Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Stimolo elettrico transcutaneo del nervo per demenza

Con oltre 9,9 milione nuovi casi di demenza ogni anno, la ricerca per un efficace trattamento è della massima importanza. Una certa ricerca suggerisce quello stimolo elettrico transcutaneo del nervo, comunemente usato per trattare il dolore cronico, potrebbe essere utile nel miglioramento dei sintomi di demenza.

Che cosa è stimolo elettrico transcutaneo del nervo?

Lo stimolo elettrico transcutaneo del nervo (TENS) stimola i nervi in una determinata regione dell'organismo amministrando gli impulsi elettrici attraverso l'interfaccia. La corrente elettrica è generata da una piccola unità a pile e connette agli elettrodi che attaccano l'organismo. I DIECI è molto efficaci a produrre il sollievo di dolore a breve termine ed in modo da tipicamente è usato per trattare il dolore connesso con le varie circostanze, includenti indietro, il collo ed il dolore unito.

Tuttavia, una serie di studi suggeriscono che i DIECI si siano applicati alle regioni particolari della testa e l'organismo potrebbe essere efficace a migliorare gli aspetti di cognizione, quali la memoria ed il comportamento e potrebbero avvantaggiare così significativamente i pazienti che vivono con la demenza.

Unità di dieci. Credito di immagine: Praisaeng/Shutterstock
Unità elettrica transcutanea di stimolo del nervo. Credito di immagine: Praisaeng/Shutterstock

DIECI e memoria

Poichè i DIECI possono essere usati per stimolare i nervi specifici e quindi per attivare le regioni particolari del cervello, è utile nell'aumento di funzioni conoscitive determinate nelle malattie come demenza.

Per esempio, lo stimolo del nervo vago facendo uso dei DIECI è stato indicato per provocare i miglioramenti nella memoria a breve termine ed a lungo termine non verbale, nella memoria a lungo termine verbale ed in fluidità verbale in pazienti con il morbo di Alzheimer delle fasi iniziali ed in pazienti anziani con danno conoscitivo delicato (MCI).

I modelli animali hanno indicato che il nervo vago aumenta l'output noradrenergic dal locus coeruleus all'ippocampo, una regione del cervello principale responsabile della memoria che è influenzata significativamente nella demenza. Ecco perché aumentare l'attività del nervo vago facendo uso dei DIECI può aiutare la memoria in pazienti con il morbo di Alzheimer.

Tuttavia, ulteriore ricerca indica che questo effetto può dipendere dalla severità di demenza, con i DIECI che mostrano poco miglioramento sulla memoria nei pazienti di Alzheimer che erano nelle metà di o fasi recenti della malattia. Quindi, l'entrata in vigore dei DIECI come terapia per demenza può soltanto essere efficace ad aiutare la cognizione nei pazienti della fase iniziale, mentre l'ippocampo può essere nocivo troppo severamente per rispondere a stimolo elettrico agli stadi avanzati.

DIECI e comportamento

I DIECI egualmente è stato indicato nella ricerca per migliorare gli aspetti di comportamento che sono alterati nella demenza, quale sonno. Ciò è importante poichè il sonno ed altre perturbazioni di notte possono pregiudicare significativamente la qualità di vita di una persona con demenza e di chiunque che si occupa di loro.

Per esempio, i DIECI può migliorare i ritmi circadiani e diminuire le emissioni quale irrequietezza di notte nei pazienti di Alzheimer entrambi presto e alle mezzo fasi della malattia. È suggerito che questo effetto sia mediato da stimolo dell'ipotalamo, che contiene il nucleo suprachiasmatic (SCN), una regione del cervello responsabile del gestire la programmazione quotidiana delle funzioni in un organismo.

Ciò è per quanto ci non sia tipicamente importante molte alternative alle droghe nel trattamento di demenza, che può produrre spesso gli effetti secondari significativamente avversi. Di conseguenza, la prova suggerisce che i DIECI possano offrire un trattamento novello e non farmacologico per i sintomi che si presentano nella demenza, mirando alle vie neurali specifiche ed alle regioni in questione nel funzionamento conoscitivo.

Riferimenti

Further Reading

Last Updated: Feb 26, 2019

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Mullany, Sophie. (2019, February 26). Stimolo elettrico transcutaneo del nervo per demenza. News-Medical. Retrieved on March 04, 2021 from https://www.news-medical.net/health/Transcutaneous-Electrical-Nerve-Stimulation-for-Dementia.aspx.

  • MLA

    Mullany, Sophie. "Stimolo elettrico transcutaneo del nervo per demenza". News-Medical. 04 March 2021. <https://www.news-medical.net/health/Transcutaneous-Electrical-Nerve-Stimulation-for-Dementia.aspx>.

  • Chicago

    Mullany, Sophie. "Stimolo elettrico transcutaneo del nervo per demenza". News-Medical. https://www.news-medical.net/health/Transcutaneous-Electrical-Nerve-Stimulation-for-Dementia.aspx. (accessed March 04, 2021).

  • Harvard

    Mullany, Sophie. 2019. Stimolo elettrico transcutaneo del nervo per demenza. News-Medical, viewed 04 March 2021, https://www.news-medical.net/health/Transcutaneous-Electrical-Nerve-Stimulation-for-Dementia.aspx.

Comments

The opinions expressed here are the views of the writer and do not necessarily reflect the views and opinions of News Medical.