Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Nuove terapie che possono trattare i cancri

Gli Scienziati al Centro del Cancro di Johns Hopkins Kimmel ed il Howard Hughes Medical Institute hanno trovato le mutazioni in un gene collegato alla progressione del colon e di altri cancri.  I risultati della ricerca, possono piombo alle nuovi terapie e test diagnostici che mirano a questo gene.

Il gene in cui le mutazioni sono state trovate, chiamato PIK3CA, fa parte di una famiglia dei geni che codificano le chinasi del lipido, enzimi che modificano le molecole grasse e le celle dirette per svilupparsi, deforma e si muove.  Sebbene gli scienziati stiano studiando i beni biochimici di questa famiglia dei geni per più di una decade, finora, nessuno studio ha rivelato che sono stati subiti una mutazione nel cancro.

Le Chinasi sono state il fuoco delle strategie di sviluppo recenti della droga, con alcuni composti d'inibizione, quali Gleevec e Herceptin, già essendo usando clinicamente per inibire la crescita del tumore.

“Questi risultati aprono la porta a sviluppare le terapie specifiche che possono risultare utile per il trattamento dei cancri con le mutazioni in PIK3CA,„ dice il Vincitore Velculescu, M.D., Ph.D., assistente universitario dell'oncologia ed autore senior della ricerca.

Nei loro esperimenti correnti, gli scienziati hanno ordinato il codice molecolare dei geni in questa famiglia della chinasi del lipido ed hanno trovato gli errori in nucleotidi, o particelle elementari del DNA, in un gene particolare, hanno chiamato PIK3CA.  Ogni errore è un risultato di un nucleotide che è passato per un altro.  Le mutazioni di PIK3CA sono state trovate in 32 per cento dei campioni del tumore del colon (74/234) come pure 27 per cento (4/15) dei glioblastomas, 25 per cento (3/12) dei cancri gastrici, cancri al seno di 8 per cento (1/12) e 4 per cento (1/24) dei cancri polmonari.  Studiando 76 tumori premaligni supplementari del colon, gli scienziati hanno trovato che le mutazioni di PIK3CA possono accadere nei pressi del tempo che un tumore si accinge a invade altri tessuti.

I ricercatori hanno dimostrato che le mutazioni aumentano l'attività della chinasi di PIK3CA, che può iniziare una cascata degli eventi cellulari che scintillano una cella normale per svilupparsi incontrollabile e diventare cancerogeni.

“Prevediamo la terapia futura del cancro come personale, in base alle mutazioni genetiche nel tumore di ogni paziente,„ dice Velculescu.  “Questo genere di informazioni, derivato dall'ordinamento del tumore di un paziente, droghe di mezzi ha potuto essere mirato a appena alla giusta via molecolare appena al momento giusto e potenzialmente essere più efficace con meno effetti secondari.„

La Maggior Parte delle mutazioni di PIK3CA descritte nel documento corrente sono situate nel cancro “aree sensibili del DNA due,„ così rendendo i test diagnostici molecolari possibilmente più facili svilupparsi.  “Queste mutazioni, aggiunte ad un comitato degli indicatori attuali per tumore del colon sviluppato nel nostro laboratorio, potrebbero contribuire a trovare i cancri che sarebbero andato altrimenti inosservati,„ dice Yardena Samuels, Ph.D., collega postdottorale e primo autore dello studio.

I ricercatori ora stanno osservando più molto attentamente il ruolo di PIK3CA nello sviluppo del tumore e stanno lavorando ad identificare i composti che potrebbero mirare ai tumori con le mutazioni in questo gene.