Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Dovrebbe MRI essere usato per diagnosticare il carcinoma della prostata?

L'imaging a risonanza magnetica (MRI) è una tecnica diagnostica non invadente per la produzione delle scansioni tridimensionali degli organi dell'organismo.

Generalità della tecnica di risonanza magnetica

Con l'aiuto del campo magnetico potente e delle onde radio, MRI crea le immagini dettagliate dei tessuti come pure degli organi interni. Questa tecnica non utilizza le radiazioni ionizzanti quali i raggi x. Lavora al principio di rilevazione del cambiamento in direzione delle asce rotazionali dei protoni in liquidi organici con l'aiuto degli stimoli di radiazione e magnetici.

Durante la scansione di MRI, il paziente è tenuto a trovarsi dentro un grande tubo dei magneti potenti. I protoni nei liquidi organici sono stati allineati al forte campo magnetico. Sopra il passaggio delle onde radio, i protoni ottengono stimolati e girano dall'allineamento al campo magnetico. La quantità di energia rilasciata e di durata del riallineamento dei protoni al campo magnetico dopo la commutazione fuori dallo stimolo dell'onda radio è individuata dai sensori. Questi informazioni sono trascritte e convertite in formato di immagine.

I tessuti differenti possiedono i beni magnetici differenti e quindi l'output varia. Inoltre, gli stati di malattia egualmente alterano il comportamento magnetico usuale del tessuto dato. Ciò, a sua volta, riflette gli output della scansione di MRI. L'intera procedura è programmata e governata digitalmente.

Per diminuire le probabilità di offuscamento delle immagini dovuto i movimenti fisici, i pazienti sono tenuti a rimanere completamente ancora durante il trattamento. I medici egualmente impiegano gli agenti di contrasto quali determinati prodotti chimici che contengono il gadolinio per accelerare il tempo di reazione e per migliorare la nitidezza delle immagini.

Le risonanze magnetiche permettono che i medici valutino la presenza come pure la severità di varie condizioni mediche. MRI può essere impiegato nella diagnosi anatomica delle malattie in un intervallo degli organi, incluso ma non limitato al cervello, al midollo spinale, al cuore, alle giunzioni ed agli organi viscerali quali la prostata ed il fegato.

Oltre alla diagnosi, MRI egualmente trova la sua applicazione nel video del progresso del trattamento. dovuto la natura inoffensiva di questa procedura, è considerato sicuro per uso durante la gravidanza riflettere il bambino.

Carcinoma della prostata, illustrazione 3D che mostra presenza di tumore dentro la ghiandola di prostata quale comprime l
Carcinoma della prostata, illustrazione 3D che mostra presenza di tumore dentro la ghiandola di prostata quale comprime l'uretra. Credito di immagine: Kateryna Kon/Shutterstock

MRI e biopsia della prostata

Inizio del carcinoma della prostata quando le celle nella ghiandola di prostata cominciano a svilupparsi senza ostacolo. Questo tipo di cancro pregiudica soltanto gli uomini.

La diagnosi di carcinoma della prostata è solitamente in base alla biopsia (TRUS) ultrasuono-guida trans-rettale della prostata ed alla prova prostata-specifica (PSA) dell'antigene, di cui tutt'e due non sono spesso abbastanza specifiche. Un alto valore di PSA necessariamente non implica la presenza di tumore e similmente, una biopsia TRUS-guida quantità negativa completamente non elimina la presenza di tumori.

Di conseguenza, in persone con un'alta biopsia del valore e della quantità negativa di PSA prima, una prova alternativa più affidabile è necessaria per la conferma (o eliminare) del carcinoma della prostata. Quindi, la biopsia MRI-guida della prostata entra in gioco.

Per un'ottimizzazione precisa del tumore, MRI è considerato la tecnica di rappresentazione più adatta. I ricercatori hanno notato i 3 - più alta di 4 volte alla tariffa di rilevazione del cancro nel gruppo MRI-guida di biopsia rispetto al gruppo convenzionale di biopsia in uno studio clinico.

In un altro studio, è stato osservato che MRI ha avuto un valore predittivo del positivo di 87% per la diagnostica dei fuochi anteriori del tumore, che erano altrimenti difficili da individuare nella biopsia TRUS-guida della prostata.

Un esame degli studi scientifici dal 1984 al 2000 ha indicato che MRI contribuito a predire precisamente la fase del carcinoma della prostata, a circa 50% - 92% del tempo.

Più ulteriormente ad una diagnosi accurata, MRI ora sta usando come strumento per l'organizzazione dei tumori congiuntamente ad altri parametri clinici. L'area provocatoria comunque per la biopsia di MRI è la rilevazione delle metastasi di linfonodo, che è un preannunciatore importante per la prognosi della malattia.

Gli scienziati stanno verificando parecchi approcci quale l'uso dell'ossido di ferro paramagnetico con la biopsia MRI-guida ad aumentare la sensibilità del metodo nella diagnostica delle metastasi di linfonodo. Più presto le metastasi sono diagnosticate, meglio sono le probabilità di intervento aumentare la speranza di vita.

MRI nella programmazione del trattamento e nel video

MRI con i livelli di PSA ed il punteggio di Gleason è utilizzato nella stratificazione accurata dei pazienti nei gruppi di rischio. Le persone a basso rischio hanno consigliato clinicamente così la sorveglianza attiva, mentre quelle con i gradi avanzati del tumore sono trattate più ulteriormente con le opzioni chirurgiche o non chirurgiche.

Poichè il prostatectomy è soltanto utile per la rimozione dei tumori limitati all'interno della ghiandola di prostata, una biopsia pre-procedurale è usata spesso evitare un intervento di alta chirurgia in parecchi casi (per esempio, un tumore metastatico che non può essere completamente essiccato tramite rimozione della ghiandola di prostata).

Inoltre, nei pazienti che ricevono i farmaci o la radioterapia per il trattamento di carcinoma della prostata, la biopsia di MRI è uno strumento della scelta per la valutazione periodica della progressione e dell'adeguamento corrispondente del regime del trattamento.

Sorgenti

Further Reading

Last Updated: Feb 27, 2019

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Patel, HH. (2019, February 27). Dovrebbe MRI essere usato per diagnosticare il carcinoma della prostata?. News-Medical. Retrieved on July 11, 2020 from https://www.news-medical.net/health/Should-MRI-be-Used-to-Diagnose-Prostate-Cancer.aspx.

  • MLA

    Patel, HH. "Dovrebbe MRI essere usato per diagnosticare il carcinoma della prostata?". News-Medical. 11 July 2020. <https://www.news-medical.net/health/Should-MRI-be-Used-to-Diagnose-Prostate-Cancer.aspx>.

  • Chicago

    Patel, HH. "Dovrebbe MRI essere usato per diagnosticare il carcinoma della prostata?". News-Medical. https://www.news-medical.net/health/Should-MRI-be-Used-to-Diagnose-Prostate-Cancer.aspx. (accessed July 11, 2020).

  • Harvard

    Patel, HH. 2019. Dovrebbe MRI essere usato per diagnosticare il carcinoma della prostata?. News-Medical, viewed 11 July 2020, https://www.news-medical.net/health/Should-MRI-be-Used-to-Diagnose-Prostate-Cancer.aspx.

Comments

The opinions expressed here are the views of the writer and do not necessarily reflect the views and opinions of News Medical.