Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Che cosa è D-Dimero?

il D-dimero è un prodotto di degradazione della fibrina che è usato spesso misurare e valutare la formazione del grumo. In mezzo del COVID-19 pandemico, i livelli elevati del D-dimero sono stati associati con la severità di malattia e la mortalità tende.

D-dimero

Credito di immagine: StudioMolekuul/Shutterstock.com

Come il D-dimero è generato?

Il fegato produce parecchie proteine importanti in questione nel trattamento di coagulazione, uno di cui include il fibrinogeno. Una singola molecola del fibrinogeno è un dimero simmetrico che si compone di tre paia di tre catene differenti del polipeptide, che comprendono la a, la b ed il G.

Ciascuna delle catene intrecciate del polipeptide che comprendono una singola molecola del fibrinogeno è tenuta insieme dai legami bisolfurico.

La formazione di fibrina comincia con la fenditura delle catene del polipeptide di b e di a della molecola del fibrinogeno, che è raggiunta da trombina. Questo evento di fenditura induce i monomeri della fibrina a polimerizzare spontaneamente, che provoca la formazione di protofibrils a doppia elica della fibrina.

Per rinforzare una rete normalmente debole che esiste fra i monomeri della fibrina e i protofibrils, un enzima di transglutaminase conosciuto come il fattore XIIa è attivato.

Se una lesione accade, il sistema fibrinolitico attiverà per limitare la dimensione del grumo. Questo sistema comincia con la versione dell'attivatore plasminogen dalle celle endoteliali vascolari a permettere che questa molecola leghi alla superficie della fibrina di plasmina.

a plasmina diretta Fibrina poi degraderà la rete della fibrina in parecchi frammenti solubili, di cui includerà il D-dimero (DD) del complesso di E.

Che cosa è D-dimero misurato?

La presenza di D-dimero nel plasma sanguigno, che ha un'emivita di approssimativamente 8 ore finché la rimozione del rene non accada, è usata spesso mentre un biomarcatore clinico per identificare l'attività trombotica e quindi per diagnosticare le circostanze gradisce l'embolia polmonare (PE), la trombosi venosa profonda (DVT), il tromboembolismo venoso (VTE) e la coagulazione intravascolare diffusa (DIC).

Alcuni dei fattori di rischio per le circostanze gradiscono VTE che supporterà l'interesse di un clinico nella misura dei livelli del D-dimero comprende il cancro attivo, l'immobilizzazione, o l'ambulatorio recente. Altre circostanze che possono indurre i livelli del D-dimero ad aumentare comprendono l'età avanzata, la gravidanza e le malattie infiammatorie croniche.

Metodi per quantificare i livelli del D-dimero

Ci sono corrente quattro tipi importanti di analisi commerciali che possono essere usate per misurare i livelli del D-dimero, di cui comprenda l'intera analisi del sangue, l'analisi enzima-collegata dell'immunosorbente (ELISA), l'analisi enzima-collegata dell'immunofluorescenza (ELFA) e l'analisi immunoturbidimetric Lattice-migliorata.

Parecchi studi hanno trovato il metodo di ELFA per fornire il più alta sensibilità per la rilevazione dei livelli del D-dimero; tuttavia, la specificità di questo metodo è circa 46%. La simile sensibilità ai livelli del D-dimero di 94% e 93% sono riferiti con i metodi del lattice e di ELISA, rispettivamente; tuttavia, questi metodi egualmente sono limitati nelle loro capacità di specificità quella entrambe la media a 53%.

Sebbene la sensibilità di queste analisi sia utile, sono limitati nei casi in cui là sono un'alta probabilità che il paziente ha DVT, PE, o sta avvertendo un certo altro tipo di evento trombotico serio. In queste situazioni, i clinici ordineranno spesso l'angiografia polmonare di ecografia e di tomografia computerizzata di compressione per confermare le diagnosi del PE o di DVT, rispettivamente.

Importanza di identificazione dei biomarcatori COVID-19

È stimato che 15-20% dei pazienti COVID-19 avverta i moduli critici di questa malattia che diventano polmonite, ipossia e arresto respiratorio severi, che richiederà la cura complementare e l'ossigeno nasale supplementare.

Ancora, 5% di questi casi severi COVID-19 sono stati trovati per diminuire ancora più ulteriormente alla sindrome di emergenza respiratoria acuta (ARDS) o all'errore multiplo dell'organo (MOF), di cui tutt'e due richiedono l'ammettenza (ICU) dell'unità di cure intensive con ventilazione meccanica o l'ossigenazione extracorporea della membrana (ECMO).  

Malgrado i casi diffusi ed i moduli severi di COVID-19 che sono stati riferiti, rimane una comprensione limitata quanto a perché le persone sicure sviluppano ARDS e MOF ed altre non fanno.

Per migliorare l'identificazione in anticipo di questi moduli severi di COVID-19, molti ricercatori si sono impegnati ed i loro gruppi per identificare i biomarcatori affidabili.

COVID-19

Credito di immagine: Andrii Vodolazhskyi/Shutterstock.com

D-dimero e COVID-19

Vari studi hanno guardato per misurare i livelli del D-dimero in pazienti ospedalizzati COVID-19 per determinare se questo biomarcatore potrebbe essere utile nella predizione dei risultati pazienti. In uno studio intrapreso in Cina fra il 31 gennaio ed il 12 febbraio 2020, le caratteristiche biologiche di complessivamente 274 pazienti COVID-19 con un'età media di 62 sono state analizzate.

Dei 113 pazienti che non sono sopravvissuto a, è stato riferito che i loro livelli elevati del D-dimero erano ad una mediana di 4,6 µg/mL, mentre il 161 paziente sopravviventi ha avuto livelli del D-dimero che hanno fatto la media a 0,6 µg/mL.

Risultati simili sono stati riferiti negli altri studi intrapresi in Cina fra il 1° gennaio ed il 13 febbraio 2020. In questo lavoro condotto da Tang et al., i livelli del D-dimero di 134 sono morto pazienti COVID-19 fatti la media a 4,7 µg/ml, mentre 315 pazienti che erano sopravvissuto a dopo gli effetti severi COVID-19 hanno avuti livelli mediani del D-dimero di 1,47 µg/ml.

Sebbene questi dati indichino che la prova del D-dimero, congiuntamente all'analisi di altri biomarcatori, può essere di assistenza durante il trattamento dei pazienti COVID-19, ulteriori studi devono essere svolti completamente per convalidare il ruolo che la prova del D-dimero può avere nel processo decisionale.

Riferimenti ed ulteriore lettura

  • Palta, S., Saroa, R., & Palta, A. (2014). Generalità del sistema di coagulazione. Giornale indiano di anestesia 58(5); 515-523. doi: 10.4103/0019-5049.144643.
  • Weitz, J.I., Fredenburgh, J.C., & Eikelboom, J.W. (2017). Una prova nel contesto: D-Dimero. Giornale dell'istituto universitario americano di cardiologia 70(19); 2411-2420. doi: 10.1016/j.jacc.2017.09.024.
  • Sakka, M., Connors, J.M., Hekimian, G., Martin-Toutain, I., et al. (2020). Associazione fra i livelli del D-Dimero e la mortalità in pazienti con la malattia 2019 (COVID-19) di coronavirus: una rassegna sistematica e un'analisi riunita. Journal de Medicine Vasculaire. doi: 10.1016/j.jdmv.2020.05.003.
  • Linkins, L.A., & Lapner, S.T. (2017). Rassegna della prova del D-dimero: Buon, cattivo e brutto. Giornale internazionale di ematologia del laboratorio 39(51). doi: 10.1111/ijlh.12665.

Further Reading

Last Updated: Jun 19, 2020

Benedette Cuffari

Written by

Benedette Cuffari

After completing her Bachelor of Science in Toxicology with two minors in Spanish and Chemistry in 2016, Benedette continued her studies to complete her Master of Science in Toxicology in May of 2018. During graduate school, Benedette investigated the dermatotoxicity of mechlorethamine and bendamustine, which are two nitrogen mustard alkylating agents that are currently used in anticancer therapy.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Cuffari, Benedette. (2020, June 19). Che cosa è D-Dimero?. News-Medical. Retrieved on July 06, 2020 from https://www.news-medical.net/health/What-is-D-Dimer.aspx.

  • MLA

    Cuffari, Benedette. "Che cosa è D-Dimero?". News-Medical. 06 July 2020. <https://www.news-medical.net/health/What-is-D-Dimer.aspx>.

  • Chicago

    Cuffari, Benedette. "Che cosa è D-Dimero?". News-Medical. https://www.news-medical.net/health/What-is-D-Dimer.aspx. (accessed July 06, 2020).

  • Harvard

    Cuffari, Benedette. 2020. Che cosa è D-Dimero?. News-Medical, viewed 06 July 2020, https://www.news-medical.net/health/What-is-D-Dimer.aspx.

Comments

The opinions expressed here are the views of the writer and do not necessarily reflect the views and opinions of News Medical.