Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il sistema di classificazione di Baltimora

Il sistema di classificazione di Baltimora è uno schema per la classificazione dei virus basati sul tipo di genoma e di sua strategia della replica. Il sistema è stato messo a punto da David Baltimore.

Credito: Giovanni Cancemi/Shutterstock.com

I virus non contengono un sistema completo per la traduzione della proteina; quindi, ogni virus dipende dal macchinario di traduzione ospite. Il sistema di Baltimora è basato su come i virus utilizzano quel macchinario. Facendo uso di questo sistema di classificazione, il RNA messaggero (mRNA) è al centro ed alle vie differenti al mRNA dai genoma del RNA o del DNA denota le classi differenti.

Il sistema di classificazione di Baltimora inizialmente ha compreso sei classi di virus. Tuttavia, una settima classe si è aggiunta per accomodare il genoma lacuna del DNA di Hepadnaviridae (virus dell'epatite B).

Le sette classi di virus nel sistema di classificazione di Baltimora sono come segue:

Classe I: Virus di DNA a doppia elica (dsDNA)

Un virus di DNA a doppia elica entra nel nucleo ospite prima che cominci a ripiegare. Usa le polimerasi ospite per ripiegare il suo genoma e dipende quindi altamente dal ciclo cellulare ospite. La cella deve quindi essere nella replica affinchè il virus ripieghi.

Gli esempi dei virus della classe I includono Herpesviridae, Adenoviridae e Papoviridae.

Classe II: Scelga i virus incagliati del DNA (ssDNA)

La maggior parte dei virus dello ssDNA hanno genoma circolari e ripiegano principalmente all'interno del nucleo da un meccanismo del cerchio rotante. Alcuni esempi dei virus della classe II sono Anelloviridae, Circoviridae e Parvoviridae.

Classe III: Virus a doppia elica del RNA (dsRNA)

La replica a doppia elica dei virus a RNA nel capsid di memoria nel citoplasma della cellula ospite e dipende molto dalle polimerasi ospite quanto i virus a DNA. I genoma dei virus della classe III possono essere segmentati ed a differenza dei virus con la traduzione più complessa, codici di ogni gene per soltanto una proteina.

Gli esempi dei virus della classe III includono Rheoviridae e Birnaviridae.

Classe IV: Scelga i virus incagliati del RNA (ssRNA)

I virus dello ssRNA della classe IV hanno genoma del RNA di positivo-senso, significanti essi possono direttamente essere letti dai ribosomi per tradurre in proteine. Ulteriormente sono divisi nei virus con il mRNA policistronico ed in quelli con trascrizione complessa.

Il mRNA policistronico è tradotto in poliproteico che successivamente è fenduto alle proteine separate del modulo. I virus con trascrizione complessa usano frameshifting ribosomiale ed il trattamento proteolitico per produrre le proteine multiple dalle stesse sequenze del gene.

Gli esempi di alcuni virus della classe IV sono Coronaviridae, Flaviviridae, Astroviridae e Picornaviridae.

Classe V: Scelga i virus incagliati del RNA (ssRNA)

Classe che virus di V ha un genoma del RNA di negativo-senso, significante essi deve essere trascritto da una polimerasi virale per produrre un filo leggibile del mRNA. I genoma dei virus della classe V possono essere segmentati o non segmentati.

Alcuni virus nella classe V sono Orthomyxoviridae, Paramyxoviridae e Rhabodviridae.

Classe VI: virus di transcriptase di inverso dello ssRNA di Positivo-senso

I virus del gruppo VI hanno un senso positivo, genoma unico incagliato del RNA, ma replica attraverso un composto intermedio del DNA. Il RNA è convertito in DNA dal transcriptase inverso e poi il DNA è impiombato nel genoma ospite per trascrizione successiva e nella traduzione facendo uso del integrase degli enzimi.

Il gruppo VI include i retroviruses quale il HIV come pure Metaviridae e Pseudoviridae.

Classe VII: Virus di transcriptase di inverso di DNA a doppia elica (dsDNA)

I virus della classe VII hanno un genoma di DNA a doppia elica, ma a differenza dei virus della classe I, ripiegano via un composto intermedio dello ssRNA. Il genoma del dsDNA è aperto e successivamente è riempito per formare un servizio del circolo chiuso come modello per produzione del mRNA virale. Per riprodurre il genoma, il RNA è l'inverso trascritto di nuovo a DNA. Il virus dell'epatite B è virus della classe A VII.

Sorgenti:

[Ulteriore lettura: virologia, vettore del virus, le

Last Updated: Feb 26, 2019

Dr. Catherine Shaffer

Written by

Dr. Catherine Shaffer

Catherine Shaffer is a freelance science and health writer from Michigan. She has written for a wide variety of trade and consumer publications on life sciences topics, particularly in the area of drug discovery and development. She holds a Ph.D. in Biological Chemistry and began her career as a laboratory researcher before transitioning to science writing. She also writes and publishes fiction, and in her free time enjoys yoga, biking, and taking care of her pets.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Shaffer, Catherine. (2019, February 26). Il sistema di classificazione di Baltimora. News-Medical. Retrieved on January 22, 2021 from https://www.news-medical.net/life-sciences/The-Baltimore-Classification-System.aspx.

  • MLA

    Shaffer, Catherine. "Il sistema di classificazione di Baltimora". News-Medical. 22 January 2021. <https://www.news-medical.net/life-sciences/The-Baltimore-Classification-System.aspx>.

  • Chicago

    Shaffer, Catherine. "Il sistema di classificazione di Baltimora". News-Medical. https://www.news-medical.net/life-sciences/The-Baltimore-Classification-System.aspx. (accessed January 22, 2021).

  • Harvard

    Shaffer, Catherine. 2019. Il sistema di classificazione di Baltimora. News-Medical, viewed 22 January 2021, https://www.news-medical.net/life-sciences/The-Baltimore-Classification-System.aspx.

Comments

The opinions expressed here are the views of the writer and do not necessarily reflect the views and opinions of News Medical.