Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Che cosa è anestesiologia?

Il ramo di medicina che è messa a fuoco sul sollievo di dolore nel periodo perioperative (cioè prima, durante o dopo una procedura chirurgica) è conosciuto come anestesiologia. I medicinali amministrati sono definiti l'anestesia ed il medico che è formato in questa specialità si riferisce a come anestesista. Tuttavia, la terminologia può variare secondo il paese o il continente. Per esempio, alcune impostazioni locali possono riferirsi agli anestesisti come gli anestesisti ed il farmaco che consegnano come anestetici.

Gli anestesisti sono formati generalmente dopo il completamento della facoltà di medicina, che può variare da otto a dodici anni, secondo il paese.  Il loro addestramento vigoroso comporta l'acquisizione approfondita di conoscenza nelle aree chiave, quali le farmacocinesi (cioè l'effetto dell'organismo su una droga) e le farmacodinamica (cioè l'effetto della droga sull'organismo) delle droghe. Oltre a farmacologia, il imperativo degli anestesisti si intende della ventilazione meccanica, i vari videi di funzionamento fisiologico, la neuroanatomia ed altre aree generali di medicina.

Sfreghi l
Sfreghi l'infermiere che prepara la droga anestetica locale. Credito di immagine: ChaNaWiT/Shutterstock

Cronologia di anestesiologia

In tutto storia dell'umanità, l'umanità si è preoccupata sempre del sollievo di dolore. La parte posteriore più in anticipo in cronologia una viaggia, per quanto riguarda il nostro uso degli anestetici, quello più presto rend contoere che le tecniche usate diventano più grezze. Espressamente i pazienti di distaffatura con i testa-colpi o la compressione delle loro arterie carotiche finché non siano passato fuori, sono appena due esempi di tali tecniche. La maggior parte delle tecniche anestetiche più iniziali, tuttavia, ha compreso l'uso di una miscela delle erbe e, altrettanto potrebbe indovinare, l'alcool.

Intorno alla metà del XVIII secolo, la scoperta dell'anidride carbonica è stata fatta. Ciò più successivamente è stata seguita da ossigeno e dal protossido d'azoto (meglio conosciuti come gas esilarante), che hanno dato alla luce a medicina pneumatica. Con la prospezione della sicurezza e dell'efficacia di questi gas, altri agenti sono seguito in un secolo, quali cloroformio ed il cloruro etilico. Nei tentativi di oltrepassare gli effetti generali di questi gas, a favore degli effetti localizzati, i beni numbing di cocaina sono stati studiati e guadagnato il riconoscimento verso la conclusione del diciannovesimo secolo.

Queste scoperte non erano senza battute d'arresto. Un problema principale era infezione post-operativa e non era fino all'arrivo degli agenti antimicrobici e delle tecniche asettiche che l'anestesia realmente ha cominciato svolgere un maggior ruolo nella medicina chirurgica. Inoltre, la depressione cardiopolmonare che ha accompagnato l'anestesia generale era una causa di grandi morbosità e mortalità. Ciò ha evidenziato l'esigenza di supporto respiratorio sotto forma di intubazione endotracheale e di ventilazione manuale.

Anestesia contemporanea

Entro la metà del XX secolo l'anestesia più o meno si era evoluta in cui reputiamo oggi accettabili. L'anestesia generale contemporanea mette a fuoco su che cosa può riferirsi a come 6 A. Queste sono, nell'ordine casuale, in anxiolysis, nel areflexia, nel areflexia autonomo, nell'analgesia, nell'amnesia e nell'anestesia. Anxiolysis è interessato rispettivamente del controllo di ansia, mentre il areflexia ed il areflexia autonomo mettono a fuoco sulla perdita di riflessi e sul controllo dei riflessi del sistema nervoso simpatico. L'analgesia è per il controllo di dolore, mentre l'amnesia è la perdita di richiamo di memoria e l'anestesia è la perdita di sensazione con o senza pensiero cosciente.

Riferimenti

Further Reading

Last Updated: Feb 26, 2019

Dr. Damien Jonas Wilson

Written by

Dr. Damien Jonas Wilson

Dr. Damien Jonas Wilson is a medical doctor from St. Martin in the Carribean. He was awarded his Medical Degree (MD) from the University of Zagreb Teaching Hospital. His training in general medicine and surgery compliments his degree in biomolecular engineering (BASc.Eng.) from Utrecht, the Netherlands. During this degree, he completed a dissertation in the field of oncology at the Harvard Medical School/ Massachusetts General Hospital. Dr. Wilson currently works in the UK as a medical practitioner.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Wilson, Damien Jonas. (2019, February 26). Che cosa è anestesiologia?. News-Medical. Retrieved on August 12, 2020 from https://www.news-medical.net/health/What-is-Anesthesiology.aspx.

  • MLA

    Wilson, Damien Jonas. "Che cosa è anestesiologia?". News-Medical. 12 August 2020. <https://www.news-medical.net/health/What-is-Anesthesiology.aspx>.

  • Chicago

    Wilson, Damien Jonas. "Che cosa è anestesiologia?". News-Medical. https://www.news-medical.net/health/What-is-Anesthesiology.aspx. (accessed August 12, 2020).

  • Harvard

    Wilson, Damien Jonas. 2019. Che cosa è anestesiologia?. News-Medical, viewed 12 August 2020, https://www.news-medical.net/health/What-is-Anesthesiology.aspx.

Comments

The opinions expressed here are the views of the writer and do not necessarily reflect the views and opinions of News Medical.