Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Che cosa possiamo imparare dall'elettroencefalogramma del paziente con l'epilessia?

Salto a:

L'epilessia è uno stato neurologico caratterizzato dagli episodi ricorrenti degli attacchi. La maggior parte dei casi dell'epilessia non hanno una chiara causa. La patogenesi primaria di molti moduli dell'epilessia è un'espressione anormale di determinati ricevitori nel cervello che piombo all'eccitazione migliorata ed all'inibizione diminuita, piombo all'attività neurale aumentata.

La ragazza con gli elettrodi di elettroencefalogramma fissati a lei si dirige verso il credito del test medicale: Vasara/Shutterstock
La ragazza con gli elettrodi di elettroencefalogramma fissati a lei si dirige verso il credito del test medicale: Vasara/Shutterstock

Che cosa è un elettroencefalogramma?

Un elettroencefalogramma, o l'elettroencefalogramma, è uno strumento non invadente della ricerca e di sistema diagnostico utilizzato per studiare attività elettrica dei cervelli dei pazienti' (onde cerebrali). Durante la procedura, i piccoli sensori dell'elettrodo fissati ai cuscinetti appiccicosi sono fissati al cuoio capelluto attraverso la testa che sono sensibili all'attività elettrica nel cervello.

elettroencefalogramma - output dell
elettroencefalogramma - output dell'elettroencefalogramma - credito di immagine: Chaikom/Shutterstock

Un elettroencefalogramma è effettuato tipicamente da un neurofisiologo clinico o dagli psichiatri dello specialista e può essere fatto alla clinica o a casa. Sebbene l'elettroencefalogramma faccia ricercare molti gli usi attraverso vario psichiatrico e termini neurologici, nella clinica, in genere quasi esclusivamente è usata per diagnosticare e riflettere l'epilessia. Secondo il tipo di onde cerebrali che sono prodotte, i clinici possono identificare un tipo specifico di epilessia ed offrire le strategie adattate del trattamento.

elettroencefalogramma ed epilessia

L'epilessia è caratterizzata dai periodi di attività elettrica intensa nel cervello durante l'attacco. Ciò è probabilmente soprattutto dovuto l'eccitazione aumentata nel cervello accoppiato ad inibizione diminuita, inducente i neuroni ad infornare eccessivamente. Gli scarichi epileptiform Interictal (IEDs) sono onde caratteristiche che differenziano gli attacchi epilettici e nonepielptic. Questi comprendono le punte, le ondulazioni pronunciate, i complessi di punta-Wave e i polsypikes in una registrazione di elettroencefalogramma.

Tuttavia, gli attacchi accadono soltanto occasionalmente ed a meno che un attacco stia accadendo, un elettroencefalogramma non prenderà l'attività del tipo di attacco (status epilepticus). dovuto questo, è importante che i pazienti sospettati dell'epilessia sono offerti gli elettroencefalogrammi ripetuti a lungo termine mentre questo aumenta il rendimento e la probabilità diagnostici di prendere IEDs. La privazione di sonno, l'iperventilazione e lo stimolo photic possono migliorare la probabilità di prendere i segnali epilettici di elettroencefalogramma dentro più della metà dei pazienti sospettati. Altri moduli dell'epilessia; particolarmente in bambini, può accadere durante il sonno, in modo da una prova di elettroencefalogramma di sonno può anche essere offerta.

In determinati moduli dell'epilessia, il cervello rimane altamente eccitabile a riposo e un elettroencefalogramma può quindi potere confermare la diagnosi. Alcuni esempi specifici sono:

  • Le punte anteriori del lobo temporale sono un segno dell'epilessia di lobo temporale mesial
  • Lle punte generalizzate da 3 hertz sono indicative dell'epilessia di assenza
  • >Lle punte da 4 hertz & generalizzano i polyspikes sono caratteristiche della sindrome di Lennox-Gastaut
  • I polyspikes di Extratemporal sono dovuto displasia corticale focale

dovuto le similarità delle ondulazioni pronunciate del `' e dei reticoli normali, reticoli di elettroencefalogramma può essere interpretato erroneamente spesso anche fra gli specialisti. Per esempio, le onde di teta temporali ritmiche di 7 hertz nella corteccia temporale sono spesso un segno di sonnolenza in giovani adulti, ma possono essere confuse con l'epilessia. Altri esempi comprendono una piccola punta marcata sporadica (spettrografia di massa 50) nel lobo frontale che sono realmente indicativi dei passeggeri epileptiform benigni del ` di sonno' piuttosto che IEDs. La maggior parte dei segnali confusionari sorgono dovuto le fasi rilassate o iniziali di sonno in adulti.

Altre tecniche di elettroencefalogramma

L'elettroencefalogramma è tipicamente una tecnica non invadente con gli elettrodi collocati sul cuoio capelluto. L'elettroencefalogramma tipico ha spaziato uniformemente gli elettrodi sopra un'ampia area della testa. Sebbene questo possa fornire le informazioni utili quanto al reticolo elettrico neurale e ad un certo livello di localizzazione, non è interamente nello spazio accurato. Come tale, ci sono due ulteriori opzioni di elettroencefalogramma che possono fornire informazioni ancor più approfondite:

1) elettroencefalogramma denso di schiera (daEEG). il daEEG è elettroencefalogramma ma con un più alto numero degli elettrodi di superficie a maggior densità e può riguardare così una più grande area del cranio che migliora la risoluzione spaziale. Facendo uso di questa nuova tecnica, i ricercatori potevano identificare quello nella maggior parte dei tipi di attacco provati, lento-Wave corticale (CSW) è comparso dopo l'attacco ed il numero di CSWs ha correlato con la severità dell'attacco. Questa onda egualmente si è sparsa dal lobo temporale (sito dell'inizio) verso il lobo frontale come pure all'altro emisfero. Questo studio evidenzia che i reticoli elettrici più sensibili possono essere presi nel cervello anche quando un attacco non sta avendo luogo che l'elettroencefalogramma convenzionale non può osservare.

2) elettroencefalogramma dilagante. L'elettroencefalogramma dilagante è considerato in genere soltanto per i pazienti che subiscono la chirurgia. Qui, gli elettrodi sono collocati direttamente sulla superficie del cervello, o profondo all'interno di una regione del cervello. Ciò permette nello spazio la localizzazione accurata dell'origine dell'epilessia. Può anche essere usato per la mappatura corticale nella quale mansioni differenti si riferiscono ai reticoli neurali differenti nelle parti differenti del cervello, per assicurarsi che le cose come la memoria ed il discorso non siano commovente dovuto chirurgia. L'elettroencefalogramma dilagante ha un rapporto di segnale/disturbo molto migliore

Riassumendo, un elettroencefalogramma è il migliore strumento che della ricerca e di sistema diagnostico dobbiamo studiare le onde cerebrali (reticoli neurali) negli oggetti e nei pazienti di referenza con l'epilessia. L'elettroencefalogramma può fornire le informazioni sul tipo di epilessia come pure su un certo livello di localizzazione. Mentre non perfetta ed all'l'interpretazione errata incline, elettroencefalogramma rimane lo d'oro standard della diagnosi dell'epilessia. Le più nuove tecniche di elettroencefalogramma tengono conto la migliore localizzazione dell'epilessia all'interno del cervello.

Sorgenti

  1. Atto di epilessia (2019). epilepsy.org.uk https://www.epilepsy.org.uk/info/diagnosis/eeg-electroencephalogram
  2. Noachtar & Remi, 2009. Il ruolo dell'elettroencefalogramma nell'epilessia: una recensione. Epilessia Behav. 15(1): 22-33. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/19248841
  3. Yang ed altri, 2012. Gli spostamenti spettrali e spaziali di post--ictal rallentano le onde negli attacchi del lobo temporale. Cervello. 135(1): 3134-43 https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/22923634

Further Reading

Last Updated: Oct 24, 2019

Osman Shabir

Written by

Osman Shabir

Osman is a Neuroscience PhD Research Student at the University of Sheffield studying the impact of cardiovascular disease and Alzheimer's disease on neurovascular coupling using pre-clinical models and neuroimaging techniques.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Shabir, Osman. (2019, October 24). Che cosa possiamo imparare dall'elettroencefalogramma del paziente con l'epilessia?. News-Medical. Retrieved on January 22, 2021 from https://www.news-medical.net/health/What-Can-We-Learn-from-EEGs-of-Patients-with-Epilepsy.aspx.

  • MLA

    Shabir, Osman. "Che cosa possiamo imparare dall'elettroencefalogramma del paziente con l'epilessia?". News-Medical. 22 January 2021. <https://www.news-medical.net/health/What-Can-We-Learn-from-EEGs-of-Patients-with-Epilepsy.aspx>.

  • Chicago

    Shabir, Osman. "Che cosa possiamo imparare dall'elettroencefalogramma del paziente con l'epilessia?". News-Medical. https://www.news-medical.net/health/What-Can-We-Learn-from-EEGs-of-Patients-with-Epilepsy.aspx. (accessed January 22, 2021).

  • Harvard

    Shabir, Osman. 2019. Che cosa possiamo imparare dall'elettroencefalogramma del paziente con l'epilessia?. News-Medical, viewed 22 January 2021, https://www.news-medical.net/health/What-Can-We-Learn-from-EEGs-of-Patients-with-Epilepsy.aspx.

Comments

The opinions expressed here are the views of the writer and do not necessarily reflect the views and opinions of News Medical.