Applicazioni di Nanobody

Nanobodies è proteine terapeutiche derivate dai domini della catena pesante di IgG dei cammelli. Gli anticorpi hanno solitamente due pesanti identici (H) ed accende (l) le catene del polipeptide. Tuttavia, le specie del cammello hanno un modulo unico di IgG che non ha L catene.

Un simile tipo di anticorpo egualmente è stato scoperto in un certo pesce cartilagineo. Questi anticorpi riconoscono i loro obiettivi facendo uso di singolo dominio variabile, conosciuto come VHH. Mentre questi anticorpi sono sul disgaggio di dimensione di nanometro, sono stati nominati nanobodies. Nanobodies ha beni unici dovuto la loro dimensione e natura a catena semplice che permette a una vasta gamma di applicazioni.

Molecola terapeutica della proteina di Nanobody. Nanobodies è piccoli anticorpi trovati in cammelli, in dromedari ed in lama. la rappresentazione dell
Molecola terapeutica della proteina di Nanobody. Nanobodies è piccoli anticorpi trovati in cammelli, in dromedari ed in lama. la rappresentazione dell'Tutto atomo, atomi è rappresentata come sfere convenzionalmente colorate. Credito di immagine: molekuul_be/Shutterstock

Applicazioni di Nanobodies

Nanobodies ha una serie di applicazioni interessanti e molte di loro sono fasi iniziali di sviluppo. Questi comprendono la ricerca di base a terapeutica clinica. Alcune di queste applicazioni includono quanto segue:

Reagenti di bloccaggio di affinità

Nanobodies ha una più grande superficie obbligatoria ed abbassa legare non specifico di sfondo dovuto il loro formato di piccola dimensione e singolo del dominio. Mentre legano in un modo monovalente, possono essere eluiti nelle condizioni miti e la loro alta stabilità permette l'uso ripetuto.

Chaperon di cristallizzazione

Nanobodies è stato usato a cristallizzazione della proteina del chaperon dovuto la loro capacità di chiudere le proteine a chiave in una conformazione particolare, stabilizzare i domini flessibili ed il carter che cumula le superfici dai solventi. Sono stati utilizzati in una serie di studi di cristallizzazione della proteina e gli stessi beni egualmente sono stati sfruttati per stabilizzare i protofibrils dell'amiloide-β e per impedire la formazione di fibrille mature dell'amiloide.

Rappresentazione e immunomodulation dell'obiettivo

Nanobodies può essere espresso dentro le celle fuse con una proteina fluorescente per tenere la carreggiata l'attività del loro antigene. Possono anche essere usate per tramortire dal punto di vista funzionale l'antigene nella cella ed essere fuse con i peptidi di segnale da mirare a ai compartimenti sottocellulari specifici.

Biosensori

Nanobodies può adattarsi per uso in biosensori nei campi di medicina, dell'ambiente e dell'analisi alimentare. I loro gruppi funzionali sito-specifici sono facili da presentare ed il loro di piccola dimensione tiene conto una superficie obbligatoria di capacità elevata, piombo all'più alta sensibilità.

In vivo rappresentazione

Nanobodies può essere usato come elemento tracciante affinchè la rappresentazione molecolare non invadente studi i trattamenti di malattia. Il loro di piccola dimensione tiene conto l'infiltrazione del tessuto e lo spazio rapidi di sangue.

Terapia dell'antiveleno

I frammenti policlonali dell'immunoglobulina corrente stanno usandi per produrre gli antiveleni. Tuttavia, hanno potenza bassa e non sono sempre efficaci. Egualmente possiedono gli effetti contrari severi. Il di piccola dimensione dei nanobodies li permette di diffondersi attraverso l'organismo con una distribuzione biologica che abbina quella di piccola tossina del veleno e dopo che i bloccaggi nanobody il veleno, il complesso è ancora abbastanza piccoli eliminarsi rapido dai reni.

Agenti antinfettivi

Nanobodies può essere sviluppato come agente contro le infezioni batteriche, virali e parassitarie. Una prova di fase I dei nanobodies che mirano al virus respiratorio sinciziale ha indicato che i nanobodies potrebbero combattere l'infezione. La mancanza di Nanobodies la regione di Fc di anticorpo convenzionale, in modo da essi non neutralizza e non elimina l'agente patogeno. Tuttavia, ha loro proprio effetto di neutralizzazione inerente.

a terapeutica basata a immune

Nanobodies può essere usato per combattere il cancro ed altre malattie inibendo le interazioni del legante-ricevitore, come contrapposizione del fattore di anti-von Willebrand per bloccare l'inizio di trombosi, o l'inibizione anti--TNF-α per trattare l'artrite.

Nanobodies di Bispecific

Bispecific o gli anticorpi multispecific può mirare a più di un antigene per volta. Poiché i nanobodies sono monomerici, molecole del unico dominio e piccolo nella dimensione, sono buoni candidati per costruire le costruzioni bispecific o multispecific. Gli anticorpi di Bispecific sono stati studiati affinchè la loro capacità mirino ad una malattia o ad una cellula tumorale ed anche specificamente di reclutare un'altra molecola o cella. Lo stesso approccio ha potuto essere usato con i nanobodies a causa della loro stabilità di piccola dimensione ed alta.

Sorgenti

  1. Nanobodies e le loro applicazioni potenziali (https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/23730699)
  2. Un nanotrap versatile per gli studi biochimici e funzionali con le proteine fluorescenti di fusione (https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/17951627?dopt=Abstract)
  3. Selezione diretta di un dominio conformazionale dell'anticorpo che impedisce la formazione matura della fibrilla dell'amiloide stabilizzando i protofibrils di Abeta (https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/18042730?dopt=Abstract)
  4. Efficacia preclinica superiore e sicurezza della droga di manifestazioni antitrombotiche del candidato ALX-0081 rispetto alle droghe antipiastriniche corrente di marketing (https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/21576702?dopt=Abstract)
  5. Le alfa VHH proteine formattate di necrosi di fattore antitumorale derivate dai camelids mostrano la potenza superiore e l'ottimizzazione alle giunzioni infiammate in un modello murino dall'dell'artrite indotta da collageno, https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/16736523?dopt=Abstract

[Ulteriore lettura: Nanoscience]

Last Updated: Feb 26, 2019

Dr. Catherine Shaffer

Written by

Dr. Catherine Shaffer

Catherine Shaffer is a freelance science and health writer from Michigan. She has written for a wide variety of trade and consumer publications on life sciences topics, particularly in the area of drug discovery and development. She holds a Ph.D. in Biological Chemistry and began her career as a laboratory researcher before transitioning to science writing. She also writes and publishes fiction, and in her free time enjoys yoga, biking, and taking care of her pets.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Shaffer, Catherine. (2019, February 26). Applicazioni di Nanobody. News-Medical. Retrieved on June 26, 2019 from https://www.news-medical.net/life-sciences/Nanobody-Applications.aspx.

  • MLA

    Shaffer, Catherine. "Applicazioni di Nanobody". News-Medical. 26 June 2019. <https://www.news-medical.net/life-sciences/Nanobody-Applications.aspx>.

  • Chicago

    Shaffer, Catherine. "Applicazioni di Nanobody". News-Medical. https://www.news-medical.net/life-sciences/Nanobody-Applications.aspx. (accessed June 26, 2019).

  • Harvard

    Shaffer, Catherine. 2019. Applicazioni di Nanobody. News-Medical, viewed 26 June 2019, https://www.news-medical.net/life-sciences/Nanobody-Applications.aspx.

Comments

The opinions expressed here are the views of the writer and do not necessarily reflect the views and opinions of News-Medical.Net.
Post a new comment
Post