Analisi di gascromatografia dell'olio di noce di cocco

Analizzare gli oli di noce di cocco può fornire le informazioni utili per quanto riguarda le loro caratteristiche. La gascromatografia, una tecnica analitica dominante nella ricerca differente/laboratori industriali, rappresenta un metodo veloce ed efficiente di analizzare gli oli di noce di cocco. 

Credito di immagine: Olio di noce di cocco/Shutterstock
Credito di immagine: Olio di noce di cocco/Shutterstock

Che cosa sono i vantaggi ed i tipi di oli di noce di cocco

L'olio di noce di cocco è un olio vegetale che è estratto dalle noci di cocco. Gli oli di noce di cocco sono molto popolari poichè hanno vantaggi del cosmetico e di salubrità e vengono in due moduli di base:

  • Olio di noce di cocco vergine (VCO), che è estratto dai noccioli freschi/carne della noce di cocco ed è elaborato facendo uso dei mezzi naturali;
  • Olio di noce di cocco raffinato (RCO), che è estratto dai noccioli secchi/carne della noce di cocco e poi è elaborato lavando, imbianchimento e deodorizzazione.

Gli oli di noce di cocco soprattutto sono usati come ingredienti del cosmetico e dell'alimento; quindi, i metodi per analizzare le caratteristiche degli oli di noce di cocco sono importanti da assicurarsi che siano di alta qualità.

VCO può diminuire i livelli di colesterolo, trigliceridi, fosfolipidi, lipoproteine a bassa densità come pure aumenta i livelli di lipoproteine ad alta densità nel siero e nei tessuti delle persone che lo catturano regolarmente. Inoltre, facendo uso di VCO per i periodi estesi egualmente aumenta i livelli antiossidanti.

L'analisi sia di RCO che di VCO ha dimostrato che RCO contiene una percentuale più bassa della materia volatile, di un basso tenore di umidità, di un profilo più basso dell'acido grasso libero, di più alto monogliceride e del contenuto del trigliceride come pure un più alto indice del perossido rispetto a VCO.

Il deterioramento degli oli di noce di cocco è causato da idrolisi chimica, dall'ossidazione chimica, dagli atti microbici, dagli enzimi, dal metallo, dal calore, dall'indicatore luminoso e dall'aria. RCO è conosciuto per essere molto stabile rendendolo meno suscettibile di deterioramento. Per contro, la stabilità di VCO più di meno è conosciuta, così i presupposti per quanto riguarda la sua resistenza di deterioramento non possono essere fatti.

Analisi degli oli di noce di cocco facendo uso di gascromatografia

Procedura di gascromatografia

La gascromatografia (GC) è usata per separare ed individuare i piccoli composti di gassato. Il campione è un gas o un liquido che è vaporizzato durante l'analisi. Il campione è forzato in una fase mobile dove è limitato ad un gas inerte (solitamente elio dovuto la sua massa a basso peso molecolare). La pressione muove la fase mobile ed il complesso dell'analito con la colonna e la separazione accade quando l'analito entr inare contatto con la fase stazionaria sulla colonna (la fase stazionaria contiene tipicamente i derivati di polydimethylsiloxane). Le colonne differenti sono usate secondo l'analito, che può pregiudicare l'accuratezza ed i risultati dell'analisi.

L'analito può essere individuato dopo la sua separazione a partire dalla fase mobile. La rilevazione della ionizzazione della fiamma (FID) può individuare la quantità di carbonio in un campione ma distrugge il campione nel trattamento. Il FID comprende bruciare il campione in una fiamma calda e aria-idrogeno uscendo la colonna. Ciò produce gli ioni del carbonio e la corrente da questi ioni è misurata facendo uso degli elettrodi, fornenti le ampie informazioni sul campione.

La strumentazione di GASCROMATOGRAFIA può essere ottimizzata avviandosi ad una temperatura più insufficiente durante il FID, poi aumentante la gradualmente a più alto durante l'analisi (per esempio iniziare a 120 C edo aumentare agli incrementi di 10 C oogni minuto fino a 240 di raggiungimento C) o.

Come il preparato del campione pregiudica l'analisi di gascromatografia?

Prima dell'esecuzione dell'analisi di GASCROMATOGRAFIA degli oli di noce di cocco, la derivazione deve essere eseguita. Ciò comprende cambiare il petrolio in nuovo composto che è più adatto a scopi dell'analisi. La derivatizzazione migliora sia la volatilità che la stabilità del campione.

I metodi della derivatizzazione che sono stati usati sugli oli di noci di cocco includono il catalyzation basso, il catalyzation acido e il catalyzation del trifluoruro del boro. Ciò è importante, poichè il metodo della derivatizzazione impiegato può avere un effetto sui risultati dell'analisi.

Metodi di derivatizzazione

Durante la derivatizzazione acida di catalyzation, l'acido solforico metanolico si aggiunge al campione e poi è riscaldato. Il cloruro di sodio e l'esano si aggiungono una volta che la miscela si è raffreddata. Una volta che sistemato, il livello superiore della miscela è catturato per l'analisi di GASCROMATOGRAFIA.

Per la derivatizzazione bassa di catalyzation, l'idrossido di sodio metanolico si aggiunge al campione e poi è riscaldato. L'esano si aggiunge dopo il raffreddamento. Una volta che sistemato, il livello superiore è catturato e l'acido cloridrico metanolico si aggiunge. Una volta che sistemato, il livello superiore è catturato per l'analisi di GASCROMATOGRAFIA.

Per la derivatizzazione di catalyzation del trifluoruro del boro, il campione è misto con esano, quindi l'idrossido di sodio si aggiunge e la miscela ottenuta è heated. Una volta che raffreddato, il trifluoruro metanolico del boro si aggiunge e la miscela è riscaldata ancora. Una volta che raffreddato, il cloruro di sodio saturato si aggiunge. Una volta che sistemato, il livello superiore è trasferito nel solfato di sodio filtrato e questa miscela è catturata per l'analisi di GASCROMATOGRAFIA.

I risultati della ricerca che descrivono gli effetti di questi metodi hanno dimostrato che la derivatizzazione di catalyzation della base ha un più breve tempo della derivatizzazione e un'più alta accuratezza della derivatizzazione, rendentegi un metodo preferito per usare quando analizza gli oli di noce di cocco.

Sorgenti

[Ulteriore lettura: Cromatografia, gascromatografia]

Last Updated: Mar 5, 2019

Written by

Samuel Mckenzie

Sam graduated from the University of Manchester with a B.Sc. (Hons) in Biomedical Sciences. He has experience in a wide range of life science topics, including; Biochemistry, Molecular Biology, Anatomy and Physiology, Developmental Biology, Cell Biology, Immunology, Neurology  and  Genetics.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Mckenzie, Samuel. (2019, March 05). Analisi di gascromatografia dell'olio di noce di cocco. News-Medical. Retrieved on June 16, 2019 from https://www.news-medical.net/life-sciences/Gas-Chromatography-Analysis-of-Coconut-Oil.aspx.

  • MLA

    Mckenzie, Samuel. "Analisi di gascromatografia dell'olio di noce di cocco". News-Medical. 16 June 2019. <https://www.news-medical.net/life-sciences/Gas-Chromatography-Analysis-of-Coconut-Oil.aspx>.

  • Chicago

    Mckenzie, Samuel. "Analisi di gascromatografia dell'olio di noce di cocco". News-Medical. https://www.news-medical.net/life-sciences/Gas-Chromatography-Analysis-of-Coconut-Oil.aspx. (accessed June 16, 2019).

  • Harvard

    Mckenzie, Samuel. 2019. Analisi di gascromatografia dell'olio di noce di cocco. News-Medical, viewed 16 June 2019, https://www.news-medical.net/life-sciences/Gas-Chromatography-Analysis-of-Coconut-Oil.aspx.

Comments

The opinions expressed here are the views of the writer and do not necessarily reflect the views and opinions of News-Medical.Net.
Post a new comment
Post