Perché Glioblastomas Ri-Coltiva spesso dopo chirurgia?

Salto a

Glioblastoma è il tipo più comune e più aggressivo di tumore cerebrale adulto e si presenta in vari moduli. Attualmente, i pazienti con un tumore recentemente diagnosticato si consigliano di avere chirurgia con radiazione e la chemioterapia.

Malgrado il trattamento più energetico facendo uso di resezione, dove il tessuto malato è eliminato chirurgicamente, la chemioterapia e la radiazione, pazienti non vive tipicamente lungamente. Meno di due per cento dei pazienti sopravvivono a cinque anni dopo la diagnosi, la lunghezza media della sopravvivenza sono stimati per essere soltanto 12 - 15 mesi.

I pazienti sotto 45 anni e quelli con un più alto punteggio prima di chirurgia, un metodo di KPS (stato di prestazione di Karnofsky) di segnatura del danno funzionale di un paziente, hanno leggermente migliorano la prognosi. Questi pazienti sono più probabili avere una resezione totale (dalla valutazione postoperatoria) e chemioterapia supplementare.

Risultato di Glioblastomas da crescita anormale delle celle glial che fanno parte una maggior parte del cervello. Infatti, comprendono 90% le cellule cerebrali. Glia è celle di sostegno di vari tipi che forniscono la resistenza meccanica ed altri elementi vitali ai neuroni.

La maggior parte dei glioblastomas cominciano da un tipo di cella glial a forma di stella chiamata astrocytes, che contribuiscono a comporre la barriera ematomeningea. La maggior parte dei glioblastomas cominciano nei lobi frontali o temporali del cervello e si spargono in tutte le direzioni. L'ubiquità delle celle glial nel cervello fa il tumore spargere facile ed imprevedibile.

Le cellule staminali di Glioblastoma organizzate in tumore sistemano la formazione. Credito di immagine: Anna Durinikova/Shutterstock
Cellule staminali di Glioblastoma organizzate nella formazione del posto adatto del tumore. Credito di immagine: Anna Durinikova/Shutterstock

Che cosa accade quando i glioblastomas sono resecati?

La ricerca ha suggerito che la resezione chirurgica di un glioblastoma inducesse la parte restante del tumore a diventare più aggressiva, con conseguente tasso di crescita più rapido delle celle maligne nello spazio lasciato dalla resezione. Ciò è a causa degli eventi normali che si presentano durante la risposta curativa della ferita in qualsiasi parte del corpo.

Per studiare questo trattamento, ai ricercatori permessi hanno impiantato le celle di glioblastoma per svilupparsi in mouse per formare i tumori sintomatici. A questo punto hanno eliminato circa 90% del tumore, corrispondendo alla percentuale di resezione raggiunta tipicamente dai neurochirurghi. Sull'osservazione, hanno trovato che le celle del tumore che sono state lasciate hanno coltivato intorno 75% più veloce del tasso di crescita medio prima dell'ambulatorio. Il rapporto dei vasi sanguigni alle celle egualmente è alterato da quello del glioblastoma prechirurgico.

I ricercatori hanno concluso che la crescita post-chirurgica del tumore ha differito in alcuni modi importanti da quella del tumore primario e questa era una delle ragioni per cui i glioblastomas ricorrenti erano difficili da trattare.

Gliblastoma frontale sinistro di manifestazione del cervello di MRI. Credito di immagine: O_Akira/Shutterstock
Gliblastoma frontale sinistro di manifestazione del cervello di MRI. Credito di immagine: O_Akira/Shutterstock

Come ferisce la guarigione contribuiscono a ricrescita di glioblastoma?

Una spiegazione semplificata per questo fenomeno è quella dopo rimozione di grande parte del tumore, astrocytes normali reagisce alla rimozione del tessuto sano che è inevitabile con resezione dei cancri. I astrocytes reattivi rilasciano i fattori di crescita multipli, che sono prodotti chimici prodotti dalle celle che incoraggiano la moltiplicazione e la crescita rapide del tessuto. Questi segnali mediano la crescita compensativa delle cellule, la migrazione delle cellule e la nuova crescita vascolare. Di conseguenza, le celle glial ferite intorno all'intercapedine del tumore entrano in overdrive, proliferante per riempire il vuoto il più rapidamente possibile.

In circostanze normali, questi astrocytes reattivi formerebbero le cicatrici glial che seguono molti tipi di traumi cranici. Producono gli alti livelli delle proteine come proteina acida fibrillare glial (GFAP), che contribuiscono a formare il citoscheletro. Quando queste celle di GFAP+ sono nelle vicinanze di un tumore dilagante, palancola su vicino alle barriere. Queste celle sono influenzate con forza smussata come conseguenza di resezione del tumore. Nella risposta, provano a guarire la lesione percepita al tessuto normale esprimendo altre proteine come il nestin pure, che può indurrli a comportarsi più simile alle cellule staminali, che il glia maturo.

L'effetto di questi cambia sulla crescita del tumore

A seguito di chirurgia, la proporzione di astrocytes reattivi intorno al tumore, cioè, il microenvironment del tumore, è alterata. I segnali astrocytic della crescita, purtroppo, egualmente sono ricevuti e letti dalle celle glial cancerogene, che egualmente entrano in mania furiosa della crescita e della migrazione. Ciò piombo alla progressione del tumore come pure all'invasione della zona circostante dalle celle maligne.

Questa ricerca suggerisce che la resezione del tumore sia seguita dalla risposta reattiva del astrocyte, che causa la proliferazione e la migrazione aumentate del tumore, aumentando il grado delle celle maligne. Il tumore ricorrente è molto dilagante e si sviluppa più velocemente dei tumori che non sono resecati.

Questa ricerca è risultato che vitale in ricercatori d'aiuto capisca come la biologia del tumore si altera dopo resezione di glioblastoma. Più studi saranno necessari identificare i vari fattori in questione in questi cambiamenti. Nel migliore dei casi, questa conoscenza assisterebbe lo sviluppo dei trattamenti locali che possono diminuire gli effetti negativi di chirurgia sulla crescita e sull'invasione del tumore.

Sorgenti

Further Reading

Last Updated: Aug 19, 2019

Dr. Liji Thomas

Written by

Dr. Liji Thomas

Dr. Liji Thomas is an OB-GYN, who graduated from the Government Medical College, University of Calicut, Kerala, in 2001. Liji practiced as a full-time consultant in obstetrics/gynecology in a private hospital for a few years following her graduation. She has counseled hundreds of patients facing issues from pregnancy-related problems and infertility, and has been in charge of over 2,000 deliveries, striving always to achieve a normal delivery rather than operative.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Thomas, Liji. (2019, August 19). Perché Glioblastomas Ri-Coltiva spesso dopo chirurgia?. News-Medical. Retrieved on May 25, 2020 from https://www.news-medical.net/health/Why-Do-Glioblastomas-Often-Re-Grow-After-Surgery.aspx.

  • MLA

    Thomas, Liji. "Perché Glioblastomas Ri-Coltiva spesso dopo chirurgia?". News-Medical. 25 May 2020. <https://www.news-medical.net/health/Why-Do-Glioblastomas-Often-Re-Grow-After-Surgery.aspx>.

  • Chicago

    Thomas, Liji. "Perché Glioblastomas Ri-Coltiva spesso dopo chirurgia?". News-Medical. https://www.news-medical.net/health/Why-Do-Glioblastomas-Often-Re-Grow-After-Surgery.aspx. (accessed May 25, 2020).

  • Harvard

    Thomas, Liji. 2019. Perché Glioblastomas Ri-Coltiva spesso dopo chirurgia?. News-Medical, viewed 25 May 2020, https://www.news-medical.net/health/Why-Do-Glioblastomas-Often-Re-Grow-After-Surgery.aspx.

Comments

The opinions expressed here are the views of the writer and do not necessarily reflect the views and opinions of News Medical.