Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Dose di radiazioni

Come tutte le procedure che comprendono una sostanza radioattiva, le tecniche nucleari della medicina che usano prodotti radiofarmaceutici generano la radiazione che potrebbe potenzialmente avere effetti contrari su un paziente.

Secondo le linee guida internazionali correnti, è presupposto che anche la più piccola dose di radiazioni comporti un rischio ai pazienti. Di conseguenza, come regola generale, la quantità di esposizione durante la procedura nucleare della medicina è tenuta “in basso quanto ragionevolmente praticabile„ (ALARP), significando che la più piccola dose di radiazione possibile è usata che ancora raggiunga i risultati accurati.

L'efficace dose di radiazioni varia secondo il tipo di studio eseguito. La dose può quindi variare da di meno che o da simile a quella di ogni dose ambientale di sfondo del giorno di una persona, ad una dose che lontano lo supera. Similmente, la dose può essere di meno che, simile a o più superiore alla dose ricevuta durante la scansione pelvica o addominale (CT) di tomografia computerizzata.

La dose di radiazioni da una procedura nucleare della medicina è misurata nelle unità dei sieverts (solitamente nei millisieverts, mSv). La dose efficace che deve essere amministrata durante la ricerca è determinata dalla quantità di radioattività amministrata nei megabecquerels (MBq) come pure dalle proprietà fisiche del prodotto radiofarmaceutico usato, la sua velocità di eliminazione e come si distribuisce nell'organismo.

Precedentemente, le unità di misura hanno compreso il curie (Ci); la dose assorbita di radiazione o il rad; e l'uomo equivalente röntgen (REM). Il rad ed il rem ora sono stati sostituiti dal gray e dal sievert, rispettivamente.

Sorgenti

  1. http://unm.lf1.cuni.cz/vyuka/nuclear_medicine_jwfrank.pdf
  2. http://www.umich.edu/~ners580/ners-bioe_481/lectures/pdfs/Sorenson_chpt-16.pdf
  3. http://www.uwlax.edu/Health-Professions/Nuclear-Medicine-Technology/
  4. http://interactive.snm.org/docs/whatisnucmed.pdf
  5. http://www.nupecc.org/pub/npmed2014.pdf

Further Reading

Last Updated: Feb 27, 2019

Dr. Ananya Mandal

Written by

Dr. Ananya Mandal

Dr. Ananya Mandal is a doctor by profession, lecturer by vocation and a medical writer by passion. She specialized in Clinical Pharmacology after her bachelor's (MBBS). For her, health communication is not just writing complicated reviews for professionals but making medical knowledge understandable and available to the general public as well.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Mandal, Ananya. (2019, February 27). Dose di radiazioni. News-Medical. Retrieved on September 22, 2021 from https://www.news-medical.net/health/Radiation-Dose.aspx.

  • MLA

    Mandal, Ananya. "Dose di radiazioni". News-Medical. 22 September 2021. <https://www.news-medical.net/health/Radiation-Dose.aspx>.

  • Chicago

    Mandal, Ananya. "Dose di radiazioni". News-Medical. https://www.news-medical.net/health/Radiation-Dose.aspx. (accessed September 22, 2021).

  • Harvard

    Mandal, Ananya. 2019. Dose di radiazioni. News-Medical, viewed 22 September 2021, https://www.news-medical.net/health/Radiation-Dose.aspx.

Comments

The opinions expressed here are the views of the writer and do not necessarily reflect the views and opinions of News Medical.