Fattori di rischio per i tumori pituitari

Da Liji Thomas, MD

I tumori pituitari sono le crescite in seguito all'ipofisi, una ghiandola pisello di taglia in mezzo alla testa (dietro il radiatore anteriore), accoccolata in un socket ossuto basso in cima all'osso sfenoide. I tumori pituitari contribuiscono 10-15% di tutti i tumori cerebrali conosciuti per esistere.

Credito: Media su ordinazione/Shutterstock.com di CLIPAREA

Il tipo più comune di tumore pituitario è un tumore o un adenoma delle cellule della ghiandola. Possono produrre i sintomi stampando sulle strutture vitali intorno loro o producendo gli eccessivi importi di uno o più ormoni che interrompe il funzionamento normale dell'organismo.

Fattori di rischio e storia della famiglia pituitari del tumore

È difficile da valutare la relazione vera fra un fattore di rischio evidente e l'incidenza dei tumori pituitari, soprattutto dovuto il periodo di incubazione lungo di tali tumori. Di conseguenza, un cosiddetto fattore di rischio può realmente essere un risultato di un tumore preclinico. La maggior parte dei tumori pituitari sono dell'eziologia sconosciuta.

Una storia della famiglia del tumore pituitario è conosciuta raramente per accadere, principalmente connesso con le sindromi degli UOMINI 1 (causate dalle mutazioni genetiche MEN1) che ha una probabilità di 50% di trasmissione alla prole dei genitori commoventi.

Alcuni casi sono dell'eziologia sconosciuta o dovuto i difetti genetici ereditati. MEN4 è un altro stato raro causato dai cambiamenti nel gene di CDKN1B. La sindrome di McCune-Albright egualmente è trovata per causare alcuni tumori pituitari con le toppe di caffè latte e l'osso diserta, dovuto le mutazioni genetiche GNAS1.

La sindrome di Carney è causata dai cambiamenti genetici ed un cambiamento conosciuto è nel gene di PRKAR1A.  Un'altra piccola percentuale è collegata alle mutazioni di germline nel AIP (proteina d'interazione) del ricevitore arilico dell'idrocarburo, specificamente ormone della crescita producendo gli adenomi (comunque non in tutti i casi).

Altri fattori di rischio per i tumori pituitari

Alcuni altri fattori di rischio sono stati identificati, ma la loro presenza non è stata confermata in tutti i casi. Questi includono:

Ormoni

  • periodi Post-della menopausa che accadono almeno un anno dopo che la menopausa è stata trovata per essere un fattore di rischio significativo, particolarmente se le ovaie fossero state eliminate chirurgicamente.
  • L'uso della terapia di sostituzione di ormone (HRT) per di meno che un anno egualmente è collegato ad un elevato rischio tre volte confrontato ai comandi possibilmente perché HRT può essere iniziato dopo la diagnosi o la rimozione chirurgica di un tumore pituitario.
  • Il rischio egualmente è stato trovato per essere alto in donne che erano molto giovani (sotto l'età di 20) al loro primo parto. D'altra parte, molto meno bambini sopportati alle madri più anziane hanno sviluppato questi tumori.

Anamnesi

  • Una cronologia di cancro al seno in madri o in fratelli germani ha aumentato il rischio di tumori pituitari in prole ed in fratelli germani, rispettivamente.
  • Una cronologia dei tumori adrenali e colorettali della tiroide, del paratiroide, ha aumentato il rischio di tumori pituitari, possibilmente dovuto la sindrome MEN1.
  • Una cronologia di gravidanza gemellare è stata associata con un elevato rischio del tumore pituitario, tuttavia, questa è stata indicata soltanto in una manciata di studi.

Fattori protettivi per i tumori pituitari

Esposizione dell'estrogeno

Esposizione dell'estrogeno (come con uso dell'anticoncezionale orale), che è stata collegata negativamente in quasi ogni studio. Ciò è inattesa perché l'estrogeno stimola la crescita delle celle disecrezione del lactotroph nell'ipofisi e perché gli studi sugli animali facendo uso dei supplementi dell'estrogeno mostrano una correlazione positiva.

Parità

La parità (cioè avendo almeno un bambino) è stata collegata negativamente al rischio pituitario del tumore, malgrado l'iperplasia pituitaria che si presenta con la gravidanza. Ciò può essere spiegata dal fatto che i tumori pituitari infraclinici possono anche urtare la fertilità della donna.

Farmaci di allergia

I pazienti con le malattie allergiche (quale raffreddore da fieno) che ha catturato il farmaco regolare egualmente mostrano un più a basso rischio di sviluppare i tumori pituitari. È pensato che la sorveglianza costante dal sistema immunitario nell'allergia sia la ragione per la riduzione del rischio.

Un altro meccanismo protettivo possibile può essere alcuni effetti sconosciuti del farmaco antiallergico. Gli antigeni tumorali sollevati possono stimolare il sistema immunitario per eliminare le celle del tumore, abbassanti l'incidenza dei tumori.

Altri fattori protettivi

Le associazioni negative egualmente sono state osservate con il fumo, una cronologia di altri tumori, la lesione alla testa precedente o l'epilessia.

Esaminato da Dott. Tomislav Meštrović, MD, PhD

Sorgenti:

[Ulteriore lettura: Ipofisi]

Last Updated: Apr 19, 2018

Advertisement

Comments

The opinions expressed here are the views of the writer and do not necessarily reflect the views and opinions of News-Medical.Net.
Post a new comment
Post