Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La proteina di fattore di crescita riesce a coltivare le nuove arterie coronarie

Tre pazienti del cuore & del centro vascolare del UC hanno coltivato i nuovi rami dell'arteria coronaria per aumentare il flusso sanguigno al cuore dopo la ricezione della proteina nuova di fattore di crescita (FGF1) nel novembre 2003.  Tutti e tre i pazienti indicati hanno migliorato il flusso sanguigno al cuore dodici settimane che seguono l'iniezione.  

Duca di James, l'età 57, di Forest Park, l'Ohio, era il primo paziente maschio negli Stati Uniti per ricevere il trattamento.


Il cuore del UC & i medici vascolari erano il primo negli Stati Uniti per iniettare questa proteina nei pazienti di cuore nel tentativo di coltivare le nuove arterie coronarie. La procedura fa parte di un test clinico di fase I che misura la sicurezza e l'efficacia di FGF1 per coltivare le nuove arterie, definito angiogenesi, in pazienti con angina (dolore toracico debilitante) dovuto la coronaropatia severa. Il cuore del UC & il centro vascolare, insieme con l'ospedale universitario, è uno di soltanto quattro siti in tutta la nazione da partecipare alla prova. Finalmente, 32 pazienti saranno iscritti alla prova nazionale che è patrocinata dall'ingegneria genetica cardiovascolare di Tustin, la California.

Il professor Thomas Stegmann, MD, capo di ambulatorio cardiovascolare al centro medico di Fulda a Fulda, Germania, ha lavorato alla scoperta ed allo sviluppo di questo fattore di crescita per i 10 anni scorsi ed ha eseguito la prima procedura nel mondo.

“Qualche gente ha tali dolore toracico rendante incapace e coronaropatia severa in cui i trattamenti convenzionali quali gli stents o le operazioni di esclusione non sono un'opzione per loro.

Lynne Wagoner, MD, ha descritto la procedura di angiogenesi ad una conferenza stampa Thurs., il 25 marzo.


L'angiogenesi rappresenta un'alternativa di promessa del trattamento,„ ha detto Lynne E. Wagoner, il MD, il professore associato di medicina all'istituto universitario del UC di medicina, Direttore dei servizi cardiaci all'ospedale universitario ed al ricercatore principale della prova.

“il UC era soddisfatto per essere il primo centro nella nazione per offrire il trattamento della proteina di fattore di crescita ai pazienti.  I risultati europei di Stegmann sono coercitivi ed il cuore del UC & il centro vascolare vuole contribuire a portare questo trattamento a compimento qui negli Stati Uniti,„ Wagoner sono continuato.  “I nostri risultati iniziali sono emozionanti, ma la ricerca deve continuare.  È importante completare questo test clinico e valutare i nostri risultati con quello degli altri centri dell'americano.„  

L'angina è un dolore toracico debilitante che pregiudica più di 6 milione Americani. È causata da una mancanza di flusso sanguigno e di ossigeno al muscolo di cuore conosciuto come la coronaropatia.  Questa riduzione in flusso sanguigno ed ossigeno può provocare il danneggiamento del muscolo di cuore che può piombo ad infarto.  L'angina è gestita spesso dal farmaco e nei casi più severi con angioplastia, stenting e/o la chirurgia di esclusione di arteria coronaria.  Il trattamento di angiogenesi è un'innovazione importante per i pazienti che hanno esaurito queste opzioni ed è a rischio di infarto di sviluppo.

I pazienti
Constance Donley, l'età 51, della sorgente fredda, il Kentucky era il primo paziente negli Stati Uniti per ricevere l'iniezione FGF1 nel novembre 2003.  Donley ha cominciato a soffrire l'angina severa dopo la prima di tre procedure a cuore aperto nel 1998.  Le cartelle sanitarie clerk all'ospedale di Deaconess, Donley lo hanno trovato duro lavorare un giorno intero, paralizzato dal suo dolore toracico costante.  Ora, dodici settimane più successivamente i risultati stanno promettendo.  “Ritengo le grande,„ ha detto Donley. La madre di cinque ha sorriso ha riferito, “io sono indietro sul lavoro a tempo pieno e che fa sempre più di ogni giorno.„

Claudia Robertson, l'età 54, di Kettering, l'Ohio, vicino a Dayton era il secondo paziente per subire il trattamento. Robertson ha sviluppato l'angina severa alcuni mesi dopo la sua esclusione quadrupla 1999 di emergenza. La madre di tre, una nonna di tre, è ora di nuovo al gioco della banalità sui mercoledì sera ed alla compera intorno alla città.

Duca di James, l'età 57, di Forest Park, l'Ohio era il terzo paziente per ricevere il trattamento.  Duca ha sviluppato l'angina severa egualmente dopo un'esclusione quadrupla nel giugno 2002.  Il padre di tre, è deliziato per ricevere l'opzione del trattamento di angiogenesi.  “Sono felice ero a disposizione di me,„ ha detto duca.  Ora è felice di essere indietro sul lavoro per il settore scolastico di legni di Winton.

La procedura
I pazienti sono invitati a partecipare al test clinico dopo avere risposto ai criteri rigorosi.    Dott. Wagoner,

Daniel Snavely, MD, è un cardiologo interventional al UC e gestisce le valutazioni di post-procedura e pre- del paziente.


   Daniel Snavely, MD, assistente universitario e cardiologo interventional al UC e Walter H. Merrill, MD, professore e capo dell'ambulatorio cardiothoracic del UC, lavora insieme per effettuare le prove che determinano se la terapia standard non è più un'opzione per i pazienti e se hanno aree appropriate sul loro cuore per ricevere l'iniezione della proteina di fattore di crescita.  

Il Dott. Merrill, inietta FGF1 direttamente nel muscolo di cuore del paziente.  Durante la procedura, i pazienti ricevono fino a due iniezioni della proteina durante il minimo-dilagante, chirurgia di fattore di crescita del battere-cuore. Completando il cuore con la proteina di fattore di crescita può provocare la crescita di nuove arterie, che a sua volta fornisce gli itinerari alternati affinchè il sangue ossigenato raggiunga il muscolo di cuore.

I risultati
I pazienti sono valutati attraverso le selezioni cardiache di cateterizzazioni tre mesi che seguono l'iniezione. Dott. Snavely, tintura angiografica di usi per individuare qualsiasi nuova crescita dell'arteria.  Nei primi tre pazienti iscritti alla prova, FGF1, infatti, piombo a nuova formazione dell'imbarcazione e può essere veduto come “arrossisce„ durante la cateterizzazione cardiaca.  Le nuove arterie provocano più flusso sanguigno e quindi ossigeno, consegnato al muscolo di cuore.  Tutti i pazienti stanno riferendo poco o nessun dolore toracico e la capacità fare più attività fisica che prima della ricezione dell'iniezione.

L'impatto
La coronaropatia pregiudica 12 milione Americani.  È stimato che i costi diretti ed indiretti della malattia coronarica sia più di $100 miliardo all'anno in questo paese. L'uso della proteina di fattore di crescita FGF1 può anche avere l'applicazione significativa nel trattamento del colpo o altri problemi che consistono del flusso sanguigno in diminuzione al cervello, o nella malattia vascolare periferica quando c'è flusso sanguigno diminuito ai cosciotti.

“Questa è una nuova opzione terapeutica emozionante per i pazienti di cui la salubrità non può essere migliorata attraverso alcuni altri mezzi. L'angiogenesi tiene il grande potenziale di avvantaggiare i pazienti che sono alterati severamente e di avere pochissimo nel modo delle opzioni alternative del trattamento. Questo trattamento egualmente sta eccitando per noi come medici, perché rappresenta le collaborazioni importanti fra le specialità mediche e chirurgiche che provoca uno spettro di cura straordinaria per i pazienti con la malattia di cuore avanzata,„ ha detto il Dott. Merrill.