Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Scoperta di un modello novello del roditore per lo studio sulle vie Immunomodulatory di vaiolo umana

Un duo dal centri per il controllo e la prevenzione delle malattie a Atlanta ha sviluppato mezzi di determinazione se il modello del roditore di CAST/EiJ è suscettibile dell'infezione dal virus del vaiolo (VARV), l'agente causativo della vaiolo.

modello del roditoreCrediti di immagine: Egoreichenkov Evgenii/Shutterstock.com

Mentre il mouse di CAST/EiJ è stato trovato per essere un modello inadatto per la vaiolo clinica, dovuto la lesione cutanea limitata e la morbosità limitata, un'analisi enzima-collegata dell'immunosorbente (ELISA) ha misurato una risposta immunitaria robusta. Ciò presenta un modello vantaggioso per lo studio sulle vie immunomodulatory dopo l'infezione di VARV.

VARV è l'agente causativo della vaiolo e simultaneamente offre la protezione contro l'infezione dal genere di Orthopoxvirus. A causa della cessazione della vaccinazione sistematica contro Orthopoxvirus, c'è preoccupazione per quanto riguarda la minaccia biologica potenziale posata da VARV. Di conseguenza, gli sforzi di ricerca hanno concentrato sugli efficaci vaccini e sull'efficacia composta antivirale contro VARV.

Il potenziale pandemico ha posato da VARV accanto al suo interesse scientifico che i gambi attraverso terapeutico e sviluppo del vaccino, l'analisi genomica e la ricerca di scoperta, ha richiesto lo sviluppo dei modelli animali. I modelli sostitutivi di promessa per la vaiolo hanno compreso il modello del cane-monkeypox della prateria.

Questo modello è limitato mentre l'infezione di VARV piombo ad un adempimento rapido della malattia con i primati che muoiono nella prima settimana dell'inoculazione. L'infezione umana, tuttavia, ha un periodo di incubazione di settimana o più lungamente ed è accompagnata dai sintomi compreso cattiva salute e febbre generali. Ciò è continuata dalle chiazze cutanee caratteristiche.

Queste funzionalità, tuttavia, sono contradditorie con quelle video nel modello del primate non umano VARV. Quindi, malgrado i sui vantaggi compreso il suo potenziale di studio per terapeutica, fattori di virulenza ed efficacia vaccino, è limitato.

Il mouse di CAST/EiJ sormonta queste imitazioni che sono altamente suscettibili di un intervallo di Orthopoxviruses alle dosi contagiose più basse riguardante altre razze del mouse. Lo sforzo è particolarmente sensibile al virus di Monkeypox (MPXV).

Insieme alla variabilità intrinseca minima ed alla maggior disponibilità dei reagenti immunologici, la capacità di migliorare le contromisure mediche è ampliata; vale a dire, il bioterrorista potenziale che affida la necessità in mandato di identificare i nuovi trattamenti antivirali ed i vaccini più sicuri.

Il gruppo ha usato il modo del mouse di CAST/EiJ per determinare se potesse servire da modello adatto per l'infezione di VARV e se il grado di segni clinici soggettivi potrebbe essere alterato dalla dose.

Per raggiungere questo, 30 mouse sono stati inoculati per via nasale con 105 o 106 unità diformazione (pfu) VARV. Due mouse hanno ricevuto il diluente soltanto ed hanno servito da controllo. Orale, oculare ed i tamponi anali sono stati catturati sistematicamente dai mouse ed essi sono stati valutati ordinariamente per le lesioni cutanee. L'indicazione di una risposta immunitaria è stata determinata tramite la rilevazione del tipo G (IgG) dell'immunoglobulina di VARV via ELISA.

L'infezione piombo alla diffusione sistematica, compreso le vie respiratorie. Il risultato di diffusione respiratoria era concorrente con quello trovato da Titova et al., 2015. Il gruppo non ha trovato alcuna differenza apprezzabile nella diffusione virale fra i più giovani e più vecchi mouse, sebbene i più giovani mouse possedessero i maggiori virus orali possibili rispetto ai più vecchi mouse.

Tutti gli animali inoculati con il virus hanno dimostrato gli alti livelli dell'anticorpo di VARV IgG al giorno 21.

Gallardo-Romeroa et al. ha trovato rispettivamente la valutazione antivirale o terapeutica difficile poichè i livelli di morbosità e di mortalità erano bassi ed assenti. Inoltre, l'assenza di lesioni cutanee e di segni clinici severi della malattia ha provocato la conclusione che il mouse di CAST/EiJ era un modello inadatto per la vaiolo clinica. Malgrado questo, la risposta immunologica individuata colloca questo modello sopra i modelli attuali del roditore per VARV (SCID ed i primati non umani) nella comprensione delle vie immunomodulatory che sono sfidate in risposta all'infezione di VARV.

Sorgente

Gallardo-Romeroa, 2020) usi della Terranova et al. (del virus del vaiolo in tensione determinare se i mouse di CAST/EiJ sono un modello animale sostitutivo adatto per la vaiolo umana. Ricerca del virus. Doi: https://doi.org/10.1016/j.virusres.2019.197772

Titova, K.K et al. (2015) facendo uso dei mouse di SCID e di ICR come modelli animali affinchè vaiolo valutino efficacia antivirale della droga. J. Gen. Virol. doi: 10.1099/vir.0.000216

Further Reading

Last Updated: Mar 16, 2020

Hidaya Aliouche

Written by

Hidaya Aliouche

Hidaya is a science communications enthusiast who has recently graduated and is embarking on a career in the science and medical copywriting. She has a B.Sc. in Biochemistry from The University of Manchester. She is passionate about writing and is particularly interested in microbiology, immunology, and biochemistry.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Aliouche, Hidaya. (2020, March 16). Scoperta di un modello novello del roditore per lo studio sulle vie Immunomodulatory di vaiolo umana. News-Medical. Retrieved on July 31, 2021 from https://www.news-medical.net/life-sciences/Discovery-of-a-Novel-Rodent-Model-for-the-Study-of-the-Immunomodulatory-Pathways-of-Human-Smallpox.aspx.

  • MLA

    Aliouche, Hidaya. "Scoperta di un modello novello del roditore per lo studio sulle vie Immunomodulatory di vaiolo umana". News-Medical. 31 July 2021. <https://www.news-medical.net/life-sciences/Discovery-of-a-Novel-Rodent-Model-for-the-Study-of-the-Immunomodulatory-Pathways-of-Human-Smallpox.aspx>.

  • Chicago

    Aliouche, Hidaya. "Scoperta di un modello novello del roditore per lo studio sulle vie Immunomodulatory di vaiolo umana". News-Medical. https://www.news-medical.net/life-sciences/Discovery-of-a-Novel-Rodent-Model-for-the-Study-of-the-Immunomodulatory-Pathways-of-Human-Smallpox.aspx. (accessed July 31, 2021).

  • Harvard

    Aliouche, Hidaya. 2020. Scoperta di un modello novello del roditore per lo studio sulle vie Immunomodulatory di vaiolo umana. News-Medical, viewed 31 July 2021, https://www.news-medical.net/life-sciences/Discovery-of-a-Novel-Rodent-Model-for-the-Study-of-the-Immunomodulatory-Pathways-of-Human-Smallpox.aspx.

Comments

The opinions expressed here are the views of the writer and do not necessarily reflect the views and opinions of News Medical.