Che cosa causa Cryptosporidiosis intestinale?

Cryptosporidiosis è un tipo di gastroenterite causato da un parassita enterico zoonotico del genere Cryptosporidium. La malattia è caratterizzata tipicamente da diarrea acuta che è auto-limitata in persone immunocompetent. In persone immunocompromised come quelli con il HIV/AIDS può diventare cronica. In tali persone, può essere collegata alle complicazioni pericolose causate da perdita fluida massiccia e da disidratazione successiva.

Le specie del genere Cryptosporidium sono state trovate per infettare i mammiferi, i rettili, gli anfibi, gli uccelli ed il pesce. Due specie che pregiudicano il più comunemente gli esseri umani sono hominis di Cryptosporidium (essenzialmente limitati agli esseri umani) e parvum di Cryptosporidium (vasta gamma dei host, compreso le specie del bestiame nazionale di animali).

Caratteristiche tassonomiche e genetiche di Cryptosporidium

Il primo Cryptosporidium è stato descritto da un parassitologo e da un medico americani Ernest Edward Tyzzer nel 1907, quando ha scoperto i muris di Cryptosporidium nelle ghiandole gastriche dei mouse del laboratorio. Due anni più successivamente ha descritto il parvum di Cryptosporidium, ma era soltanto negli anni 70 che Cryptosporidium è stato determinato per essere una causa prominente della malattia intestinale in esseri umani.

Il genere Cryptosporidium è uno oltre di 300 generi nel filo Apicomplexa, che include altri protisti parassitari significativi ed agenti patogeni umani quali il plasmodio, Isospora, Cyclospora, toxoplasma e Babesia. Tutti i membri del genere Cryptosporidium sono parassiti intracellulari con le funzionalità biologiche e morfologiche specifiche.

Ci sono più di venti specie e sessanta genotipi di Cryptosporidium hanno descritto fin qui. Questi sono stati classificati secondo la loro diversità genetica. Le variazioni di sequenza nelle regioni di non ripetizione sono impiegate per separare le famiglie differenti di sottotipo. La diversità genetica più pronunciata è osservata solitamente in paesi in via di sviluppo, specialmente nelle impostazioni rurali.

Ciclo di vita del parassita

Il sito primario dell'infezione con i hominis di Cryptosporidium e il parvum di Cryptosporidium è l'intestino tenue. Come altri membri del filo Apicomplexa, Cryptosporidium subisce un ciclo di vita complesso che ha fasi asessuali e sessuali, ma anche le fasi dilaganti con il complesso apicale caratteristico (da cui il nome di intero filo è derivato).

Il oocyst sporulato (che è la sola fase esogena documentata) è espulso dall'organismo di un host infettato nelle feci. Questo oocyst è composto di parete trilaminar robusta che circonda e conserva l'attuabilità di quattro sporozoites interni nelle condizioni ambientali sfavorevoli. Questi sporozoites infine rappresentano la sorgente di nuova infezione.

Dopo ingestione, gli sporozoites sono liberati dai oocysts, in modo da possono fissare al rivestimento dell'intestino per invadere le celle epiteliali intestinali. Le celle poi inghiottono i parassiti in un vacuolo parasitophorous in cui ingrandicono per formare i trophozoites.

La moltiplicazione asessuale conosciuta come merogony (o schizogony) accade quando il nucleo del trophozoite si divide. Di conseguenza, il tipo meronts di I è formato, all'interno di cui sei o otto merozoites germogliano fuori dall'organismo residuo che è situato accanto alla giunzione delle cellule del parassita-host. Questi merozoites sono mobili e riattaccano alle celle epiteliali dell'intestino. Qui possono continuare il ciclo asessuale o possono subire la moltiplicazione sessuale quella risultati nel tipo meronts di II.

Il tipo meronts di II può più ulteriormente differenziarsi nei microgamonts e nei macrogamonts. i microgametes senza flagello trovati nel microgamont possono uscire da questa struttura e fertilizzare un macrogamont contiguo, formante la sola fase diploide nel ciclo di vita cryptosporidial - lo zygote.

Lo zygote ulteriore si sviluppa in due tipi differenti di oocysts: il oocyst a pareti spesse (espulso comunemente dal host) e il oocyst con pareti sottili (soprattutto in questione in autoinfection). Oocysts è infettivo sopra escrezione, quindi permettendo la trasmissione fecale-orale diretta ed immediata, quando questo ciclo di vita può essere ripetuto.

Riferimenti

[Ulteriore lettura: Cryptosporidiosis]

Last Updated: Feb 26, 2019

Dr. Tomislav Meštrović

Written by

Dr. Tomislav Meštrović

Dr. Tomislav Meštrović is a medical doctor (MD) with a Ph.D. in biomedical and health sciences, specialist in the field of clinical microbiology, and an Assistant Professor at Croatia's youngest university - University North. In addition to his interest in clinical, research and lecturing activities, his immense passion for medical writing and scientific communication goes back to his student days. He enjoys contributing back to the community. In his spare time, Tomislav is a movie buff and an avid traveler.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Meštrović, Tomislav. (2019, February 26). Che cosa causa Cryptosporidiosis intestinale?. News-Medical. Retrieved on July 23, 2019 from https://www.news-medical.net/health/What-Causes-Intestinal-Cryptosporidiosis.aspx.

  • MLA

    Meštrović, Tomislav. "Che cosa causa Cryptosporidiosis intestinale?". News-Medical. 23 July 2019. <https://www.news-medical.net/health/What-Causes-Intestinal-Cryptosporidiosis.aspx>.

  • Chicago

    Meštrović, Tomislav. "Che cosa causa Cryptosporidiosis intestinale?". News-Medical. https://www.news-medical.net/health/What-Causes-Intestinal-Cryptosporidiosis.aspx. (accessed July 23, 2019).

  • Harvard

    Meštrović, Tomislav. 2019. Che cosa causa Cryptosporidiosis intestinale?. News-Medical, viewed 23 July 2019, https://www.news-medical.net/health/What-Causes-Intestinal-Cryptosporidiosis.aspx.

Comments

The opinions expressed here are the views of the writer and do not necessarily reflect the views and opinions of News-Medical.Net.
Post a new comment
Post