Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Trattamento per i Varices esofagei

Da Jeyashree Sundaram (MBA)

L'esofago connette la faringe e lo stomaco tramite tubo lungo. L'infiammazione nei filoni dell'esofago è definita come varices esofagei. Poichè i filoni ingrandetti sono molto vicini al rivestimento interno dell'esofago, sono alla la rottura altamente incline e causano lo spurgo generoso. Lo spurgo non può essere terminato spontaneamente e non richiede il trattamento. Parecchi droghe e trattamenti sono a disposizione per aiutare nella fermata dello spurgo dai filoni.

Il bloccaggio dello spurgo è lo scopo primitivo nel trattamento dei varices esofagei. La ricorrenza di spurgo è più comune dopo il trattamento. Seguiti regolari sono richiesti di controllare per vedere se c'è spurgo ricorrente ed il trattamento appropriato è dato per impedire i varices più esofagei svilupparsi.

Il trattamento nella fase iniziale riesce in 80% - 90% dei casi con i varices esofagei ed il resto è difficile da recuperare dovuto l'associazione con altre complessità come la sindrome hepatorenal, l'errore di fegato e le infezioni epatiche.

Trattamenti preventivi

I trattamenti che comprendono abbassando l'alta pressione sanguigna portale possono fare diminuire l'avvenimento dei varices esofagei. Tali trattamenti sono chiamati i trattamenti preventivi. L'obiettivo principale di questo trattamento è di fermare i varices da sangue di rottura e colante.

Il sotto citati sono i trattamenti preventivi comuni per i varices esofagei:

Riduzione di pressione in filone portale dalle droghe

L'ipertensione in filoni portali è portata giù dai betabloccanti e diminuisce la probabilità di spurgo. Alcuni dei betabloccanti che sono utilizzati per trattare l'ipertensione portale sono nadolol e propranololo.

Legatura della banda

L'approccio endoscopico di legatura della banda è effettuato per i pazienti con i varices esofagei. Con l'endoscopia, una piccola banda elastica è legata sopra i filoni ingrandetti per evitare l'emorraggia. È un efficace e sicuro e c'è meno ricorrenza di spurgo dopo la procedura.

Trattamento per l'avvenimento di spurgo

Poichè sanguinare è uno stato molto serio ed aggressivo nei varices esofagei, è estremamente importante trattare i varices e bloccare i filoni di spurgo efficacemente da scelga o combinazione di procedure del trattamento. Tali trattamenti sono discussi qui sotto:

Droghe farmacologiche

Dopo l'episodio di spurgo, le droghe solitamente farmacologiche come il octreotide sono amministrate con l'endoscopia ai pazienti per rallentare il flusso sanguigno dagli organi interni ai filoni portali. È dato generalmente per i cinque giorni consecutivi dopo l'emorragia. Inoltre, le droghe vasocostrittori sono fornite subito dopo della rilevazione di spurgo nei varices esofagei. Terlipressin è una vasopressina sintetica infusa per via endovenosa nel caso dell'emorragia variceal acuta.

Trasfusione di sangue

La reintegrazione del sangue è essenziale per mantenere il volume standard di sangue in una persona poiché ci sarebbe grande perdita nel sangue dovuto variceal. La trasfusione di sangue è fatta per pazienti con l'alta emorragia. Gli antibiotici di Prophylatic sono usati per impedire l'infezione batterica che si presenta durante spurgo e presto rebleeding.

Terapia di endoscopia

La terapia endoscopica è il trattamento principale per la gestione i varices e della cirrosi epatica esofagei. Può essere usata come sia terapie profilattiche primarie che secondarie. La legatura variceal endoscopica è eseguita fino a rimuovere i varices e questa tecnica diminuisce l'effetto nella parete interna dell'esofago. Tuttavia, questi trattamenti non diminuiranno il flusso sanguigno in filoni portali.

La scleroterapia endoscopica dell'iniezione è un'altra terapia usata per trattare i varices sviluppando un coagulo di sangue. Questa tecnica soffre lo svantaggio di esibizione delle complicazioni nocive e pericolose.

Evitare del flusso sanguigno

Il flusso di sangue è riorientato che oltrepassa i filoni portali. Ciò può essere raggiunta con una tecnica chiamata scambio portosystemic intraepatico transjugular (TIPS) che colloca uno stent che connette il fegato ed il cuore. Ciò diminuisce la pressione in filoni portali mentre il sangue è portato al cuore da questi stents. A sua volta, sanguinare nei varices esofagei è terminata.

Sebbene la procedura dei SUGGERIMENTI aiuti nella diminuzione dell'ipertensione del filone portale, causa alcuni effetti contrari critici come l'errore ed il delirio di fegato. Questi effetti sono dovuto la non filtrazione delle tossine dagli stents e sono liberi di passare altre parti del corpo per il sangue. Quindi, i SUGGERIMENTI è usato come trattamento limitato per la vittima finché il fegato erogatore non sia disponibile per trapianto del fegato.

Nel caso del rebleeding, i trattamenti suggeriti sono l'amministrazione dei betabloccanti e del metodo di legatura della banda elastica per impedire ulteriore emorragia.

Trapianto del fegato

Il trapianto del fegato è il metodo migliore per la gente con l'affezione epatica critica. Sebbene la procedura di trapianto riesca nel corso degli anni, la disponibilità di un fegato erogatore è bassa ed i pazienti devono aspettare considerevolmente di più un trapianto.

Terapia di salvataggio

Nel caso di errore di controllo e di rebleeding, la terapia di salvataggio con tamponatura del pallone o i SUGGERIMENTI è necessari. In questa terapia, l'emorragia è fatta per cessare nell'esofago sotto controllo endoscopico, che efficacemente gestisce la ricorrenza dell'emorragia in varix esofageo dopo il trattamento.

Sorgenti

Further Reading

Last Updated: Feb 26, 2019

Comments

The opinions expressed here are the views of the writer and do not necessarily reflect the views and opinions of News Medical.