Applicazioni biologiche del selenio

Il selenio è vitale nel mantenimento delle funzioni antiossidanti nell'organismo. È un oligoelemento ed il più spesso è trovato sotto forma di selenocysteine dell'amminoacido, un analogo della cisteina che ha un atomo del selenio inserito invece di zolfo nella molecola della cisteina. Questo amminoacido è codificato per dal codone di UGA quando si presenta dopo una sequenza specifica del DNA. UGA è un codone di chiusura nella maggior parte delle altre situazioni.

I composti del selenio sono stati lungamente richiesti a causa di vari ruoli di questo elemento nell'organismo. Ci sono almeno 30 selenoproteins presenti in animali e 25 di loro si presentano in mammiferi. La selenometionina è il modulo predominante di selenio nella maggior parte di loro.

Ruolo antiossidante

Il selenio è presente in parecchi enzimi che impediscono lo sforzo ossidativo, quali le deidrogenasi, le perossidasi del glutatione, il superossido dismutasi, la riduttasi della glicina, la riduttasi del thioredoxin e l'idrogenasi. Riducono i radicali liberi altamente reattivi agli alcool o all'acqua, coppia questa riduzione con l'ossidazione di glutatione.

Quando l'organismo è carente in selenio, questi enzimi non riescono a funzionare correttamente, sottoponendo l'organismo al danno dell'ossidante. Il risultato finale dello sforzo ossidativo cronico comprende il danneggiamento dei lipidi, della proteina e del DNA cellulari, che finalmente piombo allo sviluppo di vari cambiamenti cancerogeni, delle circostanze infiammatorie croniche e malattia cardiovascolare/aterosclerotica.

Il selenio egualmente contribuisce a rigenerare gli altri antiossidanti importanti nell'organismo, quale vitamina C (acido ascorbico) e la vitamina E (α-tocoferolo) ed in modo da mantiene un ad alto livello di attività redox nei sistemi dell'organismo.

La perossidasi del glutatione è il nome per una famiglia di simili enzimi che contengono il selenio al sito attivo e funge da antiossidanti. Questi selenoenzymes catalizzano la riduzione del perossido di idrogeno per innaffiare. Si compongono di quattro sottounità della proteina, ciascuno con un atomo del selenio. Gli isoenzimi differenti accadono, perossidasi del glutatione che è trovata nel cytosol, nel tratto gastrointestinale, nel plasma e nella reazione che comprende il perossido d'idrogeno del fosfolipide.

Ormoni tiroidei e selenio

Un altro ruolo importante di selenio è come componente del complesso dello iodothyronine-deiodinase degli enzimi che è richiesto per l'efficace produzione degli ormoni tiroidei attivi.

Carenza e malattia del selenio

La carenza del selenio è pensata per precipitare gli effetti sulla salute seri in esseri umani, quale un modulo di cardiomiopatia, chiamato malattia di Keshan, in determinate zone della Cina. In tali aree, un modulo della malattia di Kashin-Beck chiamata osteoartrite è egualmente endemico, causante le inabilità importanti. La carenza di selenio nelle aree geografiche dove entrambe queste circostanze sono abbondanti piombo all'ipotesi che le risposte fisiologiche di sforzo sono inefficienti quando i livelli antiossidanti sono bassi.

L'abbuono dietetico comunemente raccomandato di selenio è 55 mcg al giorno a tutte le età.

I composti sintetici di organoselenium sono stati ricercati per imitare i sui beni antiossidanti, usanti i vantaggi che il selenio ha sopra il simile zolfo elementare. Uno dell'più importante fra questi composti è ebselen, o 2 phenyl-1,2-benzisoselenazol-3 (2H) - uno.

Composti antitumorali di organoselenium

I supplementi del selenio di 200 mcg un il giorno sono stati riferiti per avere attività antitumorale. I composti inorganici del selenio con tali beni agiscono generando le specie del radicale libero che danneggiano o uccidono le cellule tumorali.

Il completamento del selenio è stato studiato estesamente per trovare un'associazione con i cancri sito-specifici come pure la mortalità in relazione con il Cancro. Tuttavia, mentre molte grandi prove d'osservazione indicate un'associazione fra selenio superiore livella e riduzioni significative di prostata e dei tumori del colon, questo non è stato confermato dalle prove interventional.

Attualmente, il completamento del selenio è conosciuto per essere riferito con un aumento di 25% nell'incidenza del cancro di interfaccia squamoso delle cellule, con gli effetti dubbiosi sull'incidenza di altri cancri.

Il primo composto sintetico di organoselenium da studiare era P-methoxybenzeneselenol, da alimento. Tuttavia, oggi il selenocyanate di P-phenylenebis (metilene) ed altri simili composti sono stati ricercati come agenti chemopreventive, che mostrano la meno tossicità che gli acidi o la selenite naturali di selenoamino. Ebselen egualmente ha indicato l'attività carcinostatic nelle linee cellulari umane del petto, del cancro e del fegato. Altri composti in questa categoria includono il cloruro di triphenylselenonium.

Composti antivirali di organoselenium

La maggior parte dei composti sintetici di organoselenium mostrano l'attività contro i virus, compreso alcuni tipi di herpes simplex, di parainfluenza, di rhinovirus e di virus della foresta di Semliki. Selenazofurin e 7 methyl-8-selenoguanosine sono buoni esempi degli agenti attivi. Questi includono gli analoghi selenio-sostituiti della purina, i composti di acyclouridine e 3' - analoghi Esperto in informatica-dideoxynucleoside.

Questo atto posteriore potente contro sia HBV che il HIV ed è stato sviluppato per sostituire 2', 3' - analoghi di dideoxynucleoside, che efficacemente sono stati usati come componente di un protocollo che include gli inibitori di proteasi. Questo corso del trattamento è stato indicato per ridurre significativamente i tassi di mortalità, particolarmente secondari alle infezioni, nei pazienti di HIV.

Il completamento del selenio, congiuntamente ai multivitaminici, ha mostrato un effetto potente nel ritardo del progresso globale di infezione HIV, in una prova recente quale ha confrontato il selenio da solo, in multivitaminici da solo, in selenio con i multivitaminici ed in placebo, nei loro effetti su attività di malattia.

Agenti antibatterici di organoselenium

Ebselen è stato trovato per essere attivo contro lo staphylococcus aureus. Altro selenio-ha sostituito i composti inibisce la crescita dei funghi, compreso i albicans del candida ed il saccharomyces cerevisiae.

Composti antinfiammatori di organoselenium

Il danneggiamento ossidativo dei tessuti dell'organismo è ben noto essere mediato in parte dalle specie reattive dell'azoto e dell'ossigeno. Il danno che causano è un induttore potente di infiammazione. I livelli della perossidasi del glutatione egualmente sono stati indicati per essere bassi nelle circostanze conosciute per essere causato dallo sforzo ossidativo. Tuttavia, la ricerca attuale non ha indicato un vantaggio per il completamento del selenio sotto forma di incidenza della malattia di cuore diminuita, o di iperlipidemia.

Ebselen impedisce il danno dell'ossidante come pure è un agente antinfiammatorio potente. Inibisce la produzione delle specie reattive dell'ossigeno, la sintasi dell'ossido di azoto dalle celle endoteliali e l'aderenza del leucocita ad endotelio con migrazione attraverso la barriera endoteliale.

Ciò ha suggerito il suo uso nell'impedire e nel trattamento della malattia di cuore aterosclerotica. Egualmente è stato indicato per inibire l'infiammazione dei polmoni. Altri composti di promessa includono il diselenide della Banca dei Regolamenti Internazionali dei diselenides (2-hydroxyphenyl), il diselenide della Banca dei Regolamenti Internazionali (3-hydroxyphenyl) e il diselenide della Banca dei Regolamenti Internazionali (4-hydroxyphenyl).

Riferimenti

Further Reading

Last Updated: Aug 23, 2018

Dr. Liji Thomas

Written by

Dr. Liji Thomas

Dr. Liji Thomas is an OB-GYN, who graduated from the Government Medical College, University of Calicut, Kerala, in 2001. Liji practiced as a full-time consultant in obstetrics/gynecology in a private hospital for a few years following her graduation. She has counseled hundreds of patients facing issues from pregnancy-related problems and infertility, and has been in charge of over 2,000 deliveries, striving always to achieve a normal delivery rather than operative.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Thomas, Liji. (2018, August 23). Applicazioni biologiche del selenio. News-Medical. Retrieved on September 20, 2019 from https://www.news-medical.net/health/Selenium-Biologic-Applications.aspx.

  • MLA

    Thomas, Liji. "Applicazioni biologiche del selenio". News-Medical. 20 September 2019. <https://www.news-medical.net/health/Selenium-Biologic-Applications.aspx>.

  • Chicago

    Thomas, Liji. "Applicazioni biologiche del selenio". News-Medical. https://www.news-medical.net/health/Selenium-Biologic-Applications.aspx. (accessed September 20, 2019).

  • Harvard

    Thomas, Liji. 2018. Applicazioni biologiche del selenio. News-Medical, viewed 20 September 2019, https://www.news-medical.net/health/Selenium-Biologic-Applications.aspx.

Comments

The opinions expressed here are the views of the writer and do not necessarily reflect the views and opinions of News-Medical.Net.
Post a new comment
Post