Estinzione di fluorescenza

La fluorescenza che estigue è un trattamento fisico-chimico che abbassa l'intensità di indicatore luminoso emesso dalle molecole fluorescenti.

Immagine fluorescente delle celle intestinali - catturate da Virginie ThomasVirginie Thomas | Shutterstock

Quando una molecola assorbe l'indicatore luminoso, gli elettroni in sui atomi costituenti sono emozionanti e sono promossi ad un livello energetico. Quando gli elettroni in questo stato eccitato perdono l'energia e ritornano allo stato fondamentale, rilasciano questa energia sotto forma di calore o di radiazione. L'indicatore luminoso emesso durante questo trattamento è conosciuto come fluorescenza e le molecole che mostrano questa attività sono chiamate fluorophores.

Estinzione statica

L'estinzione statica è causata dalla formazione di complesso fra una molecola fluorescente e d'estinzione. Il complesso, una volta che formato, è non fluorescente. La formazione del complesso ha luogo prima che tutta l'eccitazione dell'elettrone accada.

Estinzione dinamica

L'estinzione dinamica è causata da interazione fra due molecole sensibili alla luce; un donatore e un ricettore. L'energia fluorophore erogatrice di trasferimenti al ricettore, che può poi emettere l'indicatore luminoso stesso o completamente assorbe l'energia. Nell'estinzione dinamica, l'eccitazione dell'elettrone ha luogo prima che il trattamento d'estinzione.

Meccanismo di estinzione dinamica

Il meccanismo di Förster agisce attraverso l'accoppiamento non radiattivo del dipolo-dipolo, in cui regione polare fatta pagare di altra molecola (intermolecolare) o persino stessa di a negativamente - la regione polare fatta pagare di molecola può passare positivamente un elettrone alla a - (intramolecolare). Ciò può accadere sopra le distanze di intorno 10 nanometro ma diventa più probabile più vicini i dipoli sono ad uno un altro alla tariffa dell'inverso della distanza alla potenza di sei.

Destro meccanismo

Destro accade quando le molecole del ricettore e del donatore vengono così fine che i loro orbitali dell'elettrone sovrappongono, che possono essere vicino quanto 1 nanometro. Ciò permette che l'elettrone emozionante della molecola erogatrice si muova verso un orbitale inoccupato della molecola del ricettore, stante bene al suo stato fondamentale. Simultaneamente, un elettrone è trasferito dal ricettore alla molecola erogatrice, anche nello stato fondamentale.

Dimero emozionante

Un dimero emozionante si compone di due molecole con gli elettroni emozionanti o l'eccimeri (monomero emozionante). La combinazione di due eccimeri, che possono essere identici o differenti e che non formerebbero normalmente un complesso a meno che nel loro stato eccitato, crea un exciplex (complesso emozionante). Quando gli elettroni cadono di nuovo al loro stato fondamentale, questo piombo all'emissione di indicatore luminoso e così della fluorescenza. Quando gli smembramenti complessi, rilascia una lunghezza d'onda più lunga (energia più bassa) di indicatore luminoso.

Applicazioni di estinzione di fluorescenza

La fluorescenza che estigue può essere usata come indicatore dell'ibridazione del DNA, dove le molecole del quencher e fluorophore sono fissate alle estremità del DNA del unico filo e vicino ad uno un altro, creante un ciclo. Mentre il DNA ibrida ed accoppia ad un'altra catena del DNA del unico filo, il complesso del fluorophore-quencher è separato, permettendo che il fluorophore produca l'indicatore luminoso.

Il meccanismo di Förster della fluorescenza che estigue può essere usato per arguire la distanza fra il donatore e le molecole del ricettore, secondo l'intensità dell'estinzione. Ciò determina la dimensione o la conformazione di una proteina ed individua tutta l'interazione fra le proteine.

Sorgenti

Further Reading

Last Updated: Jan 17, 2019

Michael Greenwood

Written by

Michael Greenwood

Michael graduated from Manchester Metropolitan University with a B.Sc. in Chemistry in 2014, where he majored in organic, inorganic, physical and analytical chemistry. He is currently completing a Ph.D. on the design and production of gold nanoparticles able to act as multimodal anticancer agents, being both drug delivery platforms and radiation dose enhancers.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Greenwood, Michael. (2019, January 17). Estinzione di fluorescenza. News-Medical. Retrieved on December 16, 2019 from https://www.news-medical.net/life-sciences/Fluorescence-Quenching.aspx.

  • MLA

    Greenwood, Michael. "Estinzione di fluorescenza". News-Medical. 16 December 2019. <https://www.news-medical.net/life-sciences/Fluorescence-Quenching.aspx>.

  • Chicago

    Greenwood, Michael. "Estinzione di fluorescenza". News-Medical. https://www.news-medical.net/life-sciences/Fluorescence-Quenching.aspx. (accessed December 16, 2019).

  • Harvard

    Greenwood, Michael. 2019. Estinzione di fluorescenza. News-Medical, viewed 16 December 2019, https://www.news-medical.net/life-sciences/Fluorescence-Quenching.aspx.

Comments

The opinions expressed here are the views of the writer and do not necessarily reflect the views and opinions of News-Medical.Net.
Post a new comment
Post