Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Che cosa è un reagente?

Un reagente è una parte integrante di tutta la reazione chimica. Un reagente è una sostanza o un composto che possono facilitare una reazione e sono utilizzati nella maggior parte delle prove ampiamente usate. Ciò include, per esempio, i test di gravidanza, le prove del glucosio di sangue e la maggior parte dei kit della prova COVID-19.

Prova di COVID

Credito di immagine: Jarun Ontakrai/Shutterstock.com

Reagenti in chimica

I reagenti avviano le reazioni chimiche. Questo termine comprende le sostanze organiche che avviano le catene naturali delle reazioni nell'organismo ma egualmente include le sostanze inorganiche che possono essere utilizzate nelle reazioni artificialmente avviate. I reagenti sono comunemente usati provare a presenza di determinate sostanze, come il legame dei reagenti alla sostanza o ad altre reazioni di grilletti relativi delle sostanze determinate.

Mentre a volte usati scambievolmente con il termine “reattivo„, i reagenti ed i reattivi sono abbastanza differenti. In una reazione chimica, un reagente lega a qualcosa e così avvia una reazione. Non è consumato durante il questo. Tuttavia, un reattivo è consumato. Un reattivo è un substrato in una reazione, mentre un reagente è un catalizzatore.

I reggenti possono anche limitare. Limitando i reagenti fermi una reazione chimica quando sono esauriti. La reazione chimica conta sul reagente per continuare la reazione e si ferma quando c'è non più sostanza. I reagenti di limitazione, quindi, dettano quando certa reazione chimica non continua.

I reagenti sono comunemente usati nelle impostazioni del laboratorio per varie prove. Per esempio, il reagente di Collins è usato per convertire gli alcool in aldeidi ed in chetoni. Come tale, può essere utile ossidare ai i composti acido sensibili. Il reagente di Fenton, è utilizzato similmente nell'ossidazione. Tuttavia, il reagente di Fenton catalizza l'ossidazione di agenti inquinanti in acqua e può essere usato per eliminare i composti tossici, quale tetracloroetilene.

I reagenti sono usati spesso indicare la presenza di composti avviando i cambiamenti a colori per indicare la presenza. Per esempio, il reagente di Fehling può indicare se i carboidrati o i chetoni sono presente e differenziarsi fra i due gruppi funzionali. Il reagente di Millon può essere usato per indicare la presenza di proteine. La presenza di proteine, come arguita dalla presenza di residui della tirosina, causa la soluzione in cui il reagente di Millon si è aggiunto per girare bruno-rossastro.

Kit del reagente e come sono usati

I reagenti, come quei detti precedentemente, sono comunemente usati nelle impostazioni del campo o del laboratorio individuare la presenza di intervallo delle sostanze. Per esempio, uno degli usi molto diffusi dei reagenti nella vita di tutti i giorni è di provare a droghe illegali. Mentre la maggior parte dei kit, come quelli usati per provare a medicine comuni, sono di facile impiego e comprendono notare se c'è un cambiamento di colore, altri kit sono più complicati e richiedono la strumentazione di laboratorio, quale la cromatografia.

I kit del reagente di Mandelin sono comunemente usati provare ad alcaloidi. Ciò significa che il kit può girare verde scuro se l'anfetamina della droga è presente e la cocaina induce il colore a trasformarsi in in arancia profonda. Similmente, i kit del reagente del marchese possono individuare la droga lsd girando il nero verde oliva quando la droga è presente in una soluzione. I kit del reagente del marchese possono anche provare a metamfetamina e ad intervallo di altre droghe.

Reagenti durante la prova COVID-19

Ci sono due metodi principali da cui la prova COVID-19 è fatta: prova dell'anticorpo e prova basata a PCR. Entrambi contano sui reagenti per provare con successo ad infezioni COVID-19. In prova dell'anticorpo, il composto che è individuato nel kit difficile del reagente è l'anticorpo al virus COVID-19.

In questi casi, il sangue del paziente è provato con gli enzimi come i reagenti. I reagenti della prova legano gli anticorpi, quali IgG e IgM e se sono presenti una riga indicherà questa sul kit difficile. Queste prove sono rapide effettuare e possono indicare l'infezione precedente del virus.

PCR, o reazione a catena della polimerasi, prove se il materiale genetico del virus COVID-19 è presente nel sangue. Facendo uso della PCR inversa in tempo reale della trascrizione (RT-PCR), i reagenti usati sono enzimi per individuare il materiale genetico specifico, che è altamente unico al virus. Ciò è un modulo più complicato del kit della prova del reagente, poichè richiede le tecniche della cromatografia.

Tuttavia, come con altri moduli dei reagenti, quei usati per le prove di COVID-19 sono ad emissioni limitate ed inclini nella produzione e nel commercio. In una regolazione pandemica, particolarmente, questa si è trasformata in in un'emissione, come precedentemente i laboratori ed i produttori hanno funzionato ad una capacità molto più bassa confrontata al bisogno corrente e una scarsità dei reagenti non è stata incontrata prima sullo stesso disgaggio. Ci sono reagenti differenti usati per estrarre il virus o i materiali virali, gli altri per ampliare questo e poi altri reagenti per provare a loro presenza.

Sorgenti

  • Segnalatore-Giovane, L., 2020. Che cosa è un reagente? servizi chimici del reagente [online]. Disponibile a: < https://www.reagent.co.uk/what-is-a-reagent/ > [raggiunto il 28 settembre 2020].
  • Esbin, M., Whitney, O., Chong, S., Maurer, A., Darzacq, X. e Tjian, R., 2020. Superamento del grave ostacolo alla prova diffusa: una veloce rassegna degli approcci di prova dell'acido nucleico per rilevazione COVID-19. RNA, 26(7), pp. 771-783.
  • Heil, A., 2020. Che cosa è A “reagente„ e perché sta ritardando la prova in espansione di Coronavirus? libertà [online] della radio di Europa libera radiofonica. Disponibile a: < https://www.rferl.org/a/coronavirus-reagent-delaying-expanded-coronavirus-testing-/30563198.html > [raggiunto il 28 settembre 2020].

Last Updated: Sep 29, 2020

Sara Ryding

Written by

Sara Ryding

Sara is a passionate life sciences writer who specializes in zoology and ornithology. She is currently completing a Ph.D. at Deakin University in Australia which focuses on how the beaks of birds change with global warming.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Ryding, Sara. (2020, September 29). Che cosa è un reagente?. News-Medical. Retrieved on February 25, 2021 from https://www.news-medical.net/health/What-is-a-Reagent.aspx.

  • MLA

    Ryding, Sara. "Che cosa è un reagente?". News-Medical. 25 February 2021. <https://www.news-medical.net/health/What-is-a-Reagent.aspx>.

  • Chicago

    Ryding, Sara. "Che cosa è un reagente?". News-Medical. https://www.news-medical.net/health/What-is-a-Reagent.aspx. (accessed February 25, 2021).

  • Harvard

    Ryding, Sara. 2020. Che cosa è un reagente?. News-Medical, viewed 25 February 2021, https://www.news-medical.net/health/What-is-a-Reagent.aspx.

Comments

The opinions expressed here are the views of the writer and do not necessarily reflect the views and opinions of News Medical.