Cronologia del virus di Zika

Il virus di Zika è un singolo arbovirus incagliato del RNA della famiglia di Flaviviridae che è collegata con altri virus trasmessi dalle zanzare quali febbre gialla, febbre rompiossa ed il Nilo occidentale. È considerato un agente patogeno emergente trasmesso dalle zanzare del genere dell'Aedes, sebbene altri modi di non vettore di trasmissione egualmente siano stati suggeriti.

Scoperta del virus di Zika

Il virus di Zika inizialmente è stato isolato nel 1947 da un reso prigioniero nella foresta di Zika vicino ad Entebbe (Uganda) mentre realizzava la sorveglianza sistematica per febbre gialla della giungla. Un anno più successivamente il virus egualmente è stato trovato nel africanus dell'Aedes di specie della zanzara che è stato preso una piattaforma dell'albero nella stessa foresta.

Nel 1952 i primi casi umani sono stati notati individuando gli anticorpi di neutralizzazione al virus di Zika in sieri delle persone dall'Uganda, ma anche dalla Repubblica Unita di Tanzania. Due anni più successivamente il virus egualmente è stato isolato con successo da una ragazza in Nigeria orientale.

Eppure, la prima prova che il virus di Zika realmente causa la malattia umana (da isolamento e dal reisolation del virus) è venuto nel 1964, quando un ricercatore nell'Uganda si è ammalato durante il suo esperimento con gli sforzi di Zika dalle zanzare. Ha sviluppato l'eruzione rosa delicata che ha durato i cinque giorni ed ha concluso che la malattia era delicata in natura.

Dal 1969 al 1983 la distribuzione geografica del virus di Zika si è espanta in Asia equatoriale - compreso il Pakistan, la Malesia, l'India e l'Indonesia. Per esempio, nel 1983 13% dei volontari umani basati su Lombok, l'Indonesia, ha avuto anticorpi di neutralizzazione al virus di Zika.

Potenziale epidemico

Fino al 2007 c'erano soltanto 14 casi umani della malattia di virus di Zika documentata, senza alcuni scoppi. Quello ha cambiato a aprile e maggio di 2007, quando diffusione del virus di Zika dall'Africa e l'Asia per causare uno scoppio sull'isola del Yap, gli Stati Federati di Micronesia. Circa tre quarti dei residenti dell'isola è stato infettato con il virus di Zika, senza alcune morti, ospedalizzazioni o complicazioni neurologiche.

Fra 2013 e 2014 il virus ha causato gli scoppi in altri quattro gruppi di isole del Pacifico: La Nuova Caledonia, le Isole Cook, isola di pasqua e Polinesia francese. In uno di questi scoppi il virus di Zika egualmente è stato trovato in seme di un paziente dalla Polinesia francese, dante ulteriore contributo ad una trasmissione sessuale potenziale.

Immagine: Paesi con i casi confermati del virus di Zika. Dati a partire WHO febbraio 2016.

Scoppio 2015 di Zika nel Sudamerica

All'inizio del marzo 2015, il Brasile ha notificato l'organizzazione mondiale della sanità circa una malattia caratterizzata dalle chiazze cutanee che stavano comparendo negli stati di nordest. Da febbraio al della fine dell'aprile 2015 circa 7000 di tali casi sono stati identificati in questi stati che hanno verificato la quantità negativa a morbillo, a rosolia, a chikungunya, a parvovirus B19 e ad enterovirus.

Nel maggio 2015, dopo il laboratorio di riferimento nazionale del Brasile confermato dalla PCR che il virus di Zika stava circolando nel paese, l'organizzazione mondiale della sanità ha pubblicato un avviso epidemiologico ufficiale. Da ora alla fine d'ottobre 2015, il Brasile ha riferito un aumento insolito nel numero dei casi di microcefalia fra i neonati da agosto.

Nel gennaio 2016 in primo luogo le diagnosi della trasmissione intrauterina del virus di Zika sono state riferite in due donne incinte nel Brasile che ha avuto feti diagnosticati con microcefalia (anomalie severe comprese del cervello confermate dall'ultrasuono). Inoltre, il virus di Zika egualmente è stato individuato in liquido amniotico.

L'organizzazione di salubrità panamericana ha ricevuto i rapporti dei casi locale-trasmessi dal Porto Rico e da 19 territori in Americhe. Nel febbraio 2016 un caso della trasmissione sessuale del virus di Zika è stato riferito nello stato unito. Il video di diffusione ulteriore di questo virus ad altri paesi nella regione è in corso.

Sorgenti

[Ulteriore lettura: Virus di Zika]

Last Updated: Aug 23, 2018

Dr. Tomislav Meštrović

Written by

Dr. Tomislav Meštrović

Dr. Tomislav Meštrović is a medical doctor (MD) with a Ph.D. in biomedical and health sciences, specialist in the field of clinical microbiology, and an Assistant Professor at Croatia's youngest university - University North. In addition to his interest in clinical, research and lecturing activities, his immense passion for medical writing and scientific communication goes back to his student days. He enjoys contributing back to the community. In his spare time, Tomislav is a movie buff and an avid traveler.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Meštrović, Tomislav. (2018, August 23). Cronologia del virus di Zika. News-Medical. Retrieved on July 19, 2019 from https://www.news-medical.net/health/Zika-Virus-History.aspx.

  • MLA

    Meštrović, Tomislav. "Cronologia del virus di Zika". News-Medical. 19 July 2019. <https://www.news-medical.net/health/Zika-Virus-History.aspx>.

  • Chicago

    Meštrović, Tomislav. "Cronologia del virus di Zika". News-Medical. https://www.news-medical.net/health/Zika-Virus-History.aspx. (accessed July 19, 2019).

  • Harvard

    Meštrović, Tomislav. 2018. Cronologia del virus di Zika. News-Medical, viewed 19 July 2019, https://www.news-medical.net/health/Zika-Virus-History.aspx.

Comments

The opinions expressed here are the views of the writer and do not necessarily reflect the views and opinions of News-Medical.Net.
Post a new comment
Post