Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Le caratteristiche degli antigeni

Gli antigeni esistono nei numerosi moduli, ma in loro tutto il lavoro all'interno dell'organismo allo stesso modo. In questo articolo, discuteremo che cosa un antigene è e quanto il più bene scegliere l'antigene giusto per il sollevamento dell'anticorpo specifico.

Cella ed antigene dentritici

Credito di immagine: Juan Gaertner/Shutterstock.com

Che cosa è un antigene?

Come descrizione di base, un anticorpo può essere descritto come tutta la molecola che ha epitopi (siti antigenici) quella misura con gli anticorpi corrispondenti, iniziante una risposta immunitaria.

Gli antigeni vengono in molti moduli, essi possono essere molecole semplici, tossine, prodotti chimici, virus, batteri, antigeni sintetici, o altre sostanze non Xeros che entrano nell'organismo. Inoltre, il tessuto e le celle dell'organismo come pure le cellule tumorali, possono anche avere antigeni loro che possono essere utilizzati come indicatori biologici nelle prove di laboratorio per identificare quei tessuti o celle specifici.

Mentre gli antigeni si riferiscono ad un'intera famiglia delle sostanze, tutti dividono un meccanismo comune di inizio della produzione di un anticorpo specifico o di una cella immune o altrimenti comunicano direttamente con queste sostanze di risposta immunitaria.

Tutti gli antigeni sono molecole che forniscono l'organismo di un vertebrato e provocano una risposta immunitaria. Ciò si riferisce a come immunizzazione. Inoltre, tutti gli antigeni interagiscono con una molecola, un anticorpo, chimicamente o evocare fisicamente determinati cambiamenti che specificamente piombo ad attivare una risposta immunitaria.

Gli antigeni hanno epitopi che determinano quale anticorpo l'antigene interagisce con. Gli epitopi sono le parti dell'antigene che il sistema immunitario riconosce, anticorpi, linfociti B e le celle di T tutte registrano l'epitopo dell'antigene. Solitamente, un - sei monosaccaridi o cinque - otto residui dell'amminoacido compone l'epitopo quel moduli della superficie dell'antigene.

Gli antigeni svolgono un ruolo vitale nella gestione del sistema immunitario adattabile. Il corpo umano ha due generi del sistema immunitario, del sistema immunitario innato e del sistema immunitario adattabile. Il primo può identificare i microbi d'invasione dovuto le funzionalità predeterminate e ereditate.

Le celle dentritiche, i macrofagi, i neutrofili ed altri generi di celle sono tutti i tipi di celle immuni innate. Il sistema immunitario adattabile, d'altra parte, comprende i linfociti di B e di T che hanno ricevitori dell'antigene capaci di riconoscimento delle minacce nuove sotto forma di sostanze d'invasione che l'organismo non ha risposta preprogrammata per.

A causa di questo, la risposta immunitaria che risponde a questi antigeni è altamente specifica alla molecola d'invasione.

Fattori che pregiudicano l'interazione dell'antigene-anticorpo

L'impatto dell'antigene sull'organismo ospite dipende dall'interazione fra la chimica dell'antigene e lo stato fisiologico di ospite. C'è un ampio numero dei fattori che possono urtare la natura dell'interazione dell'antigene-anticorpo e questi fattori possono essere classificati come agendo sulla costante di equilibrio oppure no. Sotto discutiamo tutti i fattori conosciuti per influenzare l'interazione.

In primo luogo, discutiamo i fattori che agiamo sulla costante di equilibrio. La temperatura è un fattore principale che può influenzare l'interazione dell'antigene-anticorpo. Gli antigeni hanno temperature ottimali a cui funzionano il più bene e per esempio, gli anticorpi del globulo rosso sono classificati generalmente come caldi o freddi. Di conseguenza, la temperatura può urtare i tipi di obbligazioni formate.

Il pH può anche agire sulla costante di equilibrio, con la reazione antigene-anticorpo che è inibita forte su entrambi i lati del massimo pH (6,5 e 8,4). Inoltre, la forza ionica, le reazioni erroneamente positive a forza ionica bassa, i polimeri ed altri potenziatori ed il trattamento enzimatico possono tutto l'impatto l'interazione dell'antigene-anticorpo con il loro effetto sulla costante di equilibrio.

I fattori che possono anche influenzare l'interazione ma non alterano la costante di equilibrio includono l'omozigosi dell'antigene, la durata di incubazione come pure la concentrazione di antigene ed anticorpo e rapporto del siero/cella. Le diluizioni delle concentrazioni, per esempio, possono pregiudicare il numero di IgG per cella. Interessante, questo effetto è veduto per essere aumentato per gli anticorpi di basso affinità. Similmente, quando i rapporti sono alterati, l'efficacia della reazione può essere emendato dovuto i meno o i maggiori antigeni disponibili effettuare le reazioni.

Come scegliere un antigene

Nel scegliere un antigene per utilizzare negli studi clinici, è importante notare che non tutti gli antigeni funzionano allo stesso livello di efficacia o è anche adatto ad ogni genere di prova. Ci sono parecchi punti da considerare quando seleziona un antigene.

In primo luogo, l'antigene deve lavorare per l'applicazione che sarà usata, quali la macchia occidentale, o il immunohistochemistry. L'antigene anche dovrebbe essere appropriato per le specie e il clonality ospite.

In generale, nella scelta dell'antigene buon, le seguenti funzionalità dovrebbero essere cercate: aree intramolecolari della struttura stabile e del legame chimico complesso; un peso molecolare che si siede fra 8.000 e 10.000 Da; capacità di essere elaborato dal sistema immunitario; strutturalmente dissimile al host; grandi allungamenti che non sono costruiti dalle unità di ripetizione.

Nel caso del usando gli antigeni del peptide, quelli con le regioni immunogene che contengono un minimo degli amminoacidi di 30% sono preferiti ed essi dovrebbero anche avere un numero sufficiente dei gruppi funzionali idrofili o fatti pagare.

Sorgenti:

Further Reading

Last Updated: Mar 25, 2020

Comments

The opinions expressed here are the views of the writer and do not necessarily reflect the views and opinions of News Medical.