Metabolismo dei lipidi

I lipidi sono assorbiti dall'intestino e subiscono la digestione ed il metabolismo prima che possano essere utilizzati dall'ente. La maggior parte dei lipidi dietetici sono grassi e molecole complesse da cui l'organismo deve ripartire per utilizzare e derivare l'energia.

Digestione dei lipidi

La digestione dei grassi comprende queste fasi importanti: -

  1. Assorbimento
  2. Emulsionificazione dei grassi
  3. Digestione dei grassi
  4. Metabolismo grasso
  5. Degradazione

Assorbimento dei lipidi

Gli acidi grassi a catena corta (fino a 12 carboni) sono assorbiti direttamente.

I trigliceridi ed i grassi dietetici sono insolubili in acqua ed il loro assorbimento è così difficile. Per raggiungere questo, il grasso dietetico è ripartito nelle piccole particelle che aumenta l'area esposta per l'attacco rapido dagli enzimi digestivi.

Emulsionificazione dei grassi

I grassi dietetici subiscono l'emulsionificazione che quello piombo alla liberazione degli acidi grassi. Ciò è determinata tramite idrolisi semplice dei legami d'estere in trigliceridi.

I grassi sono ripartiti nelle piccole particelle per azione detergente e la miscelatura meccanica. L'azione detergente è realizzata dai succhi digestivi, ma particolarmente dai grassi parzialmente digeriti (saponi e monacylglycerols dell'acido grasso) e dai sali biliari.

I sali biliari quale acido cholic contengono un lato che è idrofobo (cosa repellente da innaffiare) ed un altro lato amoroso o hydrophhillic dell'acqua. Ciò li permette di dissolversi ad un'interfaccia dell'petrolio-acqua, con la superficie idrofoba in contatto con il lipido da assorbire e la superficie idrofila nel media acquoso. Ciò è chiamata l'azione detergente e questa emulsiona i grassi e rende le micelle miste.

Le micelle miste serviscono da veicoli di trasporto per i lipidi meno solubili in acqua da alimento ed anche per colesterolo, le vitamine liposolubili A, la D, la E ed il K.

Digestione dei grassi

Dopo che l'emulsionificazione i grassi è idrolizzata o ripartita per gli enzimi secernuti dal pancreas. L'enzima più importante in questione è lipasi pancreatica. La lipasi pancreatica suddivide i legami primari dell'estere, il 1 o i 3 legami d'estere. Ciò converte i trigliceridi in 2 monogliceridi (2-monoacylglycerols). Meno di 10% dei trigliceridi rimangono unhydrolyzed nell'intestino.

Metabolismo grasso

Gli acidi grassi a catena corta forniscono direttamente la circolazione ma più degli acidi grassi sono riesterificati con glicerolo negli intestini per formare i trigliceridi che prendparteono al sangue come particelle della lipoproteina chiamate chylomicrons.

La lipasi della lipoproteina agisce su questi chylomicrons per formare gli acidi grassi. Questi possono essere memorizzati come grasso in tessuto adiposo, essere usati per energia in tutto il tessuto con i mitocondri facendo uso di ossigeno ed essere riesterificato ai trigliceridi nel fegato ed essere esportato come lipoproteine chiamate VLDL (lipoproteine di densità molto bassa).

VLDL ha un simile risultato poichè chylomicrons e finalmente è convertito in LDL (lipoproteine di densità bassa). L'insulina simula la lipasi della lipoproteina.

Durante l'inedia per i lungi periodi di tempo gli acidi grassi possono anche essere convertiti in organismi di chetone nel fegato. Questi organismi di chetone possono essere usati come fonte di energia dalla maggior parte delle celle che hanno mitocondri.

Degradazione

Gli acidi grassi sono ripartiti per la beta ossidazione. Ciò si presenta nei mitocondri e/o nei peroxisomes per generare il acetile-CoA. Il trattamento è l'inverso della sintesi dell'acido grasso: i frammenti del due-carbonio sono eliminati dall'estremità carbossilica dell'acido. Ciò si presenta dopo deidrogenazione, idratazione e l'ossidazione per formare un acido beta-cheto.

Il acetile-CoA poi converte in trifosfato di adenosina, in CO2 ed in NOIOSO2 facendo uso del ciclo di Krebs e rilascia un'energia del trifosfato di adenosina 106. Gli acidi grassi insaturi richiedono i punti enzimatici supplementari per degradazione.

Sorgenti

Further Reading

Last Updated: Apr 16, 2019

Dr. Ananya Mandal

Written by

Dr. Ananya Mandal

Dr. Ananya Mandal is a doctor by profession, lecturer by vocation and a medical writer by passion. She specialized in Clinical Pharmacology after her bachelor's (MBBS). For her, health communication is not just writing complicated reviews for professionals but making medical knowledge understandable and available to the general public as well.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Mandal, Ananya. (2019, April 16). Metabolismo dei lipidi. News-Medical. Retrieved on September 22, 2019 from https://www.news-medical.net/life-sciences/Lipid-Metabolism.aspx.

  • MLA

    Mandal, Ananya. "Metabolismo dei lipidi". News-Medical. 22 September 2019. <https://www.news-medical.net/life-sciences/Lipid-Metabolism.aspx>.

  • Chicago

    Mandal, Ananya. "Metabolismo dei lipidi". News-Medical. https://www.news-medical.net/life-sciences/Lipid-Metabolism.aspx. (accessed September 22, 2019).

  • Harvard

    Mandal, Ananya. 2019. Metabolismo dei lipidi. News-Medical, viewed 22 September 2019, https://www.news-medical.net/life-sciences/Lipid-Metabolism.aspx.

Comments

  1. Mwale Hachintu Mwale Hachintu Zambia says:

    Be careful with what you eat

The opinions expressed here are the views of the writer and do not necessarily reflect the views and opinions of News-Medical.Net.
Post a new comment
Post