Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il vaccino di Pharmexa è destinato per indurre le risposte dell'anticorpo contro la proteina HER-2

Pharmexa presenta i dati dalla prova del cancro al seno di AutoVac™ della Proteina HER-2 ad una Conferenza in Riassunto di Amburgo: Pharmexa sta presentando i dati dal primo test clinico in U.S.A. con il vaccino di AutoVac™ della Proteina HER-2 alla quarta Conferenza Europea del Cancro al Seno (EBCC) a Amburgo, Germania.

I dati presentati indicano che il vaccino è tollerato bene e cassaforte e che inducono gli anticorpi specifici significativi HER-2 nei pazienti di cancro al seno. Sulla Base di questi risultati, Pharmexa pianificazione lo sviluppo continuato del vaccino con le indagini cliniche supplementari nella seconda metà di 2004.

Pharmexa sta presentando i risultati completi dalla prova clinica di fase I con il vaccino di AutoVac™ della Proteina HER-2 condotto al Centro del Cancro dell'Irlanda Cleveland, nell'Ohio e l'Ospedale delle Donne di Magee a Pittsburgh, Pensilvania. Il vaccino è destinato per indurre le risposte dell'anticorpo contro la proteina HER-2 che più è espressa in molti cancri umani, compreso alcuni cancri del petto.

I pazienti di Cancro al seno hanno ricevuto 4 iniezioni del vaccino formulato in un adiuvante di alluminio standard. Le risposte specifiche dell'anticorpo HER-2 sono state individuate in 6 su 10 pazienti nella prova. Le prime risposte sono state individuate dopo soltanto 2 iniezioni e significativamente sono state amplificate dopo le immunizzazioni successive. I radar-risponditore Supplementari egualmente sono stati individuati dopo le terze e quarte immunizzazioni.

La concentrazione di punta nell'anticorpo ha individuato il ricoverato che i sieri erano di circa 2 microgrammi per millilitro e la media per tutti e 6 i radar-risponditore era di 0,8 microgrammi per millilitro con un declino approssimativamente alla metà del valore di picco in 4 settimane che seguono la cessazione del trattamento. Il vaccino è stato tollerato bene e non c'erano preoccupazioni serie della sicurezza connesse con il trattamento. Il Dott. Adam Brufsky, ricercatore principale all'Ospedale delle Donne di Magee negli STATI UNITI ha detto della prova: “Queste sono risultati molto di promessa di fase I, con un buon profilo di sicurezza come pure risposte immunitarie significative. Ciò ha potuto piombo allo sviluppo di efficace vaccino per i pazienti di cancro al seno positivi HER-2. Sto guardando in avanti ai risultati dallo studio previsto della Fase II di Pharmexa che comincia alla fine di quest'anno che è destinato per valutare l'efficacia clinica del vaccino.„ Jakob Schmidt, Direttore Generale dice: „ Siamo molto piacevoli con questi risultati dalla nostra prima prova con il prodotto di AutoVac™ della Proteina HER-2.

Queste sono risposte immunitarie significative che dimostrano la potenza della tecnologia di AutoVac™ a tolleranza di esclusione alla proteina HER-2 in malati di cancro. I risultati egualmente indicano che il trattamento è sicuro e tollerato bene dai pazienti.„ Pharmexa corrente pianificazione una sperimentazione di fase II, che si pensa che cominci nella seconda metà di 2004. I risultati di Preliminare da questo studio sono preveduti da ora alla metà del 2006.