Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La superficie Proteome della cellula tumorale come obiettivo terapeutico

Lo studio del proteomics della superficie delle cellule piombo ad una crescita nella conoscenza di come questa famiglia delle proteine funziona, cui la loro struttura è come, che modifiche che subiscono prima e dopo la traduzione e più. Questi informazioni sono critiche alla formazione di malattia, quale cancro.

interferoneCrediti di immagine: petarg/Shutterstock.com

Gli studi recenti hanno cominciato ad indicare che il proteome della superficie della cellula tumorale può essere usato come indicatore della malattia e guida per stabilire le nuove, terapie mirate a con il potenziale di diminuzione degli effetti secondari e dell'essere più efficaci.

L'identificazione degli obiettivi terapeutici novelli nel cancro

Gli studi sul proteomics della cella-superficie stanno avendo un grande impatto su ricerca sul cancro. Corrente, mentre gli avanzamenti sono stati fatti nel trattamento del cancro durante le decadi, rimane l'emissione che le terapie standard non sono mirate a abbastanza.

La chemioterapia moderna è tossica a tutte le celle di divisione, non solo a quelle cancerogene. I tessuti sani dell'organismo che sono tipicamente coltivanti e dividenti, quale i capelli, il midollo osseo, l'interfaccia e l'apparato digerente, sono influenzati dalla chemioterapia, causante gli effetti secondari nocivi.

La ricerca ha indicato che mirate a, le terapie meno tossiche hanno assistito nei tassi di sopravvivenza d'amplificazione in vari cancri. Per questo motivo, c'è stato un fuoco sullo sviluppare le nuove terapie con le capacità di essere più accurato a consegnare gli effetti nocivi del trattamento soltanto alle celle cancerogene, diminuendo gli effetti secondari indesiderati, migliorando qualità di vita di q dei pazienti' mentre subisce il trattamento e migliorando le tariffe della remissione.

Un tale metodo che sta mettendo a punto sta usando le proteine di superficie delle cellule come obiettivo per la terapia. Queste proteine forniscono un obiettivo conveniente per i trattamenti perché il loro impegno nelle vie essenziali di segnalazione è spesso anormali nel cancro, che contribuisce ad individuare le celle che la terapia cerca di distruggere e sono egualmente in una posizione facile-accessibile (la superficie esterna della cella), che aiuta l'efficacia del trattamento.

Fino ad oggi, studi che hanno esplorato l'uso delle proteine della cella-superficie poichè un obiettivo terapeutico per cancro è stato limitato dovuto il fatto che la loro solubilità difficile e relativamente bassi livelli di espressione hanno fatto sfidare di indagini. Poichè studiare le proteine intracellulari non porta questi stessi svantaggi, la ricerca del proteome ha messo a fuoco su queste proteine piuttosto che sulle proteine della superficie delle cellule.

Tuttavia, i nuovi studi stanno delucidando appena quanto utile il proteome della superficie delle cellule può essere nell'instaurazione degli obiettivi terapeutici nuovi. Sotto, la ricerca che ha rivelato il potenziale terapeutico delle proteine di superficie delle cellule di ottimizzazione è discussa relativamente a due generi di cancro, di glioblastoma e di leucemia.

Indicatori del glioblastoma

Nel 2017, un gruppo dei ricercatori negli Stati Uniti ha scoperto l'impronta molecolare per il glioblastoma (GBM) integrando il proteomics e il transcriptomics della cella-superficie dai tumori dei pazienti. Facendo uso di questo metodo, potevano identificare le 33 proteine di superficie del transmembrane delle cellule che compongono l'impronta per GBM.

Nell'identificazione delle proteine della superficie delle cellule in questione in GBM, potevano capire più circa la natura della malattia. Hanno trovato che 17 delle 33 proteine nell'impronta sono stati collegati con le fattore-beta vie di trasformazione di segnalazione della crescita.

Inoltre, il gruppo poteva selezionare un sottoinsieme di quattro proteine, CD44, VCAM1, HMOX1 e BIGH3, che hanno trovato per essere overexpressed significativamente nei pazienti di GBM rispetto ai comandi sani. Questa prova suggerisce il potenziale di queste quattro proteine come biomarcatori clinici di GBM, in grado di avere applicazioni come obiettivi terapeutici.

Obiettivi terapeutici potenziali della leucemia linfocitaria cronica

Un gruppo di ricerca nel Regno Unito ha riconosciuto che mentre la leucemia linfocitaria cronica (CLL) è il modulo più comune sia in America settentrionale che Europa, una maturazione per la malattia è rimanere evasivo, con il venire a mancare moderno della chemioterapia fornire un antidoto.

A tal fine, il gruppo britannico ha guardato alle proteine della superficie delle cellule per fornire un obiettivo potenziale per la terapia più efficace. Hanno esaminato le proteine che sono espresse alle membrane della superficie delle cellule in pazienti che soffrono da CLL. Facendo uso ad un'di un'analisi proteomic basata a plasma potevano determinare che due proteine novelle di BCNP1 e di MIG2B potrebbero fornire il tasto che stavano cercando.

Da quando questi studi sono stati intrapresi molti sono seguito in suo percorso per riuscire nell'identificazione degli obiettivi terapeutici potenziali per non solo CLL ma per altri generi di cancro, quali carcinoma della prostata e cancri ovarici.

Potenziale terapeutico futuro

I ricercatori continuano i loro sforzi per avanzare le opzioni del trattamento per cancro studiando il proteome della superficie delle cellule nel cancro per identificare le proteine che potrebbero fungere da obiettivi terapeutici. La prova sta suggerendo che il risultato della ricerca sia probabile migliorare la sensibilità, il risparmio di temi e l'efficacia dei trattamenti del cancro e può potenzialmente fornire un metodo di cancri di attacco che mostrano la resistenza alla chemioterapia.

Corrente, il lavoro sta contribuendo a facilitare la selezione degli obiettivi pertinenti per lo sviluppo delle terapie future. Potrebbe essere anni prima che queste terapie diventassero disponibili, dovuto il periodo di test clinico lungo ed accurato richiesto per assicurare la sicurezza di nuovi metodi.

Sorgenti:

  • Boyd, R., Adam, P., Patel, S., addetto al caricamento, J., bacca, J., Redpath, N., Poyser, H., Fletcher, G., Burgess, N., bolli, A., Hudson, L., Smith, P., Griffiths, M., Willis, T., Karran, E., Oscier, D., Catovsky, D., Terrett, J. e tintoriale, M. (2003). Analisi di Proteomic della membrana della cella-superficie nella leucemia linfocitaria cronica: un'identificazione di due proteine novelle, BCNP1 e MIG2B. Leucemia, 17(8), pp.1605-1612. https://www.nature.com/articles/2402993.pdf?origin=ppub
  • Ghosh, D., musica funky, C., caballero, J., scià, N., Rouleau, K., conti, J., Soroceanu, L., Foltz, G., Cobbs, C., prezzo, N. e cappa, L. (2017). Un'impronta della proteina della membrana della Cella-Superficie per Glioblastoma. Sistemi delle cellule, 4(5), pp.516-529.e7. https://www.cell.com/cell-systems/pdf/S2405-4712(17)30089-3.pdf
  • Kuhlmann, L., Cummins, E., Samudio, I. e Kislinger, T. (2018). proteomics della Cella-superficie per l'identificazione degli obiettivi terapeutici novelli nel cancro. Rassegna esperta di Proteomics, 15(3), pp.259-275. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/29343144

Further Reading

Last Updated: Mar 9, 2020

Sarah Moore

Written by

Sarah Moore

After studying Psychology and then Neuroscience, Sarah quickly found her enjoyment for researching and writing research papers; turning to a passion to connect ideas with people through writing.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Moore, Sarah. (2020, March 09). La superficie Proteome della cellula tumorale come obiettivo terapeutico. News-Medical. Retrieved on June 12, 2021 from https://www.news-medical.net/life-sciences/The-Cancer-Cell-Surface-Proteome-as-a-Therapeutic-Target.aspx.

  • MLA

    Moore, Sarah. "La superficie Proteome della cellula tumorale come obiettivo terapeutico". News-Medical. 12 June 2021. <https://www.news-medical.net/life-sciences/The-Cancer-Cell-Surface-Proteome-as-a-Therapeutic-Target.aspx>.

  • Chicago

    Moore, Sarah. "La superficie Proteome della cellula tumorale come obiettivo terapeutico". News-Medical. https://www.news-medical.net/life-sciences/The-Cancer-Cell-Surface-Proteome-as-a-Therapeutic-Target.aspx. (accessed June 12, 2021).

  • Harvard

    Moore, Sarah. 2020. La superficie Proteome della cellula tumorale come obiettivo terapeutico. News-Medical, viewed 12 June 2021, https://www.news-medical.net/life-sciences/The-Cancer-Cell-Surface-Proteome-as-a-Therapeutic-Target.aspx.

Comments

The opinions expressed here are the views of the writer and do not necessarily reflect the views and opinions of News Medical.