Sorgenti della vitamina K

La vitamina K è un gruppo di vitamine liposolubili in questione nella sintesi delle proteine state necessarie per coagulazione del sangue e per l'associazione del calcio in ossa ed in altri tessuti.

Chimicamente, la famiglia di vitamina K si compone di 2 derivati methyl-1. Due moduli naturali della vitamina K esistono, vale a dire vitamina K1 e vitamina K2. La vitamina K1 egualmente è chiamata phylloquinone, phytomenadione o phytonadione ed è sintetizzata in impianti, ortaggi particolarmente verdi e freschi, perché è compresa nella fotosintesi. La vitamina K1 è egualmente abbondante in varia frutta quale l'avocado ed il kiwi ed alcune erbe contengono le quantità elevate molto della vitamina K. per esempio, due cucchiai da tavola di prezzemolo è conosciuto per contenere più di 150% della quantità quotidiana raccomandata di vitamina K.

La vitamina K2, che è il modulo principale ha memorizzato in animali, ha è una serie di sottotipi citati come menaquinones, omologhi della vitamina che sono caratterizzati dalle lunghezze differenti delle loro catene laterali del isoprenoid. I batteri nell'intestino crasso possono convertire la vitamina K1 in vitamina K2 come pure potere allungare le catene laterali del isoprenoid della vitamina K2, per dare un intervallo degli omologhi della vitamina K2.

Ci sono egualmente tre moduli sintetici della vitamina K, che sono vitamine K3, K4 e K5, sebbene la vitamina K3 abbia indicato gli effetti tossici in alcuni studi.

Come vitamina liposolubile, l'assorbimento della vitamina K1 è spesso maggior in presenza di burro o di petrolio. L'associazione stretta della vitamina K1 alle membrane del thylakoid in cloroplasti significa che la sua biodisponibilità è povera a meno che i grassi si aggiungano. La biodisponibilità della vitamina K è 5% in spinaci cucinati, per esempio, mentre aggiungendo il grasso agli spinaci aumenta la biodisponibilità a 13%.

Secondo l'assunzione dietetica di riferimento degli Stati Uniti, l'assunzione della vitamina K che un uomo di 25 anni richiede ogni giorno è di 120 microgrammi. Per una donna, l'importo sarebbe di 90 microgrammi/giorno; per gli infanti 10-20 microgrammi/giorno e per i bambini e gli adolescenti, il requisito quotidiano sarebbero di 15-100 microgrammi/giorno.

Sebbene sia possibile avere una reazione allergica al completamento di vitamina K, non c'è rischio conosciuto di vitamina K1 o la vitamina K2 che ha gli effetti tossici e livello superiore non tollerabile dell'assunzione quindi è stata collocata.

I neonati sono a rischio di carenza in K della vitamina perché non possiedono i batteri dell'intestino tenuti a contribuire a sintetizzare questa vitamina. Ancora, la vitamina K non attraversa la placenta per raggiungere il feto durante la gravidanza ed il latte umano è basso in questa vitamina, significante che l'allattamento al seno non fornisce gli importi adeguati al neonato.

I bambini allattati al seno possono essere bassi in vitamina K per parecchie settimane finché le loro budella non comincino sviluppare i batteri richiesti di sintetizzare la vitamina K2. Questi bambini sono a rischio di una circostanza chiamata malattia emorragica del neonato, che può piombo a spurgo severo che a volte causa la lesione cerebrale. Come misura preventiva, i bambini sono dati ordinariamente le iniezioni di vitamina K dopo la nascita. La formula infantile è fatta per contenere la vitamina K, ma anche i bambini formula-alimentati possono essere bassi in vitamina K per alcuni giorni.

Sorgenti

  1. http://www.nhs.uk/Conditions/vitamins-minerals/Pages/Vitamin-K.aspx
  2. https://www.ashfordstpeters.info/images/leaflets/MA34.pdf
  3. https://www.hey.nhs.uk/patient-leaflet/vitamin-k-konakion-mm-babies-information-parents/
  4. http://www.uclh.nhs.uk/pandv/pil/patient%20information%20leaflets/vitamin%20k%20prophylaxis.pdf
  5. http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3021393/

Further Reading

Last Updated: Apr 24, 2019

Dr. Ananya Mandal

Written by

Dr. Ananya Mandal

Dr. Ananya Mandal is a doctor by profession, lecturer by vocation and a medical writer by passion. She specialized in Clinical Pharmacology after her bachelor's (MBBS). For her, health communication is not just writing complicated reviews for professionals but making medical knowledge understandable and available to the general public as well.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Mandal, Ananya. (2019, April 24). Sorgenti della vitamina K. News-Medical. Retrieved on December 09, 2019 from https://www.news-medical.net/health/Sources-of-Vitamin-K.aspx.

  • MLA

    Mandal, Ananya. "Sorgenti della vitamina K". News-Medical. 09 December 2019. <https://www.news-medical.net/health/Sources-of-Vitamin-K.aspx>.

  • Chicago

    Mandal, Ananya. "Sorgenti della vitamina K". News-Medical. https://www.news-medical.net/health/Sources-of-Vitamin-K.aspx. (accessed December 09, 2019).

  • Harvard

    Mandal, Ananya. 2019. Sorgenti della vitamina K. News-Medical, viewed 09 December 2019, https://www.news-medical.net/health/Sources-of-Vitamin-K.aspx.

Comments

The opinions expressed here are the views of the writer and do not necessarily reflect the views and opinions of News-Medical.Net.
Post a new comment
Post