Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Facendo uso dei microrganismi per curare Cancro

Gli approcci a trattare il cancro sono vari e numerosi quanto i cancri stessi, variando dalle strategie chirurgiche, chemioterapeutiche e radiotherapeutic più comuni agli approcci immunotherapeutic e gene-modificare più sviluppati di recente. Grazie agli avanzamenti recenti nella nostra capacità di modificare il genoma, alcuni gruppi di ricerca stanno funzionando verso la creazione dei batteri terapeutici con le applicazioni in una vasta gamma di malattie.

Credito di immagine: nobeastsofierce/Shuttershock.com

Questi microrganismi possono penetrare profondamente nel parenchima disordinato dei tumori meglio di molte altre droghe chemioterapeutiche della piccolo-molecola. Una volta nella posizione, possono essere costruiti per produrre congenitalmente i composti di interesse, quali una o più droghe anticancro con gli effetti potenzialmente sinergici. Molti batteri anaerobici sono congenitalmente tumore-miranti e distruggere e che possono essere modificati per assicurarsi che siano non patogeni verso gli esseri umani mentre mantengano questi beni.

Cronologia di bacteriotherapy

Utilizzando i batteri per il trattamento del cancro è stato studiato a partire fin dal diciannovesimo secolo, con William B. Coley che inietta gli organismi streptococcici nei pazienti con cancro inoperante nel 1891. Le variazioni di questo trattamento sono state similmente efficace provato contro i carcinoma del tessuto molle e dell'osso in particolare.

Nel corso dei parecchi anni successivi, migliaia di pazienti hanno ricevuto questo trattamento al suo ospedale in New York. Mentre la radio e la chemioterapia si sono trasformate in in opzioni più disponibili facilmente del trattamento, questa strategia del trattamento è caduto in disuso; molti altri ricercatori medici allora non hanno ritenuto che la terapia potrebbe essere efficace.

Possiamo ora apprezzare che questo potrebbe essere considerato un modulo in anticipo di immunoterapia, inducente il sistema immunitario innato per attaccare il tessuto o le celle cancerogeno tramite l'esposizione agli agenti patogeni delicati.

Ottimizzazione dei tumori con i batteri

Molti gruppi di ricerca che mirano a produrre alle le terapie basate a batteri del cancro hanno dimostrato la capacità di generare gli sforzi d'ottimizzazione altamente specifici che si accumulano esclusivamente nella posizione desiderata che segue l'amministrazione endovenosa. Sia l'attivo che il passivo che mira ai meccanismi hanno raggiunto questo. I meccanismi passivi si riferiscono all'intrappolamento all'interno del tumore sistema vascolare altamente fenestrated e disordinato durante la circolazione regolare, mentre l'attivo è quelli guidati dalle interazioni fra i batteri ed il tumore.

I batteri possono essere assistiti nella capitalizzazione passiva all'interno dei tumori rilasciando degli agenti infiammatori quale il fattore-α di necrosi del tumore, che poi serviscono “a sigillare„ i batteri dentro.

L'attivo che mira si riferisce solitamente all'aggiunta dei leganti che facilitano un'interazione lusinghiera con i ricevitori della superficie delle cellule, permettendo l'entrata. Altre interazioni fisico-chimiche congenitalmente attuali possono indurre la capitalizzazione dei batteri all'interno dei tumori, quali gli anaerobi che sono assorbiti dall'ambiente basso dell'ossigeno del tessuto del tumore.

Le interazioni con un'più alta specificità possono anche essere utilizzate per la localizzazione. Per esempio, il batterio di listeria può infettare le celle dentritiche, i macrofagi e le celle mieloide-derivate del soppressore, che poi direttamente sono consegnate al tumore. Qui, i batteri sono protetti dalle celle immuni mentre in transito al sito del tumore, mentre c'è ne che rimangano in tessuto sano si eliminano rapidamente.

Finchè l'energia può essere ricavata dall'ambiente via i trattamenti metabolici, questi microrganismi a propulsione autonoma possono disperdere profondamente ed ampiamente in tutto il tessuto del tumore.

Effettivamente, molti studi hanno dimostrato che tre tipi distinti di colonie compaiono frequentemente in tutto i batteri del tumore una volta sono applicati: le grandi colonie di proliferazione si avvicinano ai vasi sanguigni ed alle più piccole colonie vicino o in profondità nel tessuto.

Alcuni batteri sono più efficienti al tessuto selettivamente d'ottimizzazione e penetrante del tumore che altri, con i moduli modificati del ceppo batterico S. Typhimurium che dimostra il tumore: rapporti di preferenza sani di assorbimento del tessuto alti quanto 10.000: 1.

Introdurre le mutazioni sostanza-dipendenti specifiche ai batteri egualmente è stato tentato con successo, eliminante la capacità di metabolizzare le molecole trovate in tutto l'organismo, quale arginina, mentre promuove il metabolismo delle purine, che sono più comuni all'interno dei tumori. La crescita della colonia quindi è incoraggiata all'interno dei tumori piuttosto che altrove nell'organismo.

Terapia del tumore con i batteri

Una volta all'interno di un tumore, i batteri possono indurre congenitalmente la regressione del tumore dai vari meccanismi: inducendo apoptosis o autophagy, producendo le tossine, le sostanze nutrienti di consumo non Xerox, upregulation degli antigeni che informano le celle dentritiche e downregulation degli enzimi immunosopressivi. Molte celle immuni migrano al sito dell'infezione e successivamente producono le citochine e i chemokines quali l'interleuchina ed il fattore di necrosi tumorale, che poi attivano le celle di T e le celle di uccisore naturali.

Come tecnologia gene-modificante discussa e moderna permette che i microrganismi stato repurposed come agente anticancro, con una delle alterazioni più vitali che sono attenuazione di virulenza. Questo trattamento permette agli sforzi tossici di essere utilizzato meglio ed assicura che il sistema immunitario non attacchi prematuramente i batteri.

Si noti che molti degli atti antitumorali dei batteri sono il risultato della loro virulenza. L'assicurazione che tali sforzi sono non patogeni agli esseri umani mentre mantengono della loro potenza verso i tumori è cruciale. Per esempio, gli sforzi della salmonella sono stati costruiti per eliminare i geni responsabili di virulenza e la capacità produrre i inflammasomes e le citochine proinflammatory conservati.

Il metabolismo di un batterio può essere costruito per produrre una molecola particolare di interesse, spesso una droga citotossica utilizzata nella terapia del cancro. Queste droghe sono tossiche a tutte le celle, in modo da impregnare i batteri con un segnale avviato della versione o di produzione all'interno del tumore sarebbe una volta vantaggioso sopra la chemioterapia regolare negli effetti diminuenti dell'fuori obiettivo.

Molti tumori esibiscono l'ossigeno basso ed i livelli di pH, che i batteri hanno sfruttato negli scenari della consegna della droga. Per esempio, un batterio può essere fatto per esprimere la molecola soltanto quando nelle circostanze anaerobiche. Mentre i batteri si riuniscono in grandi numeri all'interno del tumore, la percezione di quorum può avviare la produzione della droga. Introdurre altri grilletti di esterno, quali i prodotti chimici o l'indicatore luminoso, può anche applicarsi per raggiungere lo stesso risultato.

Sorgente

Further Reading

Last Updated: Aug 5, 2021

Michael Greenwood

Written by

Michael Greenwood

Michael graduated from Manchester Metropolitan University with a B.Sc. in Chemistry in 2014, where he majored in organic, inorganic, physical and analytical chemistry. He is currently completing a Ph.D. on the design and production of gold nanoparticles able to act as multimodal anticancer agents, being both drug delivery platforms and radiation dose enhancers.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Greenwood, Michael. (2021, August 05). Facendo uso dei microrganismi per curare Cancro. News-Medical. Retrieved on October 27, 2021 from https://www.news-medical.net/life-sciences/Using-microorganisms-to-treat-cancer.aspx.

  • MLA

    Greenwood, Michael. "Facendo uso dei microrganismi per curare Cancro". News-Medical. 27 October 2021. <https://www.news-medical.net/life-sciences/Using-microorganisms-to-treat-cancer.aspx>.

  • Chicago

    Greenwood, Michael. "Facendo uso dei microrganismi per curare Cancro". News-Medical. https://www.news-medical.net/life-sciences/Using-microorganisms-to-treat-cancer.aspx. (accessed October 27, 2021).

  • Harvard

    Greenwood, Michael. 2021. Facendo uso dei microrganismi per curare Cancro. News-Medical, viewed 27 October 2021, https://www.news-medical.net/life-sciences/Using-microorganisms-to-treat-cancer.aspx.

Comments

The opinions expressed here are the views of the writer and do not necessarily reflect the views and opinions of News Medical.