Microrganismi fastidiosi crescenti in laboratorio

Ogni microrganismo ha requisiti differenti; mentre alcuni microrganismi sono facili da svilupparsi (cioè non fastidioso), altri hanno un insieme dei requisiti molto specifico per svilupparsi (cioè fastidioso). Questo articolo descrive la crescita dei microrganismi fastidiosi nella cultura.

Pilori del H. - illustrazioneroyaltystockphoto | Shutterstock

Per assicurare la riuscita crescita, questi microrganismi devono essere inoculati e svilupparsi all'interno di un media che comprende tutti i requisiti della crescita del microrganismo specifico - compreso l'acqua e le sostanze nutrienti. Inoltre, l'ambiente cellulare deve essere mantenuto con attenzione al pH ed alla temperatura corretti.

Che cosa è un organismo fastidioso?

Un organismo fastidioso è definito come tutto l'organismo che ha fabbisogni alimentari molto complicati, significante che non si svilupperà senza presente specifico di fattori o nelle circostanze specifiche. Questi organismi tipicamente si sviluppano e si moltiplicano molto lentamente sulle piastre di agar e richiedono i lotti del completamento nutrizionale e del controllo dell'ambiente.

Per esempio, il leuconostoc mesenteroides è un anaerobio facoltativo con le necessità parecchi fattori ed amminoacidi di crescita di propagarsi. Ci sono molti tipi differenti di organismi fastidiosi che esibiscono i requisiti differenti assicurare la riuscita crescita.

Pilori di Helicobacter (pilori del H.)

I pilori del H. risiedono nel tratto gastrointestinale e sono trovati dentro più di 50% della popolazione del mondo. La maggior parte delle persone infettate non svilupperanno mai i sintomi connessi con l'infezione di H.pylori. Tuttavia, questo microrganismo può causare la gastrite e le ulcere allo stomaco ed anche è collegato a determinati tipi di tumori dello stomaco

Una volta sviluppato in laboratorio, questo microrganismo richiede il completamento di sangue e/o del siero di svilupparsi con successo. Questi sangue/siero può venire da vari mammiferi (cavallo, bue o pecore). Questi supplementi forniscono le sostanze nutrienti e proteggono le celle dagli acidi grassi tossici.

Ancora, i pilori del H. egualmente richiedono una tensione bassa dell'ossigeno, richiedente l'uso di un contenitore microaerophilic. Ciò è stata simulata in molti laboratori con l'applicazione di un'incubatrice della cultura del tessuto con un cassetto di acqua distillata sotto a °C 37 e 10% il CO2. in queste circostanze, richiede tipicamente i cinque giorni affinchè i pilori del H. si sviluppasse.

Jejuni del campilobatterio (jejuni del C.)

Il jejuni del C. è specie microbiche che causa una malattia gastrointestinale sia in esseri umani che in animali. Di conseguenza, la ricerca su questo microrganismo è molto importante, ma può essere effettuata soltanto se i metodi coltivanti affidabili sono prodotti.

Il jejuni del C. è specie batteriche microaerophilic e quindi necessita gli stati bassi dell'ossigeno a 5% O2 e a 10% CO2 per minimizzare il danno dai prodotti in relazione con l'ossigeno. Questo microrganismo si sviluppa spesso in un brodo fatto l'elettrolisi che contiene il sangue fatto l'elettrolisi 5%, il piruvato del sodio, il metabisolfito del sodio ed il solfato ferroso.

Hemophilus influenzae (Hemophilus influenzae)

Hemophilus influenzae comunemente è trovato nell'apparato respiratorio umano e può causare le infezioni superiori delle vie respiratorie. In laboratorio, tuttavia, questo microrganismo richiede le circostanze molto specifiche per svilupparsi, necessitando il sangue hemolyzed aggiunto nel media. Parecchi altri organismi egualmente richiedono questo modulo di sangue, compreso le speci di Moraxella e le speci di Neisseria.

Di conseguenza, ci sono molti fattori differenti che devono essere considerati quando coltiva i microrganismi fastidiosi, compreso il completamento, il tenore di ossigeno e la temperatura nutrienti. La caratterizzazione dei requisiti di ogni microrganismo è vitale da tenere conto la propagazione e la ricerca su questi microrganismi all'interno del laboratorio.

Sorgenti

Further Reading

Last Updated: Jan 25, 2019

Hannah Simmons

Written by

Hannah Simmons

Hannah is a medical and life sciences writer with a Master of Science (M.Sc.) degree from Lancaster University, UK. Before becoming a writer, Hannah's research focussed on the discovery of biomarkers for Alzheimer's and Parkinson's disease. She also worked to further elucidate the biological pathways involved in these diseases. Outside of her work, Hannah enjoys swimming, taking her dog for a walk and travelling the world.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Simmons, Hannah. (2019, January 25). Microrganismi fastidiosi crescenti in laboratorio. News-Medical. Retrieved on February 26, 2020 from https://www.news-medical.net/life-sciences/Growing-Fastidious-Microorganisms-in-the-Laboratory.aspx.

  • MLA

    Simmons, Hannah. "Microrganismi fastidiosi crescenti in laboratorio". News-Medical. 26 February 2020. <https://www.news-medical.net/life-sciences/Growing-Fastidious-Microorganisms-in-the-Laboratory.aspx>.

  • Chicago

    Simmons, Hannah. "Microrganismi fastidiosi crescenti in laboratorio". News-Medical. https://www.news-medical.net/life-sciences/Growing-Fastidious-Microorganisms-in-the-Laboratory.aspx. (accessed February 26, 2020).

  • Harvard

    Simmons, Hannah. 2019. Microrganismi fastidiosi crescenti in laboratorio. News-Medical, viewed 26 February 2020, https://www.news-medical.net/life-sciences/Growing-Fastidious-Microorganisms-in-the-Laboratory.aspx.

Comments

The opinions expressed here are the views of the writer and do not necessarily reflect the views and opinions of News-Medical.Net.