Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Facendo uso della spettroscopia di fluorescenza per valutare qualità dei prodotti alimentari

Con i miglioramenti crescenti nelle norme alimentari, gli strumenti analitici sono richiesti per permettere al video degli alimenti di assicurare che questi alti livelli siano rispettati. La spettroscopia della fluorescenza è una tecnica analitica affermata che sempre più è utilizzata per riflettere le norme alimentari.

Controllo di qualità dell

Credito di immagine: Alexander Raths/Shutterstock.com

Ciò comprende le qualità differenti studianti di alimento quali la tenerezza delle carni e l'autenticità del prodotto alimentare come pure cerca la contaminazione microbica dell'alimento.

Perché usi la spettroscopia della fluorescenza per analizzare la qualità dei prodotti alimentari?

La spettroscopia della fluorescenza è un'opzione attraente per uso nell'analisi di qualità dei prodotti alimentari, poichè può essere eseguita rapidamente, richiesto poco preparato del campione come pure essendo non distruttiva al campione. Inoltre, è possibile stabilire una correlazione fra gli spettri specifici della fluorescenza ed i valori microbici, in modo da significa che la spettroscopia della fluorescenza può essere usata per riflettere i campioni alimentari per contaminazione microbica.

Come può la spettroscopia della fluorescenza essere usata per analizzare la qualità dei prodotti alimentari?

Prodotti lattier-caseario

La spettroscopia della fluorescenza può applicarsi facilmente all'analisi dei prodotti lattier-caseario, poichè contengono i fluorophores o le molecole naturali che causano la fluorescenza. Per esempio, gli amminoacidi triptofano, tirosina e fenilalanina che accade in proteine del latte e vitamine A e B.2

Uno studio nel 1997 da Dufor e da Riaublanc ha confrontato gli spettri della fluorescenza facendo uso di triptofano e di vitamina A come i fluorophores ottenuti da latte crudo, dal latte omogeneizzata ed omogeneizzata e heated heated del latte, usando un'analisi delle componenti principali. Ciò ha indicato che i trattamenti differenti applicati a latte hanno reso gli spettri differenti della fluorescenza e questo più ulteriormente è stato confermato dagli studi più recenti. Di conseguenza, la spettroscopia della fluorescenza ha potuto potenzialmente essere usata per valutare il successo di vari trattamenti applicati a latte.

Un altro studio ha utilizzato la spettroscopia della fluorescenza per differenziarsi fra vari formaggi; qui, è stato trovato che gli spettri della fluorescenza generati usando la vitamina A come il fluorophore erano il più efficace alla differenziazione fra 8 formaggi a pasta morbida. Di conseguenza, la spettroscopia della fluorescenza ha potuto potenzialmente essere usata per autenticare i formaggi differenti.

Prodotti dei frutti di mare e della carne

I prodotti dei frutti di mare e della carne sono altamente deteriorabili, dovuto l'ossidazione, l'autolisi enzimatica e la crescita microbica. Di conseguenza, la carne ed i prodotti a base di pesce devono essere ben conservato assicurare che siano sicure da consumare.

La carne contiene alcuni fluorophores naturali, per esempio, il triptofano dell'amminoacido, di nicotinamide adenindinucleotide (NADH), la porfirina, la vitamina A e la riboflavina. Un parametro di carne che può essere studiato dalla spettroscopia della fluorescenza è la presenza di collageno in tessuto adiposo o in tessuto connettivo all'interno della carne. Ciò è più per gli scopi di qualità, poichè il collageno è collegato alla tenerezza e ad altri aspetti strutturali di carne.

Uno studio ha trovato che era possibile usare la spettroscopia della fluorescenza per studiare la tenerezza del manzo. In un altro studio, era possibile riflettere la tessitura delle salsicce di Francoforte prodotte usando i rapporti varianti carni grasse/magre utilizzando il triptofano come il fluorophore.

Un modo in cui la carne ed i prodotti a base di carne possono essere guastati è l'ossidazione di lipidi e di proteine all'interno della carne. Qui, le sostanze reattive dell'acido tiobarbiturico, un riferimento per l'indice analitico dell'ossidazione del lipido e le gamme della fluorescenza di prodotti a base di carne sono stati indicati per essere una buona misura per l'ossidazione di carne e questo metodo potrebbe essere usato per vedere come il trattamento e lo stoccaggio differenti hanno pregiudicato la tariffa dell'ossidazione dei prodotti a base di carne.

Per esempio, uno studio ha indicato che una volta imballati in un alto ambiente dell'ossigeno, i campioni del tacchino hanno mostrato il danno ossidativo dopo i 7 giorni nello stoccaggio.

I frutti di mare compreso il pesce egualmente hanno fluorophores naturali, compreso gli amminoacidi, NADH, vitamina A e riboflavina come pure prodotti dell'ossidazione. Come con i prodotti a base di carne, l'ossidazione è una causa affinchè i prodotti dei frutti di mare sia guastati e questa può anche essere analizzata dalla spettroscopia della fluorescenza.

Dufor e co. esaminatore se la spettroscopia della fluorescenza potrebbe essere usata per riflettere la freschezza dello sgombro, del salmone, del merluzzo e del merlano usando gli amminoacidi compreso triptofano ed il NADH come i fluorophores. Il pesce è stato memorizzato per 1, 5, i 8 e 13 giorni su ghiaccio e gli autori hanno trovato che c'era una differenza negli spettri della fluorescenza dai vari campioni. Ciò significa che c'è potenziale usare la spettroscopia della fluorescenza per riflettere la freschezza del pesce.

Carne e pesce

Credito di immagine: Nitr/Shutterstock.com

Come può la contaminazione microbica di alimento essere individuata dalla spettroscopia della fluorescenza?

Un fattore principale che piombo al deterioramento di alimento è contaminazione microbica. Ciò non solo pregiudica la qualità dei prodotti alimentari ma può anche essere nociva agli esseri umani che consumano l'alimento. Di conseguenza, assicurarsi che la contaminazione microbica di alimento si attenga ad un minimo è vitale.

La spettroscopia della fluorescenza ha il potenziale di essere usato come tecnica per analizzare la contaminazione microbica su alimento. Per esempio, gli studi facendo uso della spettroscopia della fluorescenza potevano predire il numero dei microrganismi possibili trovati su maiale e su pollame. È stato suggerito che la spettroscopia della fluorescenza potesse anche potere distinguere fra i microrganismi differenti trovati su pollame.

Uno studio differente ha indicato che i vari batteri lattici trovati sulle salsiccie potrebbero essere identificati facendo uso della spettroscopia della fluorescenza. Questi studi mostrano il potenziale della spettroscopia della fluorescenza ai microrganismi del video trovati su alimento, per assicurarsi che l'alimento sia sicuro da consumare.

Sorgenti

  • Karoui, R. e Blecker, 2010) misure di spettroscopia di fluorescenza del C. (per la valutazione della qualità della rassegna dei Sistemi-un dell'alimento. Bioprocesso Technol DOI 10.1007/s11947-010-0370-0 dell'alimento
  • Hassoun, 2019) spettroscopie di fluorescenza del A. et al. (come metodo rapido e non distruttivo per il video qualità e dell'autenticità dei prodotti a base di carne e del pesce: Impatto degli stati differenti di conservazione. LWT https://doi.org/10.1016/j.lwt.2019.01.021
  • 2015) valutazioni microbiche di H, lui. - J. e Sun, D. - W. (dei prodotti alimentari crudi ed elaborati dalla spettroscopia visibile/infrarosso, di Raman e di fluorescenza. Tendenze relative alla scienza e tecnologia https://doi.org/10.1016/j.tifs.2015.10.004 dell'alimento

Further Reading

Last Updated: Sep 30, 2020

Dr. Maho Yokoyama

Written by

Dr. Maho Yokoyama

Dr. Maho Yokoyama is a researcher and science writer. She was awarded her Ph.D. from the University of Bath, UK, following a thesis in the field of Microbiology, where she applied functional genomics to Staphylococcus aureus . During her doctoral studies, Maho collaborated with other academics on several papers and even published some of her own work in peer-reviewed scientific journals. She also presented her work at academic conferences around the world.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Yokoyama, Maho. (2020, September 30). Facendo uso della spettroscopia di fluorescenza per valutare qualità dei prodotti alimentari. News-Medical. Retrieved on September 21, 2021 from https://www.news-medical.net/life-sciences/Using-Fluorescence-Spectroscopy-to-Assess-Food-Quality.aspx.

  • MLA

    Yokoyama, Maho. "Facendo uso della spettroscopia di fluorescenza per valutare qualità dei prodotti alimentari". News-Medical. 21 September 2021. <https://www.news-medical.net/life-sciences/Using-Fluorescence-Spectroscopy-to-Assess-Food-Quality.aspx>.

  • Chicago

    Yokoyama, Maho. "Facendo uso della spettroscopia di fluorescenza per valutare qualità dei prodotti alimentari". News-Medical. https://www.news-medical.net/life-sciences/Using-Fluorescence-Spectroscopy-to-Assess-Food-Quality.aspx. (accessed September 21, 2021).

  • Harvard

    Yokoyama, Maho. 2020. Facendo uso della spettroscopia di fluorescenza per valutare qualità dei prodotti alimentari. News-Medical, viewed 21 September 2021, https://www.news-medical.net/life-sciences/Using-Fluorescence-Spectroscopy-to-Assess-Food-Quality.aspx.

Comments

The opinions expressed here are the views of the writer and do not necessarily reflect the views and opinions of News Medical.