Ricerca di artrite reumatoide

L'artrite reumatoide è un disordine autoimmune che può pregiudicare le giunzioni e gli organi nell'organismo, che presenta solitamente con un infiammare dei sintomi seguiti da un periodo di remissione.

Negli ultimi decenni, la ricerca scientifica nell'area delle malattie autoimmuni quale l'artrite reumatoide ha progredito ad un passo emozionante. La nostra comprensione estesa della patofisiologia di malattia piombo ai miglioramenti nelle tecniche del trattamento e di diagnosi.

Tuttavia, resta molto scoprire. Per esempio, la causa precisa della circostanza e una maturazione possibile non sono ancora chiare. Ulteriormente, i trattamenti correnti sono associati con gli effetti secondari significativi che potrebbero essere minimizzati idealmente.

Di conseguenza, c'è una necessità per la ricerca futura di approfondire la nostra comprensione della malattia e di cominciare ad introdurre le terapie mirate a che massimizzano l'efficacia con meno effetti secondari.

Ricerca genetica

I fattori genetici che predispongono una persona per sviluppare l'artrite reumatoide o per avere progressione più veloce dei sintomi sono di grande interesse nella ricerca corrente. Fin qui, parecchi biomarcatori genetici sono stati identificati ma il lavoro più esteso in questa area permetterebbe che le cause genetiche siano capite meglio.

Una singola variazione di polimorfismo (SNP) del nucleotide nel gene PTPN22 che è collegato all'attivazione delle cellule T già è stata collegata ad un rischio aumentato di artrite reumatoide. Le persone con le variazioni in una o entrambe le copie del gene sono a rischio delle cellule T sovra-reattive nel sistema immunitario, che può piombo ad infiammazione ed a danno di tessuto associato.

Ulteriormente, una variazione di SNP nel gene STAT4 egualmente è stata trovata per aumentare il rischio di artrite reumatoide e di lupus eritematoso, un altro stato autoimmune. Questo gene è compreso nel regolamento e nell'attivazione delle celle immuni sicure probabilmente collegate alla malattia.

Il suggerimento di un collegamento familiare ereditato più ulteriormente è stato appoggiato dagli studi dei gemelli monozigoti con lo stesso trucco genetico con la nascita. Se uno dei gemelli è commovente, l'altro ha un rischio contrassegnato aumentato della malattia, per quanto riguarda la popolazione in genere.

L'approccio genoma di ampiezza di associazione ha esteso le possibilità della ricerca genetica, come 300,00 - 500.000 singoli polimorfismi del nucleotide possono essere analizzati simultaneamente. Ciò piombo all'identificazione di TRAF1-C5 sul cromosoma 9, sebbene l'influenza di questa variazione del gene ancora stia stabilenda.

Patofisiologia

La molecola cadherin-11 delle celle di synovium è creduta per svolgere un ruolo critico nel danno della giunzione nell'artrite reumatoide. Le molecole inducono le celle a cumulare insieme ed erodere la cartilagine che può piombo alla distruzione unita permanente. Gli studi intrapresi sui mouse hanno trovato che bloccare cadherin-11 poteva impedire la distruzione della cartilagine e una simile malattia all'artrite reumatoide sperimentata dagli esseri umani. Sulla base di questi risultati, la seguente progressione è di identificare un agente che può bloccare l'effetto di questa molecola in persone commoventi.

Ulteriormente, una certa ricerca ha indicato le tariffe diminuite del apoptosis in pazienti con l'artrite reumatoide, piombo alla proliferazione delle cellule ed alla distruzione delle giunzioni. Gli studi dei mouse hanno supportato questa nozione, indicando che una mancanza di proteine di apoptosis-mediazione piombo allo sviluppo dell'artrite.

Trattamenti emergenti

Come nostra comprensione della patofisiologia dell'artrite reumatoide continua a progredire, stiamo ottenendo più vicino alla scoperta ed all'entrata in vigore di nuove terapie di gestire la malattia.

Per esempio, il tofacitinib è una nuova droga per l'artrite reumatoide che era nel 2012 approvata per il trattamento che mira sia a JAK1 che a JAK3 con selettività funzionale sopra JAK2. Questa famiglia inizialmente è stata scoperta negli anni 90 e più successivamente è stata scoperta per essere collegata ad immunodeficienza grave. Sulla base di questa conoscenza, è stato proposto mentre un trattamento per l'artrite reumatoide poichè potrebbe diminuire il danno e l'infiammazione di tessuto relativi ad una risposta autoimmune.

Poichè la ricerca nel campo continua, c'è speranza per i nuovi trattamenti in futuro, compreso il trapianto delle cellule staminali. Ulteriormente, le tecniche di rappresentazione quale imaging a risonanza magnetica (MRI) e le scansioni (CT) di tomografia computerizzata aprono il percorso a conoscenza ed alle soluzioni continuate.

Riferimenti

[Ulteriore lettura: Artrite reumatoide]

Last Updated: Aug 23, 2018

Yolanda Smith

Written by

Yolanda Smith

Yolanda graduated with a Bachelor of Pharmacy at the University of South Australia and has experience working in both Australia and Italy. She is passionate about how medicine, diet and lifestyle affect our health and enjoys helping people understand this. In her spare time she loves to explore the world and learn about new cultures and languages.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Smith, Yolanda. (2018, August 23). Ricerca di artrite reumatoide. News-Medical. Retrieved on July 17, 2019 from https://www.news-medical.net/health/Rheumatoid-Arthritis-Research.aspx.

  • MLA

    Smith, Yolanda. "Ricerca di artrite reumatoide". News-Medical. 17 July 2019. <https://www.news-medical.net/health/Rheumatoid-Arthritis-Research.aspx>.

  • Chicago

    Smith, Yolanda. "Ricerca di artrite reumatoide". News-Medical. https://www.news-medical.net/health/Rheumatoid-Arthritis-Research.aspx. (accessed July 17, 2019).

  • Harvard

    Smith, Yolanda. 2018. Ricerca di artrite reumatoide. News-Medical, viewed 17 July 2019, https://www.news-medical.net/health/Rheumatoid-Arthritis-Research.aspx.

Comments

The opinions expressed here are the views of the writer and do not necessarily reflect the views and opinions of News-Medical.Net.
Post a new comment
Post