Che cosa è dolore Nociceptive?

Il dolore Nociceptive è un tipo di dolore che comprende la rilevazione degli stimoli nocivi dai nociceptors, che è realizzata il sistema nervoso centrale affinchè l'organismo risponda e per proteggersi da danno.

Nociceptors esiste in molte aree in tutto l'organismo, compreso sia i tessuti somatici che viscerali. Gli esempi di dolore nociceptive comprendono il dolore da un'ustione, una contusione, un'infezione o un osso o una lesione muscolare, che sono solitamente temporanei ma possono continuare in alcuni casi per un periodo esteso.

Copyright: CLIPAREA l media su ordinazione, identificazione di immagine: 227120620 via Shutterstock

Caratteristiche di dolore Nociceptive

Il dolore Nociceptive reagisce tipicamente bene ai farmaci analgesici ed antinfiammatori e può essere gestito solitamente bene con la tecnica di gestione di sollievo di dolore.

Il dolore Nociceptive può essere acuto o cronico, secondo le circostanze che hanno causato l'incidente, sebbene i casi temporanei siano più comuni. Una lesione muscolare, quale una caviglia storta, è un esempio di dolore nociceptive acuto, mentre il dolore da cancro o dall'artrite può essere cronico.

Meccanismo di dolore Nociceptive

I nociceptors nell'organismo svolgono un ruolo chiave nella fase di trasduzione di nociception e sono responsabili della rilevazione degli stimoli meccanici, termici o chimici nocivi.

Ci sono due tipi principali di nociceptors, conosciuti come le C-fibre e le fibre di Un-delta. le C-fibre sono unmyelinated e sono associate con dolore smussato e generale, mentre le fibre di Un-delta sono myelinated ed associate con sharp, dolore localizzato. Entrambi i tipi di fibre sono depolarizzati dai canali ionici tensione-gated in risposta agli stimoli per raggiungere un potenziale d'azione.

In circostanze normali, i nociceptors hanno un'alta soglia di attivazione e richiedono lo stimolo significativo di generare un potenziale d'azione. Tuttavia, la lesione al tessuto dei neuroni o l'esposizione a determinate sostanze quali bradykinin, serotonina, istamina, le prostaglandine e gli idrogenioni può aumentare la sensibilità dei nociceptors, che è conosciuta come hyperesthesia.

A seguito della generazione del potenziale d'azione nei nociceptors, i segnali elettrici sono condotti attraverso i nervi periferici al sistema nervoso centrale. La depolarizzazione del terminale presinaptico è una tappa critica, che piombo alla continuazione dei segnali elettrici nel clacson dorsale.

All'interno del clacson dorsale, le grandi, Un-beta fibre veloci e myelinated portano i segnali elettrici dai meccanorecettori e modulano l'attività nervosa. La percezione definitiva di dolore nociceptive si presenta come conseguenza di parecchie vie nel midollo spinale e delle regioni nel cervello.

Tipi: Dolore somatico e viscerale

Ci sono due tipi di dolori nociceptive, conosciuti come dolore somatico e viscerale, che sono distinti nella natura e nell'origine degli stimoli nocivi

Il dolore nociceptive somatico proviene dai nociceptors nell'interfaccia, nelle ossa, nel tessuto connettivo, nei muscoli o nelle articolazioni. Questo tipo di dolore è solitamente marcato e localizzato bene nelle fasi iniziali, sebbene possa progredire in un dolore smussato con tempo, specialmente per dolore somatico profondo nei muscoli e nelle ossa.

Il dolore nociceptive viscerale proviene dai nociceptors nella zona degli organi interni. Ciò è descritta solitamente come uno smussato, il dolore facente male in un'area generale e l'esempio di questo tipo di dolore comprendono il dolore del torace o addominale.

Gestione di dolore Nociceptive

Sia il dolore nociceptive somatico che viscerale reagisce tipicamente bene ai farmaci analgesici, quali paracetamolo, ibuprofene e l'aspirina. Possono essere gestiti efficacemente con le tecniche standard di sollievo di dolore e, a differenza di dolore neuropatico, non reagiscono bene al neurostimulation.

Riferimenti

[Ulteriore lettura: Dolore]

Last Updated: Aug 23, 2018

Yolanda Smith

Written by

Yolanda Smith

Yolanda graduated with a Bachelor of Pharmacy at the University of South Australia and has experience working in both Australia and Italy. She is passionate about how medicine, diet and lifestyle affect our health and enjoys helping people understand this. In her spare time she loves to explore the world and learn about new cultures and languages.

Advertisement

Comments

The opinions expressed here are the views of the writer and do not necessarily reflect the views and opinions of News-Medical.Net.
Post a new comment
Post