Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Chi è la maggior parte al rischio da COVID-19?

La malattia di coronavirus (COVID-19) si è sparsa attraverso il globo ad una velocità rapida, infettante le centinaia di migliaia di gente. Mentre la gente più anziana rimane la maggior parte a rischio della morte dalla malattia severa causata dal coronavirus novello, sono lontano da quei soli suscettibili.

Dall'arrivo del coronavirus novello, ora chiamato coronavirus 2 (SARS-CoV-2) di sindrome respiratorio acuto severo, il numero dei casi è salito alle stelle, specialmente in Cina, in Italia, negli Stati Uniti, Iran ed in Spagna, tra l'altro. Parecchi studi hanno indicato quella gente più anziana, particolarmente quegli più di 60 anni e quelli con gli stati di salute di fondo, sono vulnerabili alla malattia.

Ci sono informazioni limitate per quanto riguarda i fattori di rischio per la malattia severa. Eppure, in base ad informazioni attualmente disponibili, gli adulti più anziani e quelli con le condizioni mediche di fondo potrebbero essere all'elevato rischio per la malattia severa da COVID-19. Che cosa sono tutti i fattori di rischio della malattia novella di coronavirus?

Microscopio elettronico a scansione novello di Coronavirus SARS-CoV-2 Colorized di una cella apoptotic (verde) infettata molto con le particelle del virus SARS-COV-2 (porpora), isolate da un campione paziente. L
Microscopio elettronico a scansione novello di Coronavirus SARS-CoV-2 Colorized di una cella apoptotic (verde) infettata molto con le particelle del virus SARS-COV-2 (porpora). Credito: NIAID

Gente più anziana

COVID-19 in primo luogo è stato riferito a provincia di Wuhan, Hubei in Cina e successivamente si è sparso al resto della Cina. Ora, la pandemia globale ha urtato 177 paesi attraverso il globo. Parecchi studi hanno notato quello fra i pazienti in Cina durante la prima onda della pandemia erano adulti più anziani.

In uno studio intrapreso in Cina, i ricercatori hanno trovato quello confrontato quelli ai 30 - 59 anni invecchiati, quei 60 e sopra sono 5,1 volte più probabili da morire dopo avere sviluppato i sintomi di COVID-19. Il rischio di infezione sintomatica è aumentato con l'età.

Un altro studio, che ha esplorato le caratteristiche cliniche si è collegato allo sviluppo della sindrome e della morte di emergenza (ARDS) respiratoria acuta fra i pazienti con COVID-19, ha trovato che il rischio di sviluppare ARDS aumenta con l'età, probabilmente dovuto una risposta immunitaria meno vigorosa contro l'agente patogeno.

Malattia cardiovascolare

La gente con la malattia cardiovascolare è ad un elevato rischio delle conseguenze interne da COVID-19. Uno studio dai ricercatori al centro di scienza di salubrità dell'università del Texas a Houston (UTHealth) riferisce che COVID-19 può pregiudicare il muscolo di cuore nella gente senza malattia di cuore precedente. Quindi, quelli con la malattia di cuore possono avvertire un elevato rischio dei problemi cardiaci quando contraggono il virus.

Il più ancora di studio trovato che la malattia è collegata ad un alto carico infiammatorio, compreso infiammazione vascolare, la miocardite e le aritmia cardiache. La gente con la malattia cardiovascolare, quali la malattia di cuore e l'ipertensione, può avvertire i sintomi severi legati a COVID-19.

Esperti

Le istituzioni sanitarie, quali l'organizzazione mondiale della sanità ed il centri per il controllo e la prevenzione delle malattie degli Stati Uniti (CDC), raccomandano che quelle con le condizioni mediche di fondo, quale la malattia di cuore, dovrebbero catturare le precauzioni extra. Dovrebbero evitare le folle, l'auto-isolato ed il soggiorno a partire da coloro che è malato.

Il CDC raccomanda che anziani, particolarmente coloro che oltre 65, dovrebbe restare a casa, per evitare vicino contatta con la gente e chiama il loro medico se sviluppano i sintomi, prendente nota se hanno qualunque stato di salute di fondo.

Il CDC egualmente avverte che coloro che sta vivendo nelle case di cura o negli impianti di cura a lungo termine sono ad un rischio intensificato di contratto del coronavirus novello. Ciò ha spinto le istituzioni a porre freno la diffusione dell'infezione non permettendo gli ospiti ai loro pazienti dall'entrare negli impianti.

Condizioni mediche di fondo

Oltre all'età ed alla malattia cardiovascolare, la gente con le condizioni mediche di fondo è ad un elevato rischio della morte da COVID-19. Sulla base nel febbraio 2020 di un'analisi dal centro di controllo delle malattie e dalla prevenzione cinesi (CCDC), i pazienti con la malattia cardiovascolare hanno fatti un tasso di mortalità di caso globale di 10,5 per cento confrontare, ad appena 0,9 per cento nella gente senza la malattia attuale. Coloro che ha diabete mellito hanno avuti un tasso di mortalità di 7 per cento. La gente con ipertensione, cancro, o la malattia respiratoria cronica ha avuta un tasso di mortalità di 6 per cento ciascuno.

Più ulteriormente, i pazienti che immunocompromised possono avvertire la malattia severa poiché i loro sistemi immunitari non funzionano efficientemente nelle infezioni di combattimento. Inclusi sono coloro che sta subendo i trattamenti per cancro ed altri stati di salute che possono alterare la risposta immunitaria dell'organismo.

Molte circostanze possono causare l'immunosoppressione, compresi trapianto di fumo, del midollo osseo o dell'organo, trattamento del cancro, HIV o AIDS male controllato, immunodeficienze e l'uso prolungato delle medicine d'indebolimento immuni quali i corticosteroidi.

Obesità

Un rapporto dal centro nazionale di verifica e di ricerca di terapia intensiva, sette in 10 pazienti ammessi in unità di cure intensive nel Regno Unito influenzato dal coronavirus, è obeso o di peso eccessivo.

L'obesità può predisporre la gente alle infezioni poiché i loro sistemi immunitari sono combattimento occupato l'infiammazione in celle, rendente li sovraccariche. Quando un'infezione severa accade, come il COVID-19, possono avere complicazioni severe.

Altri fattori di rischio

In altri studi, fumare è legato ai rischi aumentati. Per esempio, in Italia, c'era un elevato rischio riferito in maschi che in femmine, possibilmente dovuto gli più alti comorbidities e le tariffe di fumo.

Further Reading

Riferimenti:

Last Updated: Mar 30, 2020

Angela Betsaida B. Laguipo

Written by

Angela Betsaida B. Laguipo

Angela is a nurse by profession and a writer by heart. She graduated with honors (Cum Laude) for her Bachelor of Nursing degree at the University of Baguio, Philippines. She is currently completing her Master's Degree where she specialized in Maternal and Child Nursing and worked as a clinical instructor and educator in the School of Nursing at the University of Baguio.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Laguipo, Angela. (2020, March 30). Chi è la maggior parte al rischio da COVID-19?. News-Medical. Retrieved on September 17, 2021 from https://www.news-medical.net/health/Whos-Most-at-Risk-from-COVID-19.aspx.

  • MLA

    Laguipo, Angela. "Chi è la maggior parte al rischio da COVID-19?". News-Medical. 17 September 2021. <https://www.news-medical.net/health/Whos-Most-at-Risk-from-COVID-19.aspx>.

  • Chicago

    Laguipo, Angela. "Chi è la maggior parte al rischio da COVID-19?". News-Medical. https://www.news-medical.net/health/Whos-Most-at-Risk-from-COVID-19.aspx. (accessed September 17, 2021).

  • Harvard

    Laguipo, Angela. 2020. Chi è la maggior parte al rischio da COVID-19?. News-Medical, viewed 17 September 2021, https://www.news-medical.net/health/Whos-Most-at-Risk-from-COVID-19.aspx.

Comments

The opinions expressed here are the views of the writer and do not necessarily reflect the views and opinions of News Medical.