Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Applicazioni di macchiatura del cromogeno di Immunoenzymatic

Da Gillian D'Souza, MSc

La macchiatura del cromogeno di Immunoenzymatic è una tecnica della coloritura dell'immunologia usata per individuare visivamente indicatori due o più antigenici all'interno di singolo campione di tessuto (colocalization).

Credito: Abbia una foto/Shutterstock.com del giorno piacevole

Con l'aiuto dei cromogeni, i ricercatori usano questa tecnica per osservare gli antigeni di interesse in un campione biologico nell'ambito di microscopia luminosa del campo. La macchiatura del cromogeno di Immunoenzymatic presenta una serie di vantaggi, particolarmente una volta confrontata all'immunofluorescenza.

Chiara identificazione delle celle

Nell'occuparsi di molti anticorpi, è a volte difficile da differenziarsi fra le celle positive e negative. Per esempio, mentre osserva i nuclei positivi con l'indicatore Ki67 di proliferazione, si non può accertare chiaramente del quale tipo delle cellule realmente sta proliferando.

In un esperimento di macchiatura (come macchiatura immunoenzymatic), l'anticorpo di interesse è misto con un anticorpo contro un indicatore strutturale individuare i tipi delle cellule epiteliali, linfociti, granulociti, eosinofilo, macrofagi, celle endoteliali e cellule nervose, tra l'altro.

Per gli anticorpi di recente sviluppato, diventa vitale conoscere quale tipo delle cellule è l'obiettivo principale e se la misura biologica dei dati delle cellule con la localizzazione sospettata del tessuto. Ciò è dove il doppio che macchia con la macchiatura immunoenzymatic assume grande importanza.

Migliore comprensione del comportamento delle cellule

La macchiatura immunoenzymatic multicolore del cromogeno permette che i ricercatori identifichino visivamente i tipi specifici/popolazioni delle cellule o determinino la derivazione delle cellule. Permette all'identificazione dei trattamenti specifici che accadono all'interno di quelle celle - negli esemplari ben conservato e interi del tessuto di vari stati.

Quando le tecniche della coloritura multiple (con fino a quattro indicatori differenti) efficacemente si combinano con l'analisi spettrale della rappresentazione, i viali nella comprensione delle relazioni complesse in e fra i vari trattamenti cellulari possono essere aperti.

Combini e confronti reso facile

Combinando la macchiatura immunoenzymatic con altre prove biochimiche permette un confronto diretto degli indicatori antigenici attraverso i parametri differenti. Per esempio, una volta combinati con DNA per l'ibridazione in situ, i ricercatori possono guadagnare la comprensione nel fenotipo cellulare delle celle virale-infettate. Similmente, combinare la macchiatura immunoenzymatic con l'ibridazione in situ di fattore del RNA tiene conto il confronto di un antigene particolare sia al mRNA che ai livelli della proteina in una singola sezione del tessuto.

Uso limitato del campione di tessuto

Nelle situazioni dove un numero limitato degli esemplari del tessuto è disponibile per l'istologia ed analizza gli esperimenti, la macchiatura multipla permette lo studio di più indicatori all'interno di singolo campione - questa risparmia sulle risorse in grande misura.

Facilità dell'osservazione

Il cromogeno di Immunoenzymatic che macchia non solo tiene conto l'osservazione microscopica facile con l'occhio senza aiuto, ma egualmente assicura che la sezione macchiata del tessuto sia permanentemente fissa, con la sua qualità di macchiatura mantenuta per parecchi anni.

A differenza dell'immunofluorescenza i cromogeni utilizzati nella macchiatura immunoenzymatic possono essere osservati simultaneamente al completamento dell'analisi, facendo uso di microscopia leggera standard. Inoltre, possono essere osservati ripetutamente senza alterare i risultati di macchiatura. Questi vantaggi offrono il valore significativo ai ricercatori, particolarmente nelle fasi in anticipo di studio.

L'introduzione delle promesse spettrali di rappresentazione catturare le tecniche della coloritura immunoenzymatic al livello seguente, opportunità possibilmente d'offerta per analisi del tessuto dell'multi-indicatore. Unmixing spettrale ha potenziale di dimostrare il colocalization come immagine esclusiva, oltre più ulteriormente all'analizzare ed a quantificare le immagini componenti non mescolate dai campioni di tessuto IHC-macchiati tripli o persino quadrupli.

Sorgenti:

Further Reading

Last Updated: Feb 26, 2019

Comments

The opinions expressed here are the views of the writer and do not necessarily reflect the views and opinions of News Medical.