Infezione del virus polio

Il virus polio è un membro della famiglia del picornavirus, che egualmente include i rhinoviruses, i coxsackieviruses, gli ecovirus, gli enterovirus ed il virus dell'epatite A.

Credito: Katryna Kon/Shutterstock.com

I picornavirus sono piccoli, circa 300 angstrom di diametro e sono compresi un cappotto icosahedral della proteina e un genoma positivo unico incagliato del RNA di senso.

L'infezione del virus polio si presenta dall'itinerario fecale-orale, quando il host ingerisce il virus, che ripiega nell'apparato alimentare. Il virus poi è sparso nelle feci. La maggior parte delle infezioni di polio sono asintomatiche. In circa 5 per cento dei casi, le repliche del virus in altri tessuti. La poliomelite paralitica si presenta in meno di 1 per cento dei casi.

Entrata virale

L'infezione del virus polio comincia con le legature del virus al ricevitore CD155 sulla superficie della cellula ospite. CD155 è un ricevitore del tipo di immunoglobulina anche conosciuto come il ricevitore del virus polio. Sopra l'associazione, un cambiamento conformazionale irreversibile si presenta alla particella virale. Il meccanismo da cui il virus registra la cella è creduto per essere endocytosis ricevitore-mediato, dopo di che il RNA virale è scaricato nel citoplasma cellulare.

La polio ha un genoma virale del RNA positivo di senso. Quello significa che può direttamente essere tradotto in proteina dalla cellula ospite. Le proteine virali del virus polio sono:

  • 3D (politico)--un RNA polimerasi del dipendente del RNA
  • 2A (pro) 3C (pro) /3CD (pro)--proteasi che fendono il polipeptide virale
  • VPg (3B)--lega il RNA virale ed è richiesto per la sintesi di RNA
  • 2BC, 2B, 2C, 3AB, 3A, 3B--necessario complesso della proteina per la replicazione virale
  • VP0--fenduto in VP1 e VP3 e VP2 e VP4, le proteine del capsid virale

Produzione virale

Sopra lo scaricare nel citoplasma, il RNA virale è tradotto dal macchinario della cellula ospite in singolo poliproteico. Il 5' estremità del virus polio è lungo confrontato al mRNA della cellula ospite, circa 700 nucleotidi ed altamente strutturato. Che la regione dirige la traduzione del RNA virale ed è conosciuta come il sito interno dell'entrata del ribosoma.

Il poliproteico è co--di traduzione elaborato dalle proteasi virali nelle proteine virali. Poi subisce il myristoylation, l'aggiunta di un gruppo di myristoyl e l'estremità di N della catena della proteina. La proteasi virale 2A poi fende il poliproteico per rilasciare una proteina myristoyl-P1 del precursore dall'estremità di N. La proteina P1 contiene tutte le sequenze della proteina del capsid.

Successivamente è fenduta dalla proteasi virale 3CD nelle proteine VP1 e VP3 e la proteina acerba myristoyl-VP0 del capsid del capsid.

Installazione virale

Dopo la traduzione, la replica virale del genoma accade, producendo le copie positive di senso del genoma originale. Che il trattamento comprende la produzione delle copie negative multiple di senso, che poi sono usate come modelli per i fili di senso positivi. La proteina VPg servisce da mano di fondo per sia i fili di senso positivi che negativi.

A questo punto le proteine formano un composto intermedio pentameric dell'installazione, che poi si trasforma in in un capsid vuoto con 60 copie ciascuno di VP0, di VP3 e di VP1. Durante quel trattamento, cinque copie ciascuna di VP1, VP3, VP1 e VP4 si trasformano nella superficie interna del capsid. Ogni capsid è montato con una copia del genoma dentro.

I virus polio montati sono rilasciati dalla cellula ospite con lisi della cella, circa 4 - 6 ore dopo l'infezione. Ogni cella può rilasciare l'altrettanto come 10.000 copie del virus.

Sorgenti:

Further Reading

Last Updated: Feb 26, 2019

Dr. Catherine Shaffer

Written by

Dr. Catherine Shaffer

Catherine Shaffer is a freelance science and health writer from Michigan. She has written for a wide variety of trade and consumer publications on life sciences topics, particularly in the area of drug discovery and development. She holds a Ph.D. in Biological Chemistry and began her career as a laboratory researcher before transitioning to science writing. She also writes and publishes fiction, and in her free time enjoys yoga, biking, and taking care of her pets.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Shaffer, Catherine. (2019, February 26). Infezione del virus polio. News-Medical. Retrieved on April 09, 2020 from https://www.news-medical.net/life-sciences/Polio-Virion-Infection.aspx.

  • MLA

    Shaffer, Catherine. "Infezione del virus polio". News-Medical. 09 April 2020. <https://www.news-medical.net/life-sciences/Polio-Virion-Infection.aspx>.

  • Chicago

    Shaffer, Catherine. "Infezione del virus polio". News-Medical. https://www.news-medical.net/life-sciences/Polio-Virion-Infection.aspx. (accessed April 09, 2020).

  • Harvard

    Shaffer, Catherine. 2019. Infezione del virus polio. News-Medical, viewed 09 April 2020, https://www.news-medical.net/life-sciences/Polio-Virion-Infection.aspx.

Comments

The opinions expressed here are the views of the writer and do not necessarily reflect the views and opinions of News-Medical.Net.