Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Che cosa è il liquido ad alto rendimento Cromatografia-Ultravioletto (HPLC-UV)?

La cromatografia liquida a alta pressione (HPLC) è una tecnica usata per separare le molecole basate sulla dimensione e sulla carica superficiale, tra altri beni.  

L'incorporazione della spettroscopia (UV) ultravioletta con HPLC permette che la concentrazione di molecole sia determinata dopo la separazione.

Dal mondo ConnectCredito di immagine: Connetta il mondo/Shutterstock

Cromatografia liquida a alta pressione (HPLC)

Il HPLC precedentemente è stato nominato cromatografia a fase mobile liquida ad alta pressione, distinta dai metodi a bassa pressione di cromatografia a fase mobile liquida, come questo metodo conta su gravità. Lle pressioni di 50 - la barra 350 è impiegata frequentemente per passare la fase mobile liquida attraverso una colonna che contiene la fase stazionaria solida.

Una colonna che contiene il materiale assorbente, silice o polimero in genere granulare, compone la fase stazionaria. La fase mobile consiste di una miscela solvente liquida pressurizzata, spesso l'acqua, acetonitrile e/o metanolo. La fase mobile è scelta secondo il campione di interesse e la composizione della fase stazionaria.

Le molecole all'interno del campione hanno gradi differenti di interazione con le fasi stazionarie mobili e, che determina il grado di separazione realizzabile fra loro.

cromatografia di Dimensione-esclusione

Le molecole all'interno di un campione possono essere separate dalla dimensione durante il HPLC. La fase stazionaria si compone delle perle porose della silice, in che le piccole molecole possono entrare, mentre le più grandi molecole devono girare intorno alle perle e passare attraverso gli spazi fra loro. Ciò permette che le più grandi molecole si eluiscano più rapidamente di quelle più piccole, poiché le più piccole molecole sono attaccate all'interno delle perle della silice per i periodi più lunghi.

Questo metodo è usato spesso nella determinazione del peso molecolare delle proteine, dei polisaccaridi, o dei polimeri e può essere usato per arguire la struttura terziaria e quaternaria delle proteine.

Cromatografia di scambio ionico

Le molecole all'interno di un campione possono anche essere separate hanno basato sulla loro attrazione alla fase stazionaria. Una fase stazionaria della silice, per esempio, ha esposto gli atomi di ossigeno sulla sua superficie che presentano una carica negativa.

Le molecole all'interno di un campione che sopportano una carica negativa sono impedite l'associazione con la fase stazionaria e così si eluiscono più rapidamente.

Le circostanze solventi possono essere cambiate una volta che le molecole dell'non associazione sono passato dalla colonna, staccante le molecole che sono stato rilegate alla fase stazionaria ed a permetterli di eluirsi.

Questa tecnica è comunemente usata in depurazione delle acque, cromatografia di legante-scambio e cromatografia di scambio ionico.

cromatografia di Normale-fase

I campioni che è prontamente solubile in solventi non polari e non acquosi quale cloroformio possono subire la cromatografia di normale-fase. Una fase stazionaria polare è usata oltre ai principi di dimensione-esclusione per permettere la separazione di molecole basate su questi beni.

I fattori sterici possono anche svolgere un ruolo nel periodo di conservazione di una molecola ed in modo da questo metodo è comunemente usato separare gli isomeri. Per esempio, le molecole con due gruppi funzionali polari adiacente ad uno un altro entrambe potranno interagire con la fase stazionaria. Ciò provoca un tempo di conservazione più lunga che un isomero con i sui gruppi polari dai lati opposti della molecola, in cui i gruppi funzionali non possono interagire simultaneamente con la fase stazionaria.

Cromatografia in controfase

Nel HPLC in controfase, la fase stazionaria è non polare, mentre la fase mobile liquida è la superficie di fase stazionaria e spesso è ricoperta di catene alchiliche diritte, significando che le molecole polari eluiscono più rapidamente dovuto le interazioni idrofobe, mentre le molecole idrofile si divertono.

La cromatografia in controfase è il modulo più comune di HPLC ed è usata spesso nell'industria farmaceutica allo scopo di controllo di qualità.

Legge di Birra-Lambert

Illuminare le molecole eluite con luce UV permette che la loro concentrazione sia determinata.

Catturando una concentrazione conosciuta di molecola e di luce UV brillante su e misurando l'intensità di indicatore luminoso assorbente e riflesso alle lunghezze d'onda specifiche, un riferimento può essere collocato per tenere conto il calcolo di tutta la concentrazione di quella molecola facendo uso della legge di Birra-Lambert:

A = εbc

Dove A è la capacità di assorbimento misurata dal rivelatore ad una lunghezza d'onda specifica, il ε è l'assorbimento molare della molecola, la b è la lunghezza del percorso attraverso il campione e la c è la concentrazione del campione.

La combinazione il HPLC e della spettroscopia UV tiene conto una miscela delle molecole essere separata e le loro proporzioni del parente da determinare dal calcolo delle loro concentrazioni dopo l'eluizione dalla colonna di HPLC.

Sorgenti:

Further Reading

Last Updated: Oct 31, 2018

Michael Greenwood

Written by

Michael Greenwood

Michael graduated from Manchester Metropolitan University with a B.Sc. in Chemistry in 2014, where he majored in organic, inorganic, physical and analytical chemistry. He is currently completing a Ph.D. on the design and production of gold nanoparticles able to act as multimodal anticancer agents, being both drug delivery platforms and radiation dose enhancers.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Greenwood, Michael. (2018, October 31). Che cosa è il liquido ad alto rendimento Cromatografia-Ultravioletto (HPLC-UV)?. News-Medical. Retrieved on January 24, 2021 from https://www.news-medical.net/life-sciences/What-is-High-Performance-Liquid-Chromatography-Ultraviolet-(HPLC-UV).aspx.

  • MLA

    Greenwood, Michael. "Che cosa è il liquido ad alto rendimento Cromatografia-Ultravioletto (HPLC-UV)?". News-Medical. 24 January 2021. <https://www.news-medical.net/life-sciences/What-is-High-Performance-Liquid-Chromatography-Ultraviolet-(HPLC-UV).aspx>.

  • Chicago

    Greenwood, Michael. "Che cosa è il liquido ad alto rendimento Cromatografia-Ultravioletto (HPLC-UV)?". News-Medical. https://www.news-medical.net/life-sciences/What-is-High-Performance-Liquid-Chromatography-Ultraviolet-(HPLC-UV).aspx. (accessed January 24, 2021).

  • Harvard

    Greenwood, Michael. 2018. Che cosa è il liquido ad alto rendimento Cromatografia-Ultravioletto (HPLC-UV)?. News-Medical, viewed 24 January 2021, https://www.news-medical.net/life-sciences/What-is-High-Performance-Liquid-Chromatography-Ultraviolet-(HPLC-UV).aspx.

Comments

The opinions expressed here are the views of the writer and do not necessarily reflect the views and opinions of News Medical.