Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Che cosa sono biomarcatori del rene?

La ferita acuta del rene (AKI) e la malattia renale cronica (CKD) sono circostanze serie che urtano ogni anno un numero significativo degli Americani e possono essere interne.

Rene

Credito di immagine: Miniera magica/Shutterstock.com

AKI accade quando i reni non riescono improvvisamente a funzionare correttamente, solitamente come conseguenza delle complicazioni da una malattia seria attuale, piuttosto che dovuto impatto fisico sui reni. Il CKD è quando i reni sono nocivi col passare del tempo e venire a mancare per fare la loro funzione di pulizia del sangue.

Negli Stati Uniti, intorno 1% dei pazienti ammessi nell'ospedale hanno AKI sopra l'arrivo e questo aumenta ad intorno 2-5% dei pazienti durante la degenza in ospedale. Uno studio nazionale stima che quello intorno 0,6% della popolazione soffra da AKI.

Il CKD, d'altra parte, urta una più grande parte della popolazione, intorno 15% degli adulti degli Stati Uniti, che è intorno 37 milione di persone. Scioccante, 9 su 10 adulti che hanno la malattia sono ignari che la hanno, che è una preoccupazione importante poichè non solo aumenta le probabilità di avere la malattia di cuore e colpo, ma egualmente aumentano la probabilità di morte prematura.

Diagnosi e video dei disordini del rene

La diagnosi di AKI e del CKD conta sui biomarcatori che valutano la funzione del rene, questi biomarcatori è egualmente essenziale per la valutazione della malattia e del trattamento.

I biomarcatori sono sostanze che possono essere misurate ed analizzate obiettivamente per determinare se la funzione del rene di un paziente è sana o anormale, essi possono anche essere usate per valutare i trattamenti patogeni o le risposte farmacologiche agli interventi terapeutici. Per questo motivo, sono essenziali alla diagnosi ed alla prognosi di AKI e del CKD.

I biomarcatori possono essere proteine, lipidi, microRNAs, geni, metaboliti, reticoli proteomic, o celle presenti su un'analisi delle urine. Nel CKD specificamente, i biomarcatori sono solitamente quelli che possono essere usati per determinare il grado di filtrazione glomerulare (GFR) del rene, una caduta in cui rappresenta una diminuzione nella funzione del rene. La misura di GFR è necessaria per una diagnosi del CKD come pure per il video la malattia e del dosaggio calcolatore della droga.

Per determinare GFR, l'azoto dell'urea nel sangue (BUN), la creatinina del siero (SCr), l'albumina urinaria/proteina e l'escrezione del volume sono contati sopra come biomarcatori chiave.

Tuttavia, questi biomarcatori affermati presentano le loro limitazioni, per esempio, l'analisi dell'SCR o del PANINO non può discriminare fra i cambiamenti emodinamici nel rene che piombo per appropriarsi i cambiamenti nel grado e nelle tariffe (GFR) di filtrazione glomerulari che sono stati influenzati dalla lesione. Inoltre, l'SCR è ad errore incline in determinate situazioni, come quando i pazienti hanno la massa bassa del muscolo o hanno un sovraccarico fluido.

Più nuovi biomarcatori

Mentre i biomarcatori di GFR ancora sono usati per la diagnosi di AKI e del CKD, la ricerca ha scoperto i nuovi biomarcatori che possono identificare più presto AKI ed il CKD, aprenti la porta a migliorare i risultati del trattamento catturando queste malattie più vicino al periodo dell'inizio. Sotto discutiamo i biomarcatori più recentemente stabiliti di AKI e del CKD che sono stati sviluppati per sormontare le limitazioni dei biomarcatori precedenti e per indirizzare le situazioni specifiche che circondano la lesione e l'errore del rene.

α1-microglobulin (α1M)

La proteina α1M è prodotta nel fegato ed è filtrata dal glomerulo prima del riassorbimento dalle celle prossimali del tubulo. Gli studi hanno dimostrato che è un indicatore affidabile di disfunzione tubolare prossimale nella fase in anticipo di lesione del rene.

β2-microglobulin (β2M)

β2M è una proteina 11,8 di kDa che solitamente è riassorbita e catabolized dalle celle tubolari prossimali dopo la filtrazione dal glomerulo. Tuttavia, questo trattamento è ostacolato in AKI, rendentegli un potenziale indicatore in anticipo per AKI, sebbene non sia stato trovato utile nei livelli di predizione di lesione.

Cystatin-C (Cys-C)

La proteina Cys-C di kDa 13 è stata studiata intensivamente da qualche anno, piombo al siero Cys-C che è identificato come un biomarcatore altamente rispondente di GFR e preannunciatore credibile del rischio di morte e di eventi cardiovascolari in pazienti più anziani.

di proteina ricca di cisteina (Cyr61)

Ci sono studi appena alcuni preclinici e clinici che supportano la capacità diagnostica di Cyr61 dovuto le sue limitazioni poichè un biomarcatore in una regolazione clinica, tuttavia, studi della ricerca ha implicato la sua efficacia potenziale come indicatore della funzione del rene.

Proteine grasse dell'acido-associazione (FABPs)

Gli studi clinici supportano l'uso di determinato FABPS, quale L-FABP, come biomarcatore per il video della progressione della malattia renale cronica.

Lipocalin gelatinasi-associato del neutrofilo umano (NGAL)

NGAL è una proteina di kDa 25. Gli studi hanno indicato che è uno di sette geni che mostrano l'espressione aumentata, più dieci volte, seguente la lesione renale ischemica. Inoltre, i livelli normali di escrezione di NGAL all'ospedalizzazione iniziale è collegato in seguito con un'esigenza in diminuzione di dialisi. Tuttavia, i livelli aumentati non si sono rivelati direttamente indicare l'esigenza di dialisi e quindi non può predire questo risultato.

Interleukin-18 (IL-18)

Gli studi hanno dimostrato che il upregulation significativo di IL-18 renale mRNA segue una lesione di ischemia-reperfusion, rendentegli un biomarcatore affidabile di AKI.

Lesione molecule-1 (KIM-1) del rene

KIM-1 è un tipo glicoproteina della membrana cellulare di I. I sui livelli del mRNA elevano dopo la lesione del rene in maggior misura che qualunque altro gene conosciuto.

KIM-1 e NGAL

Sia KIM-1 che NGAL sono biomarcatori eccellenti in urina ed in plasma per l'identificazione di AKI nella fase iniziale. Tuttavia, gli studi hanno indicato che i migliori risultati premonitori sono ottenuti quando si combinano con altri biomarcatori.

Microalbumin

Microalbumin è stato usato con successo come biomarcatore della malattia renale, tuttavia, la secrezione migliorata egualmente è stata collegata all'esercizio vigoroso, all'infezione di apparato urinario, all'ematuria ed alla disidratazione.

N-acetile-β-glucosaminidase (BRONTOLI)

Questo enzima lysosomal del tubulo prossimale è un indicatore altamente sensibile e ed affidabile della lesione tubolare. Gli studi hanno suggerito che il livello di disfunzione del rene e rischio di aumento di morte mentre i livelli NAG aumentano.

Osteopontin (OPN, 44-kDa)

Parecchi studi hanno trovato OPN da upregulated significativamente nella malattia renale e nella ferita, suggerenti il suo uso potenziale come biomarcatore.

Proteina obbligatoria del retinolo (RBP)

RBP è una proteina di kDa 21 di cui il processo principale è il trasporto di vitamina A. In gente in buona salute, RBP è riassorbito e catabolized dal tubulo prossimale, ma questo sta ostacolando nella disfunzione del rene. Gli studi hanno indicato che RBP urinario è un biomarcatore robusto di disfunzione renale del tubulo.

Sorgenti

Further Reading

Last Updated: Feb 6, 2020

Sarah Moore

Written by

Sarah Moore

After studying Psychology and then Neuroscience, Sarah quickly found her enjoyment for researching and writing research papers; turning to a passion to connect ideas with people through writing.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Moore, Sarah. (2020, February 06). Che cosa sono biomarcatori del rene?. News-Medical. Retrieved on September 21, 2021 from https://www.news-medical.net/life-sciences/What-are-Kidney-Biomarkers.aspx.

  • MLA

    Moore, Sarah. "Che cosa sono biomarcatori del rene?". News-Medical. 21 September 2021. <https://www.news-medical.net/life-sciences/What-are-Kidney-Biomarkers.aspx>.

  • Chicago

    Moore, Sarah. "Che cosa sono biomarcatori del rene?". News-Medical. https://www.news-medical.net/life-sciences/What-are-Kidney-Biomarkers.aspx. (accessed September 21, 2021).

  • Harvard

    Moore, Sarah. 2020. Che cosa sono biomarcatori del rene?. News-Medical, viewed 21 September 2021, https://www.news-medical.net/life-sciences/What-are-Kidney-Biomarkers.aspx.

Comments

  1. luis fernandez luis fernandez Puerto Rico says:

    Muy interesante. Me gustaria conocer como la vasculitis afecta los riñones y posibles tratamientos

The opinions expressed here are the views of the writer and do not necessarily reflect the views and opinions of News Medical.