 2021, https://www.news-medical.net/health/Programmed-Cell-Death-Protein-1-(PD1).aspx.

Comments

The opinions expressed here are the views of the writer and do not necessarily reflect the views and opinions of News Medical.