Sindrome di lisi del tumore

La sindrome di lisi del tumore rappresenta una complicazione potenzialmente interna dei tumori maligni estesi e chemosensitive di trattamento del cancro che è veduto solitamente in pazienti con rapido la crescita. Questa entità clinica è veduta come conseguenza della distruzione rapida delle celle maligne, seguita dalla versione istantanea delle proteine, degli ioni e dei metaboliti intracellulari nello spazio extracellulare.

Anche se la sindrome di lisi del tumore si presenta solitamente in pazienti con le malattie maligne ematologiche di prima scelta, c'erano rapporti dei casi in una pletora di altre malignità ematologiche compreso la malattia di Hodgkin, il linfoma non-Hodgkin di qualità inferiore ed il cancro testicolare a crescita rapida.

Come presto riconoscimento delle persone ad ad alto rischio per la sindrome acuta di lisi del tumore permette all'introduzione in anticipo delle misure profilattiche che possono anche impedire i risultati interni, è chiave identificare esattamente i tratti del laboratorio e clinici come pure segni e sintomi di questo stato pericoloso.

Eziologia e fattori di rischio

La sindrome di lisi del tumore segue solitamente il trattamento delle malignità con la terapia citotossica, sebbene possa anche accadere spontaneamente in pazienti con i tumori altamente proliferativi. Realmente è considerato lo stato emergente in relazione con la malattia più frequente incontrato dai medici e specialisti che si occupano dei bambini o degli adulti che presentano con i cancri ematologici.

Parecchi fattori sono conosciuti per contribuire allo sviluppo della sindrome di lisi del tumore, quali il tipo di malignità, la sua risposta al trattamento, la rapidità del volume d'affari delle cellule come pure il carico del tumore. Altri fattori di rischio potenziali comprendono la risposta difficile ad idratazione, ad insufficienza renale preesistente e ad insufficienza renale acuta.

Le anomalie metaboliche che sono associate con questa entità sono vedute che dovuto la versione massiccia dei prodotti di degradazione e del contenuto ha trovato in celle morte del tumore. Più specificamente, il calcio, il potassio, i fosfati, l'urea e l'acido urico versano nello spazio extracellulare e superano le capacità di filtrazione dei reni, a sua volta causanti le perturbazioni metaboliche specifiche.

I cambiamenti nei livelli di sangue di anioni suddetti, di cationi e di prodotti metabolici possono pregiudicare il funzionamento normale di parecchi organi, particolarmente i reni, ma anche il cuore, i muscoli, il cervello ed il tratto gastrointestinale. Il fosforo in eccesso può avere un effetto significativo su assorbimento del calcio, abbassante i sui livelli nel sangue.

Manifestazioni cliniche

La sintomatologia della sindrome di lisi del tumore è non specifica, ma i sintomi comunemente osservati comprendono la mancanza di appetito, di nausea, di vomito, di fatica, di debolezza, di letargia e di artralgia. L'urina scura e nuvolosa con l'output diminuito dell'urina può inoltre essere veduta. Altri segni e sintomi che sono collegati con metabolico o anomalie dell'elettrolito sono la debolezza di muscolo, attacchi, irritabilità neuromuscolare e le aritmia cardiache. Gli ultimi possono anche provocare la morte improvvisa in pazienti con la sindrome di lisi del tumore.

Gli alti livelli dei fosfati e dell'acido urico rendono esplicitamente i pazienti con questa sindrome ad ad alto rischio per la lesione cristallo-associata del rene, soprattutto dato che precipitati dell'acido urico facilmente in presenza del fosfato di calcio, mentre il fosfato di calcio precipita rapidamente in presenza di acido urico.

Questi segni e sintomi sono seguiti solitamente dai risultati dei test specifici di sangue, che è un presupposto per la diagnosi adeguata. Tuttavia, l'inizio può essere abbastanza sottile, con appena tutti i valori anormali del laboratorio; dall'altro lato dello spettro, il rene e l'errore veri dell'organo possono seguire molto rapidamente.

Gestione della sindrome di lisi del tumore

Nella gestione della sindrome di lisi del tumore, gli sforzi dovrebbero essere fatti per rettificare il sovraccarico fluido, per evitare la disidratazione e le anomalie dell'elettrolito come pure stabilire l'output urinario sufficiente prima della terapia è iniziata. I livelli aumentati di potassio e di fosfati dovrebbero essere trattati rapidamente secondo le misure standard, ma il trattamento del hypocalcemia asintomatico non è raccomandato in una maggioranza dei casi.

L'idratazione aggressiva e rapida e la minzione aumentata sono punti chiave nella prevenzione e nella gestione della sindrome di lisi del tumore. In linea generale, l'accesso vascolare deve essere stabilito e le persone influenzate dovrebbero essere idratate con circa tre litri per m2 ogni giorno. Nei casi quando la diuresi adeguata non può essere raggiunta soltanto con idratazione endovenosa, l'amministrazione di mannitolo (un diuretico osmotico) può essere considerata.

Oltre ad idratazione adeguata, è essenziale per amministrare un agente hypouricemic (allopurinol o rasburicase) prima dell'inizio del trattamento. Allopurinol è un inibitore potente dell'ossidasi della xantina che può bloccare la conversione della xantina e dell'ipoxantina ad acido urico.

D'altra parte, un metodo alternativo per l'inibizione della formazione dell'acido urico è di incoraggiare il catabolismo di acido urico a allantoin per mezzo di ossidasi dell'acido urico. Il gene che codifica l'ossidasi del urate è stato clonato da un aspergillus flavus fungoso di specie, che ha permesso la produzione e la depurazione successiva del rasburicase recombinante degli enzimi.

Bloodwork deve essere ripetuto regolarmente per valutare i livelli dell'elettrolito ed il danno potenziale del rene, ma c'è egualmente un bisogno molto attentamente riflette l'output dell'urina ed il ritmo del cuore. Gli sforzi futuri della ricerca dovrebbero sforzarsi di sviluppare un modello premonitore per identificare i pazienti ad ad alto rischio chi avrebbe bisogno delle misure più aggressive, specialmente rasburicase o emodialisi. Quindi, è di massima importanza che i gruppi di ricerca continuano con l'indagine dei fattori di rischio e dei risultati inerenti alla sindrome di lisi del tumore.
Esaminato da Lois Zoppi, SEDERE.

Sorgenti

Further Reading

Last Updated: Aug 23, 2018

Dr. Tomislav Meštrović

Written by

Dr. Tomislav Meštrović

Dr. Tomislav Meštrović is a medical doctor (MD) with a Ph.D. in biomedical and health sciences, specialist in the field of clinical microbiology, and an Assistant Professor at Croatia's youngest university - University North. In addition to his interest in clinical, research and lecturing activities, his immense passion for medical writing and scientific communication goes back to his student days. He enjoys contributing back to the community. In his spare time, Tomislav is a movie buff and an avid traveler.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Meštrović, Tomislav. (2018, August 23). Sindrome di lisi del tumore. News-Medical. Retrieved on November 13, 2019 from https://www.news-medical.net/health/Tumor-Lysis-Syndrome.aspx.

  • MLA

    Meštrović, Tomislav. "Sindrome di lisi del tumore". News-Medical. 13 November 2019. <https://www.news-medical.net/health/Tumor-Lysis-Syndrome.aspx>.

  • Chicago

    Meštrović, Tomislav. "Sindrome di lisi del tumore". News-Medical. https://www.news-medical.net/health/Tumor-Lysis-Syndrome.aspx. (accessed November 13, 2019).

  • Harvard

    Meštrović, Tomislav. 2018. Sindrome di lisi del tumore. News-Medical, viewed 13 November 2019, https://www.news-medical.net/health/Tumor-Lysis-Syndrome.aspx.

Comments

The opinions expressed here are the views of the writer and do not necessarily reflect the views and opinions of News-Medical.Net.
Post a new comment
Post