Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Che cosa sono inibitori di Proteasome?

Tutte le celle eucariotiche contengono i complessi della proteina chiamati proteasomes. Proteasomes mantiene la concentrazione di proteine in celle come pure eliminazione non necessarie o proteine di danno.

Il trattamento di degradazione delle proteine indesiderate è chiamato proteolisi e gli enzimi che effettuano questo trattamento sono chiamati proteasi. Il processo di degradazione produce le brevi catene degli amminoacidi chiamati peptidi che possono essere riciclati ed usati per formare le nuove proteine.

Le proteine che devono essere degradate sono etichettate con una piccola proteina chiamata ubiquitin e gli enzimi responsabili di questo che etichetta sono chiamate ligasi di ubiquitin. La proteina etichettata con i ubiquitins si riferisce a come catena di polyubiquitin e questa è limitata dal proteasome per degradazione. Questo trattamento globale di degradazione della proteina è definito la via proteasome del ubiquitin- (UPP).

Più di 80% delle proteine all'interno delle celle sono degradati con questa via, compreso le proteine usate per il apoptosis di funzione delle cellule, la trascrizione, la riparazione del DNA e la presentazione di antigene. I difetti nella via ubiquitin-proteasome possono piombo alle divisioni incontrollate ed anormali delle celle che possono piombo a cancro.

Gli inibitori di Proteasome sono droghe che inizialmente sono state destinate per esplorare le attività dei proteasomes. Tuttavia, una volta che la via ubiquitin-proteasome fosse scoperta, gli effetti potenziali degli inibitori proteasome come terapia anticancro come pure per il trattamento di altre malattie sono stati studiati. Gli studi hanno indicato che questi agenti potrebbero indurre la morte programmata nelle linee cellulari di leucemia, linfoma di Burkitt delle cellule ed in altri cancri di sangue e tumori solidi. Gli studi egualmente hanno indicato che le cellule tumorali sono più suscettibili dell'uccisione dagli inibitori proteasome che le celle normali sono.

Gli inibitori proteasome sono una classe relativamente nuova di terapia mirata a del cancro. Un esempio è bortezomib che lega a ed inibisce il proteasome in celle di mieloma che le inducono a morire fuori. Bortezomib funziona attivando due chinasi d'attivazione verso l'alto di NFκB (RIP2 e IKKβ) e la degradazione non-proteasomal di cause di IκB e stimola l'associazione del DNA di NFκB.

Una proteina chiamata p53 è un soppressore del tumore che regolamenta il apoptosis indotto da danno del DNA ed egualmente regolamenta la trasformazione degli oncogeni o del cancro che causano i geni. In cellule tumorali, p53 è inattivato e questo piombo alla progressione del tumore ed alla sua resistenza alle droghe anticancro. Tuttavia, l'attività di p53 è regolamentata da degradazione proteasomal e l'inibizione proteasome può quindi aumentare la concentrazione di p53 in celle. Gli inibitori di Proteasome sono stati indicati al apoptosis di aumento nel cancro del rene, nel tumore del colon, nel melanoma ed in mieloma multiplo.

Carfilzomib è un altro esempio di un inibitore proteasome e corrente sta subendo i test clinici per studiare il suo potenziale come terapia in pazienti con il mieloma multiplo ed i tumori solidi.

Sorgenti

  1. http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3088792/
  2. http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/15822185
  3. http://science.lecture.ub.ac.id/files/2012/04/biocell-Proteasome-Inhibitors-as-Therapeutic-Agents.pdf
  4. http://www.biomedcentral.com/content/pdf/1741-7007-9-72.pdf
  5. http://www.omicsonline.org/development-of-proteasome-inhibitors-as-therapeutic-drugs-2155-9899.S5-005.pdf

Further Reading

Last Updated: Jun 28, 2019

Dr. Ananya Mandal

Written by

Dr. Ananya Mandal

Dr. Ananya Mandal is a doctor by profession, lecturer by vocation and a medical writer by passion. She specialized in Clinical Pharmacology after her bachelor's (MBBS). For her, health communication is not just writing complicated reviews for professionals but making medical knowledge understandable and available to the general public as well.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Mandal, Ananya. (2019, June 28). Che cosa sono inibitori di Proteasome?. News-Medical. Retrieved on August 06, 2020 from https://www.news-medical.net/health/What-are-Proteasome-Inhibitors.aspx.

  • MLA

    Mandal, Ananya. "Che cosa sono inibitori di Proteasome?". News-Medical. 06 August 2020. <https://www.news-medical.net/health/What-are-Proteasome-Inhibitors.aspx>.

  • Chicago

    Mandal, Ananya. "Che cosa sono inibitori di Proteasome?". News-Medical. https://www.news-medical.net/health/What-are-Proteasome-Inhibitors.aspx. (accessed August 06, 2020).

  • Harvard

    Mandal, Ananya. 2019. Che cosa sono inibitori di Proteasome?. News-Medical, viewed 06 August 2020, https://www.news-medical.net/health/What-are-Proteasome-Inhibitors.aspx.

Comments

The opinions expressed here are the views of the writer and do not necessarily reflect the views and opinions of News Medical.