Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Che cosa causa i disordini alimentari?

I disordini alimentari, quale le anoressie nervose, bulimia e baldoria che mangiano, sono caratterizzati da un atteggiamento insolito nei confronti di alimento che può indurre una persona ad alterare le loro abitudini alimentari ed abittudine alimentara.

Nessuna causa per i disordini alimentari è stata stabilita. Sebbene una preoccupazione con il peso corporeo e la forma dell'organismo sembrino essere centrali a tutti i disordini alimentari, la ricerca finora ha indicato che i disordini alimentari sono associati con (ma non sono causati vicino) molti fattori differenti, che possono essere genetici, culturali, sociali, comportamentistici, psicologici o biologici.

Di conseguenza, c'è ne “causa„ di un disordine alimentare possono essere multifattoriali e complessi.

Fattori di rischio per i disordini alimentari

I disordini alimentari possono pregiudicare le persone da qualunque corsa, età o classe socioeconomica.  I fattori di rischio che aumentano la probabilità di sviluppare un disordine alimentare includono:

Fattori genetici

La ricerca suggerisce che i fattori genetici possano aumentare la probabilità di una persona che sviluppa un disordine alimentare. Le persone con un parente di primo grado che ha una cronologia di un disordine alimentare è più probabile delle persone senza un tal parente, a se stessi sviluppano un disordine alimentare. Inoltre, i ricercatori hanno identificato i geni specifici che influenzano gli ormoni quali la leptina e il ghrelin. Gli esperti credono quello come pure alimentare di regolamentazione, questi ormoni possono influenzare i tratti ed i comportamenti di personalità che sono associati con anoressia e bulimia.

Influenze a casa o al banco

La ricerca attuale sul ruolo della famiglia nell'avviamento del disordine alimentare è in gran parte a sezione trasversale, retrospettiva ed infondata. Tuttavia, è stato suggerito che i comportamenti dei genitori' potessero influenzare le abitudini alimentari del loro bambino. Per esempio, madri che sono a dieta o la preoccupazione eccessivamente circa il loro peso può avviare il loro bambino per sviluppare un atteggiamento anormale nei confronti di alimento, come può un padre o un fratello germano che prendono in giro una persona circa il loro peso o forma.

Similmente, le osservazioni formulate dai compagni di classe nell'ambiente scolastico possono influenzare l'atteggiamento di un bambino alle abitudini alimentari ed il grandi speranze dell'insegnante o di un genitore della prestazione di un bambino al banco può anche contribuire a gettare le basi per un disordine alimentare.

Personalità e carattere

La gente con i disordini alimentari tende a dividere la simile personalità ed i tratti comportamentistici quali autostima bassa, il perfezionismo, l'approvazione cercante, la dipendenza ed i problemi con la auto-direzione.

Inoltre, i disturbi di personalità specifici possono aumentare il rischio per sviluppare i disordini alimentari, questi includono:

Disturbo di personalità di Avoidant

La gente con questa circostanza è in genere perfezionista, emozionalmente e sessualmente inibita, nonrebellious e terrorizzata di critica o umiliata.

Disturbo di personalità ossessivo

Le persone con questo disordine possono essere perfezioniste, morale rigide, o responsabile eccessivamente delle norme e dell'ordine.

Disturbo borderline di personalità

Questo disordine è associato con i comportamenti autodistruttivi ed impulsivi.

Disturbo di personalità narcistico

Le funzionalità di questo disordine comprendono un'incapacità di confortarsi o di empatizzare con altri come pure un'esigenza di ammirazione e un oversensitivity alla critica o alla sconfitta.

Fattori psicologici

I termini psicologici quali disordine post - traumatico di sforzo, disordine di panico, le fobie e la depressione tutti sono stati associati con le abitudini alimentari anormali, come hanno fattori di sforzo di vita come perdita del posto di lavoro, il divorzio, o fare fronte all'oppressione o ad una difficoltà di apprendimento quale dislessia. Le situazioni stressanti o rovesesse quali i termini stretti a lavoro, al banco o all'università o ad avvertire la morte di un caro sono tutti gli esempi dei fattori che possono contribuire allo sviluppo di un disordine alimentare.

Disordini di immagine di organismo

I disordini di immagine di organismo quale disordine dysmorphic dell'organismo, dove una persona ha una visualizzazione distorta del loro organismo, o dysmorphia del muscolo che descrive un'ossessione con la massa del muscolo, sono associati spesso con anoressia o bulimia.

Pressioni culturali

L'impatto dei media nella cultura occidentale può rifornire un desiderio per o un'ossessione di combustibile con l'idea di diventare leggermente. Nei media, il thinness o la snellezza è uguagliato spesso con successo e popolarità, che possono coltivare ed incoraggiano l'idea di essere sottili, particolarmente fra le ragazze. Tuttavia, i media egualmente commercializza ferocemente gli alimenti economici e calorifici, che possono causare la confusione e lo sforzo. La pressione diventare leggermente può anche essere percepita dalle persone che partecipano alle attività non Xerox o atletiche quali la modellistica, il balletto o il funzionamento.

Di conseguenza, la gente può sviluppare le aspettative non realistiche per la loro immagine dell'organismo e collocare un'enfasi eccessiva sull'importanza di essere sottile.

Fattori biologici

Un sistema corporeo chiamato l'asse ipotalamico-pituitario-adrenale (HPA) può svolgere un ruolo importante nei disordini alimentari.

Il HPA rilascia i regolatori di appetito, dello sforzo e dell'umore quali serotonina, noradrenalina e dopamina. Le anomalie di questi messaggeri chimici sono considerate di svolgere un ruolo importante nei disordini alimentari. La serotonina è importante nel controllo di ansia e di appetito mentre la noradrenalina è un regolatore di sforzo e la dopamina svolge un ruolo nel comportamento alla ricerca di ricompensa. Uno squilibrio di serotonina e di dopamina può contribuire a spiegare perché la gente con anoressia non deriva un senso di piacere da alimento e da altre comodità comuni.

Sorgenti

Further Reading

Last Updated: Aug 23, 2018

Sally Robertson

Written by

Sally Robertson

Sally has a Bachelor's Degree in Biomedical Sciences (B.Sc.). She is a specialist in reviewing and summarising the latest findings across all areas of medicine covered in major, high-impact, world-leading international medical journals, international press conferences and bulletins from governmental agencies and regulatory bodies. At News-Medical, Sally generates daily news features, life science articles and interview coverage.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Robertson, Sally. (2018, August 23). Che cosa causa i disordini alimentari?. News-Medical. Retrieved on July 12, 2020 from https://www.news-medical.net/health/What-Causes-Eating-Disorders.aspx.

  • MLA

    Robertson, Sally. "Che cosa causa i disordini alimentari?". News-Medical. 12 July 2020. <https://www.news-medical.net/health/What-Causes-Eating-Disorders.aspx>.

  • Chicago

    Robertson, Sally. "Che cosa causa i disordini alimentari?". News-Medical. https://www.news-medical.net/health/What-Causes-Eating-Disorders.aspx. (accessed July 12, 2020).

  • Harvard

    Robertson, Sally. 2018. Che cosa causa i disordini alimentari?. News-Medical, viewed 12 July 2020, https://www.news-medical.net/health/What-Causes-Eating-Disorders.aspx.

Comments

  1. Charlotte Bevan Charlotte Bevan United Kingdom says:

    Whilst well meant, I'm sure, this article is both inaccurate and offensive, as well as being some time-warp from the last century - literally.

    The focus on family issues is not proven, despite huge amounts of money and reams of rain forest being wasted on speculative clinical observations.  Parents do not cause eating disorders.

    The same can be said for cultural factors.  Causation and correlation are two different things.

    For up-to-date information on eating disorders please visit feast-ed.org.  For parents of children with eating disorders, there is a peer-to-peer forum at aroundthedinnertable.org.

    It is time to stop blaming and time to start treating eating disorders with evidence based treatments.

  2. Julie O'Toole MD, MPH Julie O'Toole MD, MPH United States says:

    I am sorry but I disagree with almost everything you have written.  I am a pediatric eating disorder physician who has seen well over 2000 children with eating disorders in our clinic.

    Parents do not cause eating disorders--indeed they could not do so if they wanted to, anymore than they could "cause" schizophrenia.  This belief that dysfunction within the family is a cause of eating disorders or of anorexia nervosa is left over from the last century.  Discard it please and read the genetic literature.

    Having an obese parent does not cause or trigger bulimia.  Were that so, the prevalence of bulimia would be vastly greater than it is.

    I, in particular, appreciate your discussing hormones, but everything you said is merely a report on the hormones themselves.  In what way do you feel ghrelin, for example, is part of the cause?  High levels of cortisol are often seen in AN, but there is no evidence this is a trigger or cause.  It is likely a consequence. Correlation does not imply causation.

    "Eating disorders may be triggered to avoid sexuality"--- how about our many ten year old little boys and girls with anorexia?  Please!  Again, discard these left-overs from a era where hypothesizing and guessing about mental illness passed for science.

  3. Jennifer Ouellette Jennifer Ouellette United States says:

    If you don't have the psycho-biological makeup to develop an eating disorder, it won't happen. Period. Poor parenting has nothing to do with it; in our case, as the family of an anorexic, we've been certified highly-functional by an entire treatment team of professionals. To perpetuate this tired, non-evidenced based myth, which like that of the refrigerator mother causing autism, causes untold harm is sloppy medicine at best and unconscionable at worst.

The opinions expressed here are the views of the writer and do not necessarily reflect the views and opinions of News Medical.